Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Martin Eden

Di

Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

4.4
(1803)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 458 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese , Polacco , Olandese , Finlandese

Isbn-10: 8817153478 | Isbn-13: 9788817153478 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: O. Previtali

Disponibile anche come: Paperback , Cofanetto , Tascabile economico , Copertina rigida

Genere: Biography , Fiction & Literature , Social Science

Ti piace Martin Eden?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    La verità è che ho sperato fino all’ultimo che ritrovasse entusiasmo per qualcosa e invece per lui vivere era diventato un tormento tale che solo la morte era la soluzione.
    Martin era un giovanissimo ...continua

    La verità è che ho sperato fino all’ultimo che ritrovasse entusiasmo per qualcosa e invece per lui vivere era diventato un tormento tale che solo la morte era la soluzione.
    Martin era un giovanissimo e spensierato ragazzo, pieno di vita che per un caso fortuito viene a contatto con un mondo, quello borghese di Ruth, che gli fa venir voglia di migliorarsi, di crescere e in pochissimo tempo , buttandosi disperatamente nello studio di tutto lo scibile umano, riesce a costruire la sua cultura e quando capisce che scrivere è il suo mestiere ci si dedica anima e corpo.
    Persegue il suo scopo con tenacia , contro tutti; la famiglia sua e Ruth stessa che lo vorrebbe plasmare e far diventare come suo padre.
    Martin non si arrende, la sua forza di volontà è straordinaria e soltanto dopo che ha perso tutto riesce a raggiungere il successo, la sicurezza economica e una posizione invidiabile.
    Ma il suo slancio si esaurisce e a nulla valgono i ritorni di fiamma , si sente deluso dalle persone colte, deluso da Ruth che si dimostra una borghese a tutti gli effetti, ma anche i vecchi amici non rappresentano più nulla per lui; non riesce a trovare un posto in nessun posto; è tutto sbagliato, tempi sbagliati, è troppo tardi.
    Mi ha messo un’amarezza addosso, è ancora così giovane ed è già morto, desidera solo le tenebre.
    Con la stessa forza di volontà con cui cercava la vita ha perseguito la morte e questo mi ha impressionato. Mentre leggevo ripensavo ad Hans Castorp, forse perché anche lui era attratto dalla morte, dall’oblio e la scalata al successo si rivela una discesa negli inferi , negli abissi della propria mente.
    Non dico dello stile di questo romanzo, perché è scorrevole , limpido e coinvolgente; penso solamente che Martin/ Jack meritasse di più dalla vita.

    ha scritto il 

  • 5

    Il pathos di una scrittura dalla potenza evocativa

    Sono cariche di coinvolgente vitalità le pagine che compongono la storia di Martin Eden. Pagine che segnano un percorso in salita verso l’elevazione della propria condizione umana, quel desiderio di e ...continua

    Sono cariche di coinvolgente vitalità le pagine che compongono la storia di Martin Eden. Pagine che segnano un percorso in salita verso l’elevazione della propria condizione umana, quel desiderio di essere e di fare che assale il giovanissimo protagonista animato da un vigore esemplare e invincibile. Martin, un ex marinaio quasi analfabeta e senza cultura, dopo aver abbandonato le banchine dei porti e le navi in rotta verso i mari del sud, decide di approdare per sempre sulla terraferma per seguire con tenace perseveranza il sogno della sua vita: diventare uno scrittore. L’incontro con Ruth, sorella di un ricco giovane a cui Martin salva la vita da una violenta rissa, gli apre la porta al mondo della conoscenza e della cultura, stimolando in lui una fame di sapere che il protagonista non smetterà mai più di nutrire. Illuminato dalla fiamma brillante di un entusiasmo impossibile da spegnere, Martin si imbatte in una vasta produzione di racconti a cui seguono, però, altrettanti riscontri negativi da parte degli editori. Si appassiona alla filosofia e a Spencer, studia da autodidatta le regole della grammatica, frequenta con assiduità la biblioteca pubblica del suo quartiere californiano. Parallela a questo sperimentale laboratorio di apprendimento e di scrittura, si affianca l’amore sincero per Ruth, una ragazza legata agli schemi dello stile di vita borghese, spesso severa verso l’impegno di quel fidanzato che cerca di emergere, ad ogni costo, dal fango delle sue origini. Ma nulla è capace di frenare i progetti di Martin, nemmeno lo sconforto e il disincanto suscitati da chi non crede alle sue capacità, dalle case editrici che reputa automi fatti di ingranaggi e ruote dentate, alle due sorelle che pure stentano a infondere in lui l’incoraggiamento e la fiducia nascenti dal naturale affetto fraterno. Il principio che Martin sembra rincorrere nell’ incessante sequenza di avventure, è quello di fare e osare non qualsiasi cosa ma la cosa che ritiene giusta. La sua esistenza è un tempo pieno di vita, di bellezza, di commozione, un quadro che splende di luce e colore. Un libro che sa di brezza di mare, di passione per i sogni e arte; una storia sul riscatto culturale e personale raccontata dal pathos di una scrittura dalla potenza evocativa.

    ha scritto il 

  • 5

    Il libro più sottovalutato che mi sia mai capitato di leggere...

    Forse era mia personale ignoranza, non avevo mai sentito parlare di questo libro che in realtà è un grande capolavoro in cui mi sono imbattuta per caso.
    Uno dei punti saldi del voler scrivere è parall ...continua

    Forse era mia personale ignoranza, non avevo mai sentito parlare di questo libro che in realtà è un grande capolavoro in cui mi sono imbattuta per caso.
    Uno dei punti saldi del voler scrivere è parallelamente un grande amore per la lettura.
    Posta questa premessa, questo è IL libro che ogni aspirante scrittore dovrebbe leggere. Lasciando stare gli eccessi romanzeschi, il libro è pregno di filosofia e spunti di riflessione molto interessanti.
    Consigliatissimo.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Ascesa e discesa agli inferi per il giovane Martin Eden. La sua volontà di emergere e di diventare un affermato scrittore è prorompente e inarrestabile, nonostante le sue umili origini che gli appaion ...continua

    Ascesa e discesa agli inferi per il giovane Martin Eden. La sua volontà di emergere e di diventare un affermato scrittore è prorompente e inarrestabile, nonostante le sue umili origini che gli appaiono come una gabbia; altrettanto inarrestabile è la caduta, una volta che il successo è arrivato ma a caro prezzo, perché gli ha svelato l'ipocrisia e la falsità del mondo al quale desiderava appartenere. La scrittura di Jack London è tremendamente efficace nel farci partecipi di queste due fasi, soprattutto attraverso l'immaginazione vivida del protagonista.

    ha scritto il 

  • 4

    Martin Eden mostra come l'impegno, la dedizione e la fatica conducono al successo e alla meta desiderata.
    Il protagonista è un giovane marinaio che un giorno entra in contatto con il mondo della borgh ...continua

    Martin Eden mostra come l'impegno, la dedizione e la fatica conducono al successo e alla meta desiderata.
    Il protagonista è un giovane marinaio che un giorno entra in contatto con il mondo della borghesia, mondo che ha sempre ammirato e desiderato da lontano.
    Martin si innamora di Ruth ma la differenza di classe sociale rende il rapporto impossibile, e allora decide di iniziare un percorso di studi per elevarsi al di sopra della sua condizione, e sposare Ruth.
    Nel frattempo i due si fidanzano ma la notizia non viene resa ufficiale, perché la famiglia Morse non è d'accordo e ha sempre cercato di dividere i due giovani.
    Nel frattempo Martin lavora duramente, si impegna e riesce a scrivere vari libri.
    Questo è il mio primo London e mi ha subito catturata. ho apprezzato molto la scrittura scorrevole e coinvolgente che ti fa sentire parte del libro e hai l'impressione di conoscere i personaggi, che comunque non ho apprezzato totalmente; Martin, per esempio, non fa altro che criticare e giudicare tutti.
    Con questo libro London critica la società di quel tempo, capitalista e che riteneva importanti solo le apparenze e i soldi.
    Ho apprezzato molto i versi finali, una degna conclusione.

    ha scritto il 

  • 5

    L'utopia intellettuale

    Vivere per una passione, crederci e comabattere, scoprire che quando il traguardo è raggiunto non ha più importanza nulla se non la natura intrinseca dell'arte stessa, la bellezza di qualcosa che deve ...continua

    Vivere per una passione, crederci e comabattere, scoprire che quando il traguardo è raggiunto non ha più importanza nulla se non la natura intrinseca dell'arte stessa, la bellezza di qualcosa che deve rimanere puro.

    Mi ha toccato profondamente questo primo Jack London che leggo , perchè assomiglio a Martin Eden, perchè non capisco perchè la gente si offende quando dico la verità, perchè quando mi dicono cercati un lavoro io penso: "ma sto già lavorando" Due parti memorabili: la descrizione del lavoro in lavanderia e Ruth che torna da Martin. La morale secondo me: non bisogna sentirsi parte di niente, ma solo delle proprie radici di uomini su questa terra, si devono percorrere strade nuove, ma ritrovare sempre le proprie radici che stanno nella nostra bellezza.
    Ririririririrleggere.

    ha scritto il 

  • 5

    e l'importanza di essere se stessi e di porsi al centro

    uno dei miei primi romanzi di formazione, se non il primo, vista l'età (13 anni o giù di lì).

    ci vorrebbero più esempi del genere in letteratura; altro che Meno Di Zero, altro che Il Giovane Holden. ...continua

    uno dei miei primi romanzi di formazione, se non il primo, vista l'età (13 anni o giù di lì).

    ci vorrebbero più esempi del genere in letteratura; altro che Meno Di Zero, altro che Il Giovane Holden. Jack London ragazzi: avventura ed esplorazione, coraggio e brivido; emozioni da insegnare.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per