Marina

By

3.8
(8644)

Language: Español | Number of Pages: 304 | Format: Others | In other languages: (other languages) Catalan , Italian , English , Polish , Portuguese , French , German , Chi traditional , Dutch , Swedish

Isbn-10: 8408084267 | Isbn-13: 9788408084266 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Paperback , Mass Market Paperback , eBook

Category: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Do you like Marina ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 3

    PASSABILE

    Si legge in un fiato ma siamo lontani dal capolavoro dell'"Ombra del vento" anche se sicuramente non è proprio un romanzo assimilabile alla trilogia della nebbia dedicato ad un pubblico più giovane. L ...continue

    Si legge in un fiato ma siamo lontani dal capolavoro dell'"Ombra del vento" anche se sicuramente non è proprio un romanzo assimilabile alla trilogia della nebbia dedicato ad un pubblico più giovane. Lo catalogherei nel genere fantastico e comunque alla portata di tutte le età.

    said on 

  • 4

    Marina

    Questo libro è stato una bella sorpresa. Non mi aspettavo una storia così inquietante ( io adoro le storie inquietanti). A dire il vero mi ha messo un po' di tristezza il finale ma per il resto l'ho l ...continue

    Questo libro è stato una bella sorpresa. Non mi aspettavo una storia così inquietante ( io adoro le storie inquietanti). A dire il vero mi ha messo un po' di tristezza il finale ma per il resto l'ho letto con molto piacere. Promosso!

    said on 

  • 3

    Lo lessi quando avevo 12/13 anni... e ho avuto gli incubi per un po' di notti! Misterioso e anche un po' tetro... una lettura che rifarei volentieri!

    said on 

  • 1

    Dopo il "gioco dell'angelo", brutto, e "il palazzo di mezzanotte", pessimo ho voluto chiudere la "carriera di Zafon nella speranza che almeno un soffio della bravura espressa ne "l'ombra del vento" fo ...continue

    Dopo il "gioco dell'angelo", brutto, e "il palazzo di mezzanotte", pessimo ho voluto chiudere la "carriera di Zafon nella speranza che almeno un soffio della bravura espressa ne "l'ombra del vento" fosse presente in almeno in parte in questo libro. Invece ancora deludente, ancora ci si trova ad dover leggere un inutile fantasy dove non ce ne sarebbe bisogno...mi viene da chiedermi se il suo capolavoro per eccellenza non fosse frutto di un ghost writer!!!
    Di certo il quinto libro semmai dovesse uscire non lo leggerò!

    said on 

  • 4

    Lo stile di Zafòn è inconfondibile, lettura scorrevole e coinvolgente. Trama comprensibile ma misteriosa arricchita da poche scene fuori dal reale ma che mai scavalcano troppo la fantasia. Psicologia ...continue

    Lo stile di Zafòn è inconfondibile, lettura scorrevole e coinvolgente. Trama comprensibile ma misteriosa arricchita da poche scene fuori dal reale ma che mai scavalcano troppo la fantasia. Psicologia dei personaggi interessante, il protagonista si trova volontariamente intromesso in una storia più grande di lui che però insegue quasi con piacere, felice di scappare dalle abituali mura scolastiche alle quali sarebbe condannato ogni giorno. Le vicende si ambientano nella notte, si parla di morte, di cimitero e di paura, paura che il lettore non percepisce più di tanto. Non parlerei di capolavoro, ma il coinvolgimento è notevole e gli intrecci sono curiosi. Inoltre, non oserei mai contestare la stile dello scrittore che ho amato fin dal principio, il quale lega la mente conquistandola

    said on 

  • 3

    Un amico mi aveva detto di averlo interrotto dopo neanche 100 pagine.
    Per me non è stato così. Il libro si legge tutto d'un fiato e certamente non annoia; certo, non è un capolavoro e non è neanche lo ...continue

    Un amico mi aveva detto di averlo interrotto dopo neanche 100 pagine.
    Per me non è stato così. Il libro si legge tutto d'un fiato e certamente non annoia; certo, non è un capolavoro e non è neanche lontanamente al livello de "l'ombra del vento", però è una storia che si lascia leggere, senza pretese.
    Quasi una narrazione per ragazzi, adolescenti o poco più.
    La storia ha dei risvolti di fantascienza, come spesso accade con Zafon, che in questo caso sfociano anche nell'horror: non guarderei mai un film tratto da questo libro....
    Si riconosce l'impronta di Zafon che qui era alle prime armi e i temi che lo porteranno al successo successivamente si avvertono latenti nelle pagine ma sviluppati in maniera meno agile e geniale rispetto ai suoi romanzi successivi.

    said on 

  • 1

    Non commentabile !

    Una stellina da intendersi solo come omaggio alla Barcellona che fa da sfondo ad una storia insulsa ed improponibile che non merita nessun commento .

    said on 

Sorting by
Sorting by