María

By

Publisher: Catedra

3.4
(69)

Language: Español | Number of Pages: 373 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English

Isbn-10: 8437606101 | Isbn-13: 9788437606101 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Others

Category: Fiction & Literature , Romance

Do you like María ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
"María" contiene una historia de amor que refleja los ideales románticos. Paralelo a ésta se desarrolla un cuadro de costumbres regionales y se narran aventuras. Este libro fue la primera novela colombiana traducida a más de diez idiomas. Es ya un clásico de la literatura en lengua castellana.
Sorting by
  • 2

    Questo romanzo, per un europeo che già ha letto voracemente gran parte della letteratura europea ottocentesca, non è certamente una novità. E' considerato il primo romanzo nel panorama colombiano, uni ...continue

    Questo romanzo, per un europeo che già ha letto voracemente gran parte della letteratura europea ottocentesca, non è certamente una novità. E' considerato il primo romanzo nel panorama colombiano, unico nella sua struttura romantica e carico di europeismi che non distolgono l'opera dalla sua natura colombiana. Sono infatti molteplici le descrizioni del panorama sudamericano carico di elementi dei principali movimenti romantici. E' una lettura piacevole, dovuta alla narrazione in prima persona attraverso la focalizzazione interna e un'attesa speranzosa di un lettore implicito capace di riconoscere nel testo: Petrarca, Dante, Lancilotto e Ginevra, platonismo, Edgar Allan Poe, il mito della Ondina, Chateaubriand... e tanti altri. Il romanzo ha avuto un successo immediato, sicuramente per la sua natura romantica e la scrittura che nel panorama letterario ispanoamericano era una novità. Altre opere in prosa, che avevano avuto altrettanto successo, erano state il "Periquillo Sarniento" e "El Lazarillo de Ciegos caminantes" ma in quelle due opere (la prima messicana e l'altra peruviana) si percepisce, già dai titoli, l'influenza della letteratura spagnola.
    Maria, in sé, esiste nel titolo. E' una donna di cui la sua corporeità dell'amore è legata alla filosofia petrarchesca che Efrain immediatamente la imbottiglia. I capelli, le mani, i piedi e gli occhi sono le uniche parti del corpo che conosciamo nel dettaglio e con cui Efrain reagisce e interagisce meglio. Ovviamente, rispetto ad altre opere romantiche dello stesso secolo, sembra un po' obsoleto, soprattutto se si pensa ad Edgar Allan Poe che Jorge Isaacs sicuramente conosceva, ma non lo è per tutti gli scrittori. Questa tensione dell'amore platinico attraverso tecniche poetiche e allegoriche chiaramente ispirate dal Canzoniere di Petrarca, sono elemento importante per Goethe nel "I dolori del giovane Werther" e in Foscolo "Le ultime lettere di Jacopo Ortis". Tant'è che la storia d'amore trai due ha molti elementi in comune con lo Strum und Drang. I personaggi secondari sono effimeri. Carlos, il pretendente di Maria, rinuncia quasi immediatamente a pretendere la mano di Maria, giusto quando Efrain gli chiarisce che trai due cugini c'è amore. Se in un primo momento, infatti, dà del pepe nella storia, ben presto lui svanisce e ci si dimentica di lui. Molto interessante è la comparsa di Nay (Feliciana), l'unico personaggio di cui ci viene descritto con molto dettaglio la sua origine e la sua vita; cosa che chiaramente manca negli altri personaggi, che non vengono descritti sennò per pochissime caratteristiche e in maniera molto superficiale. Infatti, i grandi personaggi restano Efrain e Maria, ma soprattutto il primo, che viene più volte elogiato come eccellente studente e abilissimo cacciatore.
    La morte di Maria è scontata, così come gran parte dell'intreccio nella seconda parte del romanzo. I grandi simboli di questo romanzo restano le rose, i gigli e il "huerto". I primi sono chiaramente tratti dal simbolismo floreale per cui le rose rappresentano l'amore e i gigli la verginità ma per quanto riguarda il "huerto" mi sembra abbastanza chiaro ed evidente che trae un simbolo ancora più specifico significato dal Covarrubias e dell'esempio simbolo che ne dà la "Celestina" tra la relazione di Melibea e Calisto. Il "huerto" non è altro che simbolo della sessualità di Maria in cui ha fatto irruzione Efrain. Il loro amore trova contatto solo attraverso queste simbologie. Se di Melibea e Calisto non c'erano dubbi che avessero copulato, tra Efrain e Maria non ci sono chiari elementi che ce lo facciano capire, soprattutto quando è la stessa Maria a mandare un giglio a Efrain tramite la posta a Londra, facendole capire che era ancora vergine per lui ma consegnando sempre una sua parte di femminilità a lui.
    Maria diventa quindi donna, sposa, vergine, cugina ma anche amante e fiore agli occhi di Efrain.

    said on 

  • 3

    La historia me pareció muy buena. Lo único malo es que a veces se volvía algo tediosa, te daban deseos de saltarte varias paginas y pasar de una vez a la acción; debido a lo denso de ciertas escenas. ...continue

    La historia me pareció muy buena. Lo único malo es que a veces se volvía algo tediosa, te daban deseos de saltarte varias paginas y pasar de una vez a la acción; debido a lo denso de ciertas escenas.

    said on 

  • 3

    Novela fundamental en la literatura colombiana, perteneciente al moviento romántico del S. XIX, es un claro ejemplo del mismo: sus tópicos, su forma de describir, la importancia de la naturaleza como ...continue

    Novela fundamental en la literatura colombiana, perteneciente al moviento romántico del S. XIX, es un claro ejemplo del mismo: sus tópicos, su forma de describir, la importancia de la naturaleza como expresión de los sentimientos de los personajes, etc. Aunque no es culpa del libro ni del movimiento literario al que representa, me pareció en su momento demasiado empalagoso.

    said on