Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Mansfield Park

La nostra biblioteca classica in cento volumi (88)

By Jane Austen

(61)

| Hardcover

Like Mansfield Park ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

346 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    A surprising novel from my experiences reading Jane Austen. Usually there is a female main character and a male main character which the female is not attracted to because of some character fault and then they end up realizing they were made for eac ...(continue)

    A surprising novel from my experiences reading Jane Austen. Usually there is a female main character and a male main character which the female is not attracted to because of some character fault and then they end up realizing they were made for each other, usually hundreds of pages after the reader does. This book seems to follow the same storyline right up until the end when Austen throws a big twist in the story. This book's main characters are the Bertram family, Sir Thomas, his wife Maria and their sons Thomas and Edmund, daughters Maria and Julia. Fanny Price the niece of the Bertrams, and Mr. and Mrs. Ward with Mrs. Wards brother Henry Crawford and sister Mary Crawford and finally Aunt Norris.

    The version I read was an Everyman's Library version so I had to read the Introduction at the end to avoid knowing the whole story before I even read it.

    Is this helpful?

    Stcin10 said on Oct 23, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Mooolto diverso da tutti gli altri e per questo diversamente piacevole.
    Per quanto mi riguarda, non ci si appassiona ad un personaggio, nessuno è da salvare (anche se poi bisogna aprire una parentesi sui Crawford).
    La genialata di questo romanzo è fa ...(continue)

    Mooolto diverso da tutti gli altri e per questo diversamente piacevole.
    Per quanto mi riguarda, non ci si appassiona ad un personaggio, nessuno è da salvare (anche se poi bisogna aprire una parentesi sui Crawford).
    La genialata di questo romanzo è far passare per un romanzo morale di formazione (la giovane che resiste a tutte le tentazioni del piacere e alla fine ottiene ciò che desidera) un testo che invece è una forte critica al mondo che circondava la Austen.
    Il narratore (decisamente morale) non coincide con la voce della Austen stessa ma aiuta a tenere assieme tutto il teatrino, ci confonde. A proposito di teatro: il momento delle prove è l'unico momento di verità del romanzo, dove tutti si scoprono ed esprimono realmente i loro sentimenti. Tutto il resto della narrazione è finzione. La Austen amava il teatro e certamente non avrebbe mai potuto parlarne male.
    Il curato sciocco di questa volta (ben camuffato però) è Edmund. Per via delle convenzioni non vuole partecipare alla recita, quando vede in questa una possibilità per amoreggiare con la donna di cui si sta innamorando (Miss Crawford) si arrampica sui vetri trovare una scusa per poter partecipare. Rinsavirà poco dopo e alla fine seguendo i rigidi dettami della società soffrirà, perderà la donna che ama e si "accontenterà" della cugina Fanny.
    Fanny, donna convenzionale e dai sentimenti repressi. Prova tante cose ma non esprime mai nulla. E' un grigio tappezzeria eppure è questo il modello della donna vincente di quel periodo. Chi è schietto ed ha senso dello humor verrà punito (Miss Crawford) così come chi si lascia andare ai sentimenti (Maria).
    Miss Crawford è talmente pungente che a volte, a mio parere, zia Jane la usa come pupazzo del ventriloquo e le mette in bocca sue riflessioni schiette...subito mitigate dal narratore che dice qualcosa che sminuisce la personalità di chi ha appena parlato.
    La magia di questo romanzo è questa cosa qui: il crearsi un corridoio preferenziale tra te e la Austen. Leggi una cosa ma subito dopo è come se lei ti sussurrasse all'orecchio "sai cosa intendevo dire per davvero, no?!".
    Sicuramente consigliato, ma non come primo approccio all'autrice.

    Is this helpful?

    Hollypenny said on Oct 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il romanzo più "pesante" della Austen.

    Is this helpful?

    Alrun said on Oct 7, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La Austen è perfetta quando si ha bisogno di rilassarsi e di un lieto fine.

    Is this helpful?

    Gilda said on Oct 5, 2014 | Add your feedback

  • 9 people find this helpful

    Ieri sono andata a prendere figliadellanno a scuola ...
    Tra casalinghe disperate conciate come straccione (oviesse/zara/cinesi), tutte occhiaie ciccia e brufoli, coi borsoni di rugby/danza/calcio/nuoto/karate ...c'era LEI: borsa Prada, jeans Dondup, ...(continue)

    Ieri sono andata a prendere figliadellanno a scuola ...
    Tra casalinghe disperate conciate come straccione (oviesse/zara/cinesi), tutte occhiaie ciccia e brufoli, coi borsoni di rugby/danza/calcio/nuoto/karate ...c'era LEI: borsa Prada, jeans Dondup, abbronzata e rilassata.
    Reggeva tra le manine la chiavetta del Suv BMW parcheggiato in tripla fila ...
    E ho pensato a tutte le Fanny Price e Mrs Darcy che stanno li' bel belle a rammentarci che NON CI ABBIAMO CAPITO UN C...!

    Is this helpful?

    Betty Flanagan ... (che non scambia più) said on Oct 2, 2014 | 11 feedbacks

Book Details

Improve_data of this book