Marcovaldo

Voto medio di 8191
| 564 contributi totali di cui 526 recensioni , 37 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
EPUB
Ha scritto il 14/08/17
Pagine dolci come carezze e forti come schiaffi
Ci sono libri che entrano nella propria classifica personale, chi va in top ten, chi in top five, chi tra i belli senza posizione.Poi ci sono i libri che, appena finiti, sanno già che il loro destino sarà andare in una postazione, senza posizione ...Continua
Ha scritto il 06/07/17
Il casamento dove abitava Marcovaldo aveva il tetto fatto a terrazzo, coi fili di ferro per stendere la roba ad asciugare. Marcovaldo ci salì con tre dei suoi tre figli, con un bidone di vischio, un pennello e un sacco di granone. Mentre i bambini ...Continua
Ha scritto il 20/06/17
Un tuffo nel passato...
Quando leggevo le stralunate storie di Marcovaldo alle elementari. Potenza di un libro che affascina a tutte le età: da piccini diverte, da adulti emoziona.
  • 1 mi piace
Ha scritto il 26/04/17
Nel marzo del 2011 questo gustosissimo libro è apparso per la prima volta nella collana “Oscar Junior” e la scelta editoriale si è rivelata vincente: è stato proposto il testo illustrato da Sto come nella prima edizione Einaudi datata 1963, ...Continua
  • 6 mi piace
Ha scritto il 23/04/17
C’è una leggera brezza, un vento che viene da lontano, in cielo una luna splendente e Venere lontana, da sola, che esplode di luce; il vento si trasforma, diventa violento e strappa le foglie dagli alberi, le fa volteggiare mescolate con la ...Continua
  • 37 mi piace
  • 17 commenti

Ha scritto il Jan 03, 2014, 11:09
Edizione del 1986, pagine 148, prezzo di copertina lire 9000, letto durante l'anno scolastico 89-90 nella classe 1° C
Ha scritto il May 25, 2012, 15:56
Alle sei di sera la città cadeva in mano dei consumatori. Per tutta la giornata il gran daffare della popolazione produttiva era il produrre: producevano beni di consumo. A una cert’ora, come per Io scatto d’un interruttore, smettevano la ...Continua
Pag. 93
  • 1 commento
Ha scritto il Dec 26, 2011, 10:19
Alle sei di sera la città cadeva in mano dei consumatori. Per tutta la giornata il gran daffare della popolazione produttiva era il produrre: producevano beni di consumo. A una cert'ora, come lo scatto d'un interruttore, smettevano la produzione, e ...Continua
Pag. 98
  • 1 commento
Ha scritto il Jan 03, 2011, 15:11
biblioteca
Ha scritto il Nov 02, 2010, 07:56
Ma il rincasare nella sera piovigginosa, l'aspettare alla fermata il tram numero 30, il constatare che la sua vita non avrebbe conosciuto altro scenario che tram, semafori, locali al seminterrato, fornelli a gas, roba stesa, magazzini e reparti ...Continua
Pag. 76
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Dec 29, 2015, 10:58
Collocazione: NR 713 (2 copie)

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi