Marcovaldo

By

4.0
(8098)

Language: English | Number of Pages: | Format: Others | In other languages: (other languages) Chi traditional , Italian , German , Spanish , French , Danish , Portuguese

Isbn-10: 0886194369 | Isbn-13: 9780886194369 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Hardcover , eBook

Category: Education & Teaching , Fiction & Literature , Humor

Do you like Marcovaldo ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Transation of: Marcovaldo, ovvero, Le stagioni in città.
Sorting by
  • 0

    Un barone senza alberi.

    Ma chi ha costruito questa gabbia claustrofobica che gli uomini chiamano città? Chi ha forgiato queste catene che gli uomini chiamano leggi? Chi ha ha eretto questi muri di labirinti che gli uomini ch ...continue

    Ma chi ha costruito questa gabbia claustrofobica che gli uomini chiamano città? Chi ha forgiato queste catene che gli uomini chiamano leggi? Chi ha ha eretto questi muri di labirinti che gli uomini chiamano vita civile? Ai bambini come si può spiegare un mondo che loro vedono già fatto così com'è? Un mondo con regole che loro imparano ad accettare allo stesso modo in cui hanno imparato a camminare e comunicare? Come possono i bambini immaginare una realtà che non hanno mai visto? Come possono discernere il giusto dallo sbagliato? Marcovaldo  non é nato in questo mondo schizofrenico, pieno di regole scritte e non scritte, un mondo grigio che corre forsennato scandendo ritmi che non sono più quelli degli uomini. Solo Marcovaldo nella sua tonta semplicità di adulto mai cresciuto può cogliere   l'incomprensibile assurdità che ai nostri occhi assuefatti sfugge; per farlo egli si erge a tragicomica vittima sacrificale, non essendo barone da potersi nascondere tra i rami degli alberi. Sono pochi brevissimi racconti, i più ( o quasi tutti) si terminano affermando:"e allora?!"; sono scritti apparentemente(ma anche) per i bambini, sembrano non avere ne capo ne coda, rasentano (almeno per me) l'irritante perché sembrano a volte uno sconclusionato esercizio di stile, parole che pare non vogliano dire nulla. Ma forse non si hanno più gli occhi dei fanciulli , é arrugginita la capacità di vedere l'insieme. Ci vuole solo un po' di più per capire quello che il sempliciotto Marcovaldo ha imparato a capire subito. Spesso penso a quand'ero bambino, che passavo pomeriggi interi ad osservare le formiche che mi parevano un mondo, loro ci sono sempre, ma io non ho più gli occhi per vederle.

    said on 

  • 3

    Marcovaldo

    Non l'avevo mai letto ma mi è sembrato molto simile ad un Fantozzi.... Speravo in qualcosa di più interessante ma sono una serie di racconti un pò riflessivi.

    said on 

  • 3

    Non mi ricordo neanche quanto tempo fa l'avevo letto. Di certo qualcosa alle medie mi avevano proposto, ma sono stata felice di riprenderlo in mano perchè lo avevo completemente rimosso. A ben guardar ...continue

    Non mi ricordo neanche quanto tempo fa l'avevo letto. Di certo qualcosa alle medie mi avevano proposto, ma sono stata felice di riprenderlo in mano perchè lo avevo completemente rimosso. A ben guardare, questo libro dallo stile solo apparentemente semplice (provate voi a scrivere con una tale proprietà e ricchezza di linguaggio) non è per niente apprezzabile dagli adolescenti e giù di lì. Marcovaldo non ha niente di straordinario, e non fa niente di straordinario; magari fa cose un po' bizzarre, come andare in giro con una pianta sulla bici, o dormire in un parco pubblico, o seguire i gatti a ora di pranzo, o provare l'incontenibile desiderio di rubare conigli. Non c'è un intreccio che lascia col fiato sospeso, di lui ricaviamo ben poco: ha molti figli e una moglie molto brontolona, e di soldi in casa ce ne sono pochi. E' però la sua grande sensibilità che ci conquista a poco a poco e che fa di lui un uomo diverso dagli altri: la sua attenzione alla natura, la sua bontà d'animo, la sua generosità, la sua arrendevolezza nel doversi adattare alla città sognando la campagna. Il fatto che me lo ha fatto amare, poi, è la nota amara di chiusura dele sue avventure.Ho tralasciato il peso pedagogico con cui me lo presentarono alle medie, anche la lettura marxista di critica alla città industriale, che pure ho riconosciuto, e mi sono goduta quest'uomo mite e sensibile.

    said on 

  • 5

    Lessi questo libro per la prima volta alle scuole medie e me ne innamorai. Il senso di fallimento e impotenza che mi trasmetteva era come una sorta di nutrimento per il mio spirito ribelle di allora. ...continue

    Lessi questo libro per la prima volta alle scuole medie e me ne innamorai. Il senso di fallimento e impotenza che mi trasmetteva era come una sorta di nutrimento per il mio spirito ribelle di allora. Lo rilessi nuovamente un pomeriggio di alcuni mesi fa e sono felice di affermare che la magia legata a questo libro rimane la medesima. Trama tragicomica, da divorare capitolo dopo capitolo.

    said on 

  • 5

    Ho iniziato ascoltando in auto l'audiolibro con 4 racconti letti da Marco Paolini ( imperdibile!!) e mi è venuta voglia di rileggere gli altri racconti che ricordavo vagamente: più che altro ricordavo ...continue

    Ho iniziato ascoltando in auto l'audiolibro con 4 racconti letti da Marco Paolini ( imperdibile!!) e mi è venuta voglia di rileggere gli altri racconti che ricordavo vagamente: più che altro ricordavo il piacere che avevo provato leggendoli anni fa. Una riscoperta che mi ha rallegrato e intenerito per un paio di sere e che consiglio a tutti. E consiglio di ascoltare come legge i quattro racconti disponibili Marco Paolini!!!

    said on 

  • 5

    Mi è piaciuta questa lettura. E' un libro per grandi e per piccoli. Mi piace la figura di Marcovaldo, un padre di famiglia, un lavoratore. 20 storie . Una storia che mi è piaciuta molto è quella dell ...continue

    Mi è piaciuta questa lettura. E' un libro per grandi e per piccoli. Mi piace la figura di Marcovaldo, un padre di famiglia, un lavoratore. 20 storie . Una storia che mi è piaciuta molto è quella delle api e quella del supermercato. Si nota in questi racconti lo stato di povertà di Marcovaldo e della sua famiglia. Racconti che parlano di vita vera, si cerca di mettere in luce la vita in città e alla ricerca di un po' di natura anche in città..Libro che ha anche uno stile scherzoso.

    said on 

  • 4

    Micro racconti che compongono un universo, quello di Marcovaldo e della città (immaginaria ma non troppo) in cui abita. Calvino è un poeta della semplicità: lo dimostrano i dialoghi che animano le sto ...continue

    Micro racconti che compongono un universo, quello di Marcovaldo e della città (immaginaria ma non troppo) in cui abita. Calvino è un poeta della semplicità: lo dimostrano i dialoghi che animano le storie, il linguaggio scorrevole e lineare, le immagini che dipinge, le morali e i messaggi dietro i racconti. Un piacere senza precedenti.

    said on 

Sorting by
Sorting by