Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Maps and Legends

Reading and Writing Along the Borderlands

By

Publisher: Harper Perennial

3.9
(23)

Language:English | Number of Pages: 210 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian

Isbn-10: 0061650927 | Isbn-13: 9780061650925 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , eBook

Category: Comics & Graphic Novels , Non-fiction , Science Fiction & Fantasy

Do you like Maps and Legends ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
A series of linked essays in praise of reading and writing, with subjects
running from ghost stories to comic books, Sherlock Holmes to Cormac McCarthy.
...
Sorting by
  • 4

    Bella raccolta di saggi tra autobiografia e critica letteraria - si parla di scrittori, fumettisti, golem, delle difficoltà della scrittura, di Sherlock Holmes e fan fiction (no, non quella per la serie televisiva britannica) e altro.
    La lettura è agevole e a tratti appassionante.

    said on 

  • 3

    Ho un debole per gli scrittori che si raccontano al di fuori delle proprie opere, parlando ai lettori del loro processo creativo, dei libri che più li hanno influenzati, dei loro colleghi.


    Per questo motivo ho letteramente divorato questo graditissimo regalo di Natale dell'amica Tittirossa ...continue

    Ho un debole per gli scrittori che si raccontano al di fuori delle proprie opere, parlando ai lettori del loro processo creativo, dei libri che più li hanno influenzati, dei loro colleghi.

    Per questo motivo ho letteramente divorato questo graditissimo regalo di Natale dell'amica Tittirossa (grazie ancora!).

    Il giudizio è complessivamente positivo; devo però dire che Chabon è meno brillante nella saggistica rispetto alle opere narrative e che in più (questo il motivo delle tre stelle) in un paio di capitoli (che personalmente avrei soppresso) adotta uno stile un pochino troppo professorale.

    said on 

  • 4

    Libro di riflessioni di Chabon sulla lettura e sulla letteratura. Non un saggio professorale ma il quaderno del comodino di un lettore curioso e vivace. A tratti la velocità compensa qualche banalità, a tratti la lampadina si accende e prende più corpo il racconto. Da bibliofili, comunque. Alla f ...continue

    Libro di riflessioni di Chabon sulla lettura e sulla letteratura. Non un saggio professorale ma il quaderno del comodino di un lettore curioso e vivace. A tratti la velocità compensa qualche banalità, a tratti la lampadina si accende e prende più corpo il racconto. Da bibliofili, comunque. Alla fine, per placare la sete, è sempre meglio andare alla fonte.

    said on 

  • 4

    Michael Chabon non delude mai, sia nei romanzi che coi saggi. Personalmente ho apprezzato la parte dedicata a Sherlock Holmes, un'interessantissima riflessione su alcune particolari che magari potremmo non aver colto. E poi si spazia anche su queste oscure materie e molto altro, cultura pop o no ...continue

    Michael Chabon non delude mai, sia nei romanzi che coi saggi. Personalmente ho apprezzato la parte dedicata a Sherlock Holmes, un'interessantissima riflessione su alcune particolari che magari potremmo non aver colto. E poi si spazia anche su queste oscure materie e molto altro, cultura pop o no è una lettura assolutamente godibile, divertente e molto scorrevole.

    said on 

  • 3

    Totalmente accessorio

    Michael Chabon è ottimo narratore, infatti anche una raccolta di saggi brevi a tema letterario come "Mappe e Leggende" diventa interessante. Tuttavia non è il miglior Chabon e viene superato in grado di priorità da praticamente ogni altro titolo pubblicato (e lasciato andare malamente fuori stamp ...continue

    Michael Chabon è ottimo narratore, infatti anche una raccolta di saggi brevi a tema letterario come "Mappe e Leggende" diventa interessante. Tuttavia non è il miglior Chabon e viene superato in grado di priorità da praticamente ogni altro titolo pubblicato (e lasciato andare malamente fuori stampa) da Rizzoli.

    Personalmente ho trovato più interessanti i saggi spinti nel territorio autobiografico, un vero e proprio retroscena degli inizi letterari di Chabon, della grande crisi del secondo romanzo incompiuto e delle sue esperienze di lettore.
    Avendo letto la produzione chaboniana, "Mappe e Leggende" risulta enormemente più godibile, un po' come un audio commentary di un regista risulta stimolante solo dopo averne visto il film. Sul resto della raccolta invece sono stata parecchio fortunata, avendo gusti abbastanza compatibili con quelli di Chabon e conoscendo almeno parzialmente le tematiche che affronta.

    Per Indiana Editore è stato un bel colpo, ma "Mappe e Leggende" riempie un vuoto percepito solo dagli estimatori di Chabon o da chi è interessato ai retroscena della sua carriera. I saggi però sono ben scritti e, nel caso affrontino un argomento di vostro interesse, vi consiglio di darci un'occhiata.

    La lista dei titoli degli stessi la trovate qui: http://en.wikipedia.org/wiki/Maps_and_Legends

    said on 

  • 5

    Quando un libro ti invita a leggerne altri, ad ampliare lo sguardo su quello che leggi, su cosa vorresti conoscere, ecco, per me quel libro vale parecchio. Così funziona per questa raccolta di pensieri di Michael Chabon sulla lettura, la narrativa e altre mille cose che si intersecano tra questi ...continue

    Quando un libro ti invita a leggerne altri, ad ampliare lo sguardo su quello che leggi, su cosa vorresti conoscere, ecco, per me quel libro vale parecchio. Così funziona per questa raccolta di pensieri di Michael Chabon sulla lettura, la narrativa e altre mille cose che si intersecano tra questi due elementi. Notevolissimi i capitoli dedicati alla narrativa di genere, al concetto di intrattenimento, ma anche quello che costruisce un interessante riflessione attorno la figura del golem (tra autobiografia, storia familiare, religione e, ovviamente, fiction). Se siete appassionati di storie, se avete costantemente fame di narrativa, passate per di qui.

    said on 

  • 4

    All'avventura. Con Chabon.

    La raccolta di questi vari interventi di Chabon - pur in virtù di un titolo abbastanza "scaltro" da comprendere più o meno tutto - risulta un po' "stiracchiata".
    Solo che:
    1. gli argomenti trattati sono così interessanti (e spesso, ai miei occhi, persino così "entusiasmanti");
    2 ...continue

    La raccolta di questi vari interventi di Chabon - pur in virtù di un titolo abbastanza "scaltro" da comprendere più o meno tutto - risulta un po' "stiracchiata".
    Solo che:
    1. gli argomenti trattati sono così interessanti (e spesso, ai miei occhi, persino così "entusiasmanti");
    2. Chabon è in molto passaggi al meglio della sua forma "saggistica";
    3. la raccolta è talmente ben curata e ottimamente tradotta

    che

    vabbè, allora al diavolo ogni discorso sull'organicità dell'intera operazione. Per me ci sta, ci sta eccome. Quindi, tanto di cappello a Chabon stesso, ma anche all'editore che ha proposto in Italia questa raccolta sull'avventura, sulla scrittura, sul piacere del racconto e della lettura. Da leggere. E con gran gusto!

    said on