Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Manuale della perfetta gentildonna

Di

Editore: Mondadori

3.7
(114)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri

Isbn-10: 8804473428 | Isbn-13: 9788804473428 | Data di pubblicazione: 

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Self Help

Ti piace Manuale della perfetta gentildonna?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Zweisamkeit

    "Ciò che è profondamente sbagliato nell'identikit che ognuno si fa dell'amore è che debba essere un'identità a due, non due ben distinte e separabili identità in una comune avventura che non può né deve essere pianificata come destino.
    Sin da bambine ci viene inculcato, in una vera strategi ...continua

    "Ciò che è profondamente sbagliato nell'identikit che ognuno si fa dell'amore è che debba essere un'identità a due, non due ben distinte e separabili identità in una comune avventura che non può né deve essere pianificata come destino.
    Sin da bambine ci viene inculcato, in una vera strategia del terrore contro ciò che è e resterà single, che presto si sarà in due, che incontreremo l'anima gemella, che come questa altra metà ci si rincontrerà per comporre l'unità uomo-donna ideale per la vita a venire e che la coppia in quanto tale sarà la creatura perfetta e fatale, non già noi singoli spaiati, isolati, soli e frementi. Soli da soli, e troppo spesso, soli quando finalmente in due. (...)
    Se invece ci insegnassero, più realisticamente, che l'essere umano nasce e vive e muore da solo e che la solitudine, l'imprendibilità del nostro essere profondo, l'impossibilità a fondersi e spesso a comunicare dei nostri sistemi nervosi sono condizioni dell'esistenza stessa, credo che ce la spasseremmo molto di più in compagnia. Innanzitutto, non vivremmo vergognandoci quasi di non avere nessuno da amare e che ci ami e non ci sentiremmo monchi, difettosi, mostruosi a causa di questo amore che non viene, che non vuole sentire le nostre ragioni, insensibile com'è ai nostri bisogni, alla nostra supposta ricchezza interiore. Soli, convinti e fieri di costituire un'identità preziosissima in quanto soli e individui in sé, consapevoli fino alle estreme conseguenze della propria solitudine e autoreferenzialità, non penseremmo all'amore come a un'eredità garantita e a una ereditarietà dovutaci dal sistema della coppia. (...)
    L'amore è un miracolo, non una rendita catastale. Se c'è tanto meglio ma se non c'è, che non ci sfregi l'espressione, che non ci fiacchi col suo presenzialismo da assenteista patentato qual è.

    ha scritto il 

  • 5

    Geniale

    Aldo Busi è un filosofo del '900, questo è un dato di fatto.
    Vero, nudo e crudo, così com'è: dritto al punto sempre e comunque, senza compromessi.
    Vero da fare male, realistico, mozzafiato.
    Un libro di Busi è meglio di una seduta d'analisi.
    Letto e riletto più volte, Busi ...continua

    Aldo Busi è un filosofo del '900, questo è un dato di fatto.
    Vero, nudo e crudo, così com'è: dritto al punto sempre e comunque, senza compromessi.
    Vero da fare male, realistico, mozzafiato.
    Un libro di Busi è meglio di una seduta d'analisi.
    Letto e riletto più volte, Busi entra in profondità, colpisce, lascia senza fiato.
    Uno dei libri più belli che io abbia letto nella mia vita.

    ha scritto il 

  • 4

    L'umanità può essere più che spietata: può essere gentile.

    La parola d'ordine per gli uomini emancipanti era - Ascoltatele! Ora diventa più difficile e è - Parlateci. Il che implica l'averle ascoltate davvero.

    ha scritto il 

  • 4

    Spassosissimo e pieno di suggerimenti che non mi vergogno a definire geniali.
    "Il principio cui devi attenerti d'ora in avanti è il seguente:una volta che una donna ha conosciuto di un uomo ANCHE il rispetto, non c'è passione più grande che mantenerlo o ritrovarlo. Niente rispetto sociale, ...continua

    Spassosissimo e pieno di suggerimenti che non mi vergogno a definire geniali.
    "Il principio cui devi attenerti d'ora in avanti è il seguente:una volta che una donna ha conosciuto di un uomo ANCHE il rispetto, non c'è passione più grande che mantenerlo o ritrovarlo. Niente rispetto sociale, niente amore privato; niente considerazione per la tua importanza pubblica, nessuna considerazione per l'uomo che ti da solo importanza pubica".
    E se non son sante parole queste Monsignor Diabolus...

    ha scritto il 

  • 0

    L'ho già detto che secondo me Busi è il bresciano perfetto?

    A. B. riesce a miscelare utopia & buonsenso in un mix che mi lascia sempre a bocca aperta. Lucido, spietato e pieno di compassione umana. Riesce a esplorare la complessità della vita anche in una forma "prescrittiva" come quella del Manuale .
    Non è sempre facile seguire le sue evoluz ...continua

    A. B. riesce a miscelare utopia & buonsenso in un mix che mi lascia sempre a bocca aperta. Lucido, spietato e pieno di compassione umana. Riesce a esplorare la complessità della vita anche in una forma "prescrittiva" come quella del Manuale .
    Non è sempre facile seguire le sue evoluzioni letterarie, ma ne vale la pena. Ti fa riflettere con la tua testa il che non è poco e ti fa ridere moltissimo.
    Più leggo Busi e più mi convinco che sia sottuvalutato.
    La domanda è: perchè?

    ha scritto il 

  • 4

    Hm, all'inizio mi ha assolutamente entusiasmato, poi, nel corso della lettura, mi sono "spenta" in più punti. In ogni caso, brillante dall'inizio alla fine, sarcastico, pungente, a tratti assolutamente caustico, in perfetto stile Busi.

    ha scritto il