Mar del Plata

di | Editore: ADD
Voto medio di 170
| 39 contributi totali di cui 34 recensioni , 5 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Raul è argentino e la squadra per cui sta giocando non esiste più. Morti, tutti, durante gli anni della dittatura. Lui è l'unico sopravvissuto. Una squadra di fantasmi che un tempo era la squadra più forte d'Argentina. Un tempo funesto, il 1978. Qual ...Continua
Leonardo Broseghini
Ha scritto il 23/01/17
Rugby e dittatura
Il male non è evitabile, nessun aspetto della vita civile può prescindere da esso. Non importa se sei giovane, se t'interessi solo alla tua squadra di rugby: orrore improvviso ed inaffrontabile, in ogni momento può abbattersi su di te. E' questo che...Continua
Losfastidios
Ha scritto il 10/03/16

"Avete vent'anni. Vi ammazzano perché non conoscono i vostri pensieri e questo li fa impazzire"

Elymomo
Ha scritto il 18/02/16
Carino
Un bel modo di conoscere una storia poco nota forse - almeno a me era sconosciuta - e dolorosa. A volte scoprire eroi sconosciuti e lontani, persone comuni che hanno scelto di opporsi alla corrente ed hanno pagato con la vita, è qualcosa che fa star...Continua
Giova
Ha scritto il 11/02/16

Breve racconto, molto avvincente. La storia, romanzata, trae spunto da un episodio realmente accaduto durante la dittatura Videla. Un linguaggio aspro, secco. Mi immagino un film interpretato da Toni Servillo

Alberto Terruzzi
Ha scritto il 13/01/16

Forse non è un capolavoro letterario, ma è DA LEGGERE. Ormai stiamo dimenticandoci di tanti momenti della nostra storia e dobbiamo fare in modo che né noi e neppure i nostri figli ed i nostri amici e conoscenti perdano il ricordo.


eLeNa
Ha scritto il Jun 21, 2013, 17:35
E accadde, senza che quei ragazzi se lo fossero detti nello spogliatoio mente infilavano le maglie addosso ai tre picciriddi del vivaio mandati a combattere in prima squadra. Accadde, dopo che Raul guardò la propria panchina per cercare conforto ma t...Continua
Pag. 95
eLeNa
Ha scritto il Jun 21, 2013, 17:30
"..Mi interessi tu. Se collabori sei salvo, altrimenti sei morto. Allora?" "Fottiti". "Mi dai del tu?" "Si fotta."
Pag. 85
eLeNa
Ha scritto il Jun 21, 2013, 17:28
Perché in fondo erano ancora ragazzi. Otilio, Gabriel, Santiago, Raulito. Il Mono se lo sarebbero portati per sempre cucito sul cuore ma la vita li tirava avanti e quando hai quell'età la vita sono sempre cose da pazzi, perfino in Argentina, perfino...Continua
Pag. 73
eLeNa
Ha scritto il Jun 21, 2013, 17:24
All'inizio sono solo gli occhi degli amici di Javier che cercano spaesati qualcosa da guardare perché un minuto passa lento come la vita, come la morte è lento, avanza piano, segna il passo, canta strofe tutte uguali, un minuto è rumore di secondi ch...Continua
Pag. 49
eLeNa
Ha scritto il Jun 21, 2013, 17:19
"Io non potevo immaginare..." cominciò Raul. Pareva che volesse giustificarsi. Poi la voce gli si ruppe, come un cristallo che va in frantumi e ogni scheggia schizza vi impazzita, ubriaca. Fu così anche per Raul, l'ultima parola gli tremò in bocca, p...Continua
Pag. 44

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi