Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Mare al mattino

By Margaret Mazzantini

(1948)

| Paperback | 9788806211134

Like Mare al mattino ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Farid e Jamila fuggono da una guerra che corre piú veloce di loro. Angelina insegna a Vito che ogni patria può essere terra di tempesta, lei che è stata araba fino a undici anni. Sono due figli, due madri, due mondi. A guardarlo dalla riva, il mare c Continue

Farid e Jamila fuggono da una guerra che corre piú veloce di loro. Angelina insegna a Vito che ogni patria può essere terra di tempesta, lei che è stata araba fino a undici anni. Sono due figli, due madri, due mondi. A guardarlo dalla riva, il mare che li divide è un tappeto volante, oppure una lastra di cristallo che si richiude sopra le cose. Ma sulla terra resta l’impronta di ogni passaggio, partenza o ritorno – che la scrittura, come argilla fresca, conserva e restituisce. Un romanzo di promesse e di abbandoni, forte e luminoso come una favola.

288 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Libro che ispira molte riflessioni su come "la storia dell'uomo è la storia della sua fame"

    Is this helpful?

    Piervito Gigante said on Jul 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    [gruppo di lettura giugno 2014]
    pag.79 "Non c'è niente di peggio che una madre atipica. Una che non somiglia a nessuna madre, una che non porta mai le scarpe chiuse, che ha una borsa senza niente dentro, le sigarette, le chiavi di casa, dieci euro. ...(continue)

    [gruppo di lettura giugno 2014]
    pag.79 "Non c'è niente di peggio che una madre atipica. Una che non somiglia a nessuna madre, una che non porta mai le scarpe chiuse, che ha una borsa senza niente dentro, le sigarette, le chiavi di casa, dieci euro. Un telefonino che non usa mai. Una borsa senza miracoli come la sua vita."
    pag. 81 "Gli diceva di trovare un punto fisso e di non lasciarlo mai con gli occhi".
    pag.73 "Era una scuola di periferia, di gente degradata che non sapeva avvicinarsi al prossimo se non malamente. (...) Angelina cercò di adattarsi. Fu esclusa naturalmente, senza cattiveria. Fece della sua alienazione un'avventura. Inventava, raccontava di leoni, di bambini sbranati, di malefici tuareg. Tripoli era un posto temibile dove lei era sopravvissuta grazie a mille astuzie. Guadagnò un pò di rispetto."

    Is this helpful?

    M. said on Jul 23, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Detesto la scrittura della Mazzantini, con tutti quei punti che rallentano la lettura e mi hanno reso odioso tutto il libro. La storia di per sè non è neanche male...

    Is this helpful?

    Vektra [scambio ebook] said on Jun 4, 2014 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (1948)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 128 Pages
  • ISBN-10: 8806211137
  • ISBN-13: 9788806211134
  • Publisher: Einaudi (L'Arcipelago Einaudi)
  • Publish date: 2011-11-01
  • Also available as: Softcover , eBook
Improve_data of this book