Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Marina

Di

Editore: Mondolibri su licenza Mondadori

3.8
(8371)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 308 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Catalano , Inglese , Polacco , Portoghese , Francese , Tedesco , Chi tradizionale , Olandese , Svedese

Data di pubblicazione: 

Traduttore: Bruno Arpaia

Disponibile anche come: Paperback , eBook

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Marina?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Barcellona, fine degli anni Settanta. Óscar Drai è un giovane studente che trascorre i faticosi anni della sua adolescenza in un cupo collegio della città catalana. Colmo di quella dolorosa energia così tipica dell'età, fatta in parti uguali di sogno e insofferenza, Óscar di tanto in tanto ama allontanarsi non visto dalle soffocanti mura del convitto, per perdersi nel dedalo di vie, ville e palazzi di quartieri che trasudano a ogni angolo storia e mistero. In occasione di una di queste fughe il giovane si lascia rapire da una musica che lo porta fino alle finestre di una casa. All'interno, su un tavolo, un antico grammofono suona un'ammaliante canzone per voce e pianoforte; accanto, un vecchio orologio da taschino dal quadrante scheggiato. Óscar stesso, nel momento in cui sottrae l'oggetto e scappa, è sopraffatto da un gesto che risulta inspiegabile a lui per primo. Qualche giorno dopo però tutto gli apparirà tanto chiaro quanto splendidamente misterioso. Tornando sui suoi passi per restituire il maltolto, infatti, Óscar incontra la giovane Marina e il suo enigmatico padre, il pittore Germán. E niente per lui sarà più come prima. Il suo innato amore per il mistero si intreccerà da quel momento ai segreti inconfessabili del passato di una famiglia e di una Barcellona sempre più amata: segreti che lo spingeranno non solo alla più lunga fuga mai tentata dal detestato collegio, ma anche verso l'irrevocabile fine della sua adolescenza. Scritto prima de L'ombra del vento e Il gioco dell'angelo, romanzi che hanno consacrato Zafón come uno degli scrittori spagnoli più popolari di tutti i tempi, di essi Marina anticipa i grandi temi: gli enigmi del passato, l'amore per la conoscenza, la bellezza gotica e senza tempo di Barcellona.
Ordina per
  • 4

    Assolutamente intrigante.

    Zafon non delude mai!
    Avevo letto la scorsa estate 'L'ombra del vento' in una notte e ne ero rimasta totalmente estasiata. Era la prima volta che entravo in contatto con le pagine di questo scrittore ...continua

    Zafon non delude mai!
    Avevo letto la scorsa estate 'L'ombra del vento' in una notte e ne ero rimasta totalmente estasiata. Era la prima volta che entravo in contatto con le pagine di questo scrittore eccezionale. Certo, ne avevo sentito parlare ma, in genere, non mi fido molto dei consigli letterari 'della gente'.
    Con Marina non mi aspettavo di certo un fallimento o un libro che non mi avrebbe presa. Diciamo che sono andata sul sicuro iniziando a leggerlo.
    Ma la cosa che mi ha entusiasmata è stato il fatto che nonostante io mi aspettasi di leggere un romanzo ben scritto e appassionante questo si sia rivelato di più. E non era nei piani. Fare di più era quasi impossibile, e rischioso da certi punti di vista.
    Quando si abitua il lettore ad una narrazione elevata, a delle storie così intrigante e passionali, è difficile fare meglio. E invece per Zafon non è così.
    Questo libro mi è piaciuto davvero tantissimo. L'ho divorato in tre ore e quando ho letto le ultime righe non riuscivo a capacitarmi che fosse già finito. Non mi rendevo conto di aver letto 300 pagine senza staccare gli occhi dal libro. Mi capitano raramente episodi del genere.
    Vorrei recuperare tutti i suoi romanzi. E ve li consiglio vivamente se siete in cerca di qualcosa di bello e coinvolgente.

    ha scritto il 

  • 5

    值得一看

    花了一個半天左右看完這本書,曾讀過該作者的風之影,愛不釋手,但接下來的天使遊戲卻無法讀完,借閱這本書時,也相當緊張,但我認為這是他最平易近人的一本,故事的安排也足夠緊湊,愛情故事加上驚悚探險,更讓我想起科學怪人的情節。

    ha scritto il 

  • 2

    un libro per ragazzi

    Come tutti i libri di Zafon, anche Marina è caratterizzato da una scrittura fluida e scorrevole, da una trama ricca di mistero e di colpi di scena. Marina è un libro per distrarsi, ambientato in una B ...continua

    Come tutti i libri di Zafon, anche Marina è caratterizzato da una scrittura fluida e scorrevole, da una trama ricca di mistero e di colpi di scena. Marina è un libro per distrarsi, ambientato in una Barcellona malinconica e misteriosa che vede come protagonista Oscar, a mio avviso un personaggio po' acerbo e opaco: nella sua caratterizzazione si poteva fare molto meglio. L'epilogo purtroppo è piuttosto deludente, mi ha dato come l'impressione che sia stato scritto di fretta. Andrebbe letto per primo tra le opere di Zafon, come in effetti è stato scritto: si rischia altrimenti di considerarlo come un esercizio di scrittura già assaggiato negli altri libri, come L'ombra del vento e Il gioco dell'angelo.

    ha scritto il 

  • 4

    Il sogno favoloso di Oscar

    Buon libro, sulla stessa lunghezza d'onda de "L'ombra del Vento" e de "Il gioco dell'angelo".
    Forse un po' troppo melodrammatico, ma ben scritto e coinvolgente.
    La trama parallela del chirurgo pazzo e ...continua

    Buon libro, sulla stessa lunghezza d'onda de "L'ombra del Vento" e de "Il gioco dell'angelo".
    Forse un po' troppo melodrammatico, ma ben scritto e coinvolgente.
    La trama parallela del chirurgo pazzo entra in conflitto, ma non scalfisce, la storia d'amore (platonico) di Oscar con Marina.
    Per certi versi delicato e fragile, questo libro va a colpire l'animo più profondo di ognuno di noi, perché ognuno di noi ha avuto - in vita sua - la propria Marina.

    ha scritto il 

  • 4

    Il sogno favoloso di Oscar

    Buon libro, sulla stessa lunghezza d'onda de "L'ombra del Vento" e de "Il gioco dell'angelo".
    Forse un po' troppo melodrammatico, ma ben scritto e coinvolgente.
    La trama parallela del chirurgo pazzo e ...continua

    Buon libro, sulla stessa lunghezza d'onda de "L'ombra del Vento" e de "Il gioco dell'angelo".
    Forse un po' troppo melodrammatico, ma ben scritto e coinvolgente.
    La trama parallela del chirurgo pazzo entra in conflitto, ma non scalfisce, la storia d'amore (platonico) di Oscar con Marina.
    Per certi versi delicato e fragile, questo libro va a colpire l'animo più profondo di ognuno di noi, perché ognuno di noi ha avuto - in vita sua - la propria Marina.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    Sono rimasto deluso: superficiale

    Avevo letto già "L'ombra del vento" e mi era piaciuto, pur non considerandolo un capolavoro. Ho voluto riprovare con un romanzo di Zafòn. Fin quando non sono arrivato a scoprire gli esperimenti di Ko ...continua

    Avevo letto già "L'ombra del vento" e mi era piaciuto, pur non considerandolo un capolavoro. Ho voluto riprovare con un romanzo di Zafòn. Fin quando non sono arrivato a scoprire gli esperimenti di Kolvenik la storia mi stava appassionando, molto misteriosa, poi è giunta la delusione nel leggere come si è evoluta (o involuta) la trama. La parte che mi ha commosso sono stati gli ultimi capitoli...

    ha scritto il 

Ordina per