Mariti

Voto medio di 182
| 49 contributi totali di cui 43 recensioni , 6 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Irridenti, baldanzose, sedotte dalle sfide dell'amore giovane, le splendide "donne dagli occhi grandi" raccontate da Ángeles Mastretta hanno incantato milioni di lettori in tutto il mondo. La scrittrice messicana le ritrova oggi più mature, più ... Continua
Ha scritto il 19/08/15
Bellissimi ritratti di storie coniugali, così particolari da sembrare finte...
  • Rispondi
Ha scritto il 16/07/15
Trovo che la scrittura di Angeles Mastretta sia di grande intensità poetica, al di là che poi non tutti e quarantotto i racconti meritino allo stesso modo. Ognuno di questi contiene qua e là brevi considerazioni sulla vita matrimoniale e di ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 22/05/14
Il libro migliore della Mastretta dopo "Donne dagli occhi grandi". Bellissime le tessiture dei rapporti, l'originalità dei caratteri, la capacità di vivere a pieno di ogni personaggio. Lo stile della Mastretta è invidiabile. Sintetico ma così ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 02/03/13
Uno dei due.Lucia guardò suo marito che sonnecchiava in poltrona. Ogni tanto, si svegliava, la guardava e sorrideva come da un altro mondo. Una delle volte in cui sollevò le ciglia, lei gli disse con estrema dolcezza: "Sai? Quando uno dei due ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 06/05/12
48 racconti brevi lievi, positivi, da leggere come degli aforismi. 48 storie di donne sedotte, abbandonate, in lotta con l'avanzare degli anni, con le piccole, quotidiane faccende di incomprensioni coniugali e routine, con i grandi trasporti delle ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • 1 commento
  • Rispondi

Ha scritto il Jan 27, 2011, 10:29
Si addormentarono così, nella lentezza delle ore che uno vive come se fossero già passate. Le ore ripetute, anonime, le ore come tante, le ore noiose di cui un giorno sentiremo la mancanza.
Pag. 247
  • Rispondi
Ha scritto il Jan 27, 2011, 10:27
Claudia sapeva meglio di chiunque altro che chi impara a stare da solo impara a capire quello che vuole. Lei sapeva stare da sola, sapeva quello che voleva.
Pag. 218
  • Rispondi
Ha scritto il Jan 26, 2011, 11:26
Perchè mai interrogarsi sui sogni di un uomo, quando si può girovagare di persona tra tanti sogni?
Pag. 114
  • Rispondi
Ha scritto il Jan 26, 2011, 11:21
Tutto quello che sentiva le sembrava credibile, l'unico interrogativo cui non riusciva a rispondere, quando a metà pomeriggio cedeva alla tentazione di porselo, era cosa ne avesse fatto lui dei ricordi, dove li avesse lasciati, se li avesse perduti ... Continua...
Pag. 61
  • Rispondi
Ha scritto il Jan 26, 2011, 11:14
Chissà perchè la vita si ostina a tendere tranelli a quanti, visti da fuori, non possono che stare insieme per il resto della vita, però succede, e in questo caso non solo i protagonisti ma anche una parte del mondo si rattrista, quando si perdono.
Pag. 11
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi