Matar un ruiseñor

By

Publisher: Byblos

4.4
(10933)

Language: Español | Number of Pages: 410 | Format: Mass Market Paperback | In other languages: (other languages) English , Chi traditional , German , French , Italian , Portuguese , Dutch , Catalan , Swedish , Korean , Polish , Indonesian

Isbn-10: 846662676X | Isbn-13: 9788466626767 | Publish date: 

Translator: Baldomero Porta

Also available as: Hardcover , Others , Paperback

Category: Fiction & Literature , History , Social Science

Do you like Matar un ruiseñor ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Jean Louise Finch evoca una época en la que su padre Atticus, abogado en una población sureña, decidió defender a un hombre negro acusado de violar a una mujer blanca. Harper Lee ganó el Pulitzer en 1961 por esta novela, que Robert Mulligan llevó a la gran pantalla en una inolvidable película que obtuvo dos Oscar: al mejor guión (Horton Footer) y al mejor intérprete masculino (Gregory Peck).
Sorting by
  • 0

    Libro piacevole. Molto bella la storia di Scout e Jem, fratellini che vivono tranquillamente la loro vita a Maycomb. Un libro che si fa leggere. La parte del processo non dura molto, ma è davvero tant ...continue

    Libro piacevole. Molto bella la storia di Scout e Jem, fratellini che vivono tranquillamente la loro vita a Maycomb. Un libro che si fa leggere. La parte del processo non dura molto, ma è davvero tanto interessante capire cosa succede e le dinamiche che ci sono dietro alla decisione della giuria.

    said on 

  • 5

    Davvero bello. Fama meritatissima. Stile scorrevole ma non superficiale, e soprattutto un tema che percorre tutto il romanzo con forza: INTEGRITA'.

    said on 

  • 4

    Una piacevole scrittura per trattare tanti temi

    E' stato un piacere leggere questo libro, scritto in modo semplice, ma ricco. I temi trattati sono davvero tanti e tutti si intrecciano in una storia tutt'altro che banale.

    said on 

  • 5

    Volevo leggerlo perché si sente nominare spesso, poi mi è stato consigliato e l'ho iniziato subito. Devo dire che è fantastico.
    Parla di temi importanti in modo semplice, questo secondo me lo rende an ...continue

    Volevo leggerlo perché si sente nominare spesso, poi mi è stato consigliato e l'ho iniziato subito. Devo dire che è fantastico.
    Parla di temi importanti in modo semplice, questo secondo me lo rende ancora più bello: dà ottimi spunti di riflessione senza appesantire la lettura e lo rende adatto anche ai più giovani.
    È stato scritto molto tempo fa, però i temi sono ancora attuali. Si parla di razzismo, ma questo tema non può essere limitato a questo. Bisogna riflettere sulle origini di esso, sul pregiudizio, sulla paura del diverso, sulla conoscenza limitata (o perfino assente) dell'uomo. Al giorno d'oggi si sono fatti dei passi avanti, ma decisamente passi molto corti.
    Importante, secondo me, è anche il fatto che siano proprio i figli di Atticus ad avere una mentalità così aperta. I genitori hanno il potere di insegnare, di influenzare i figli nel loro agire. Scout non giudica Tom solo per il suo aspetto, inoltre cerca un contatto con Boo. Quest'ultimo fa ragionare sul fatto che si teme ciò che non si conosce.
    Molto bello, offre molti spunti.

    said on 

  • 3

    letto con attenzione.
    un libro un po' datata ma fine ed intelligente.
    una storia semplice ma importante.
    da consigliare ad un figlio di oggi, per spiegare anche la banalità del razzzismo ...continue

    letto con attenzione.
    un libro un po' datata ma fine ed intelligente.
    una storia semplice ma importante.
    da consigliare ad un figlio di oggi, per spiegare anche la banalità del razzzismo

    said on 

  • 0

    C'è qualcosa che rende questo libro speciale, la semplicità. La semplicità con cui è scritto, la semplicità dei personaggi ma soprattutto la semplicità di chi racconta, una bambina, la piccola Scout. ...continue

    C'è qualcosa che rende questo libro speciale, la semplicità. La semplicità con cui è scritto, la semplicità dei personaggi ma soprattutto la semplicità di chi racconta, una bambina, la piccola Scout. Ai suoi occhi tutto assume un tono diverso, meno duro, addirittura meno spaventoso e doloroso di quel che potrebbe essere a volte, ma non per questo meno incisivo, meno vero, anzi. E' proprio l'ingenuità di una bambina che, col suo sguardo inconsapevole rivolto al mondo che la circonda, rende tutto più autentico e lo riporta alla verità, quella più pura, più trasparente...
    L'argomento è sempre di un'attualità disarmante e deve farci riflettere, non solo sul razzismo che oggi non sfocia unicamente nel colore della pelle ma sulla cattiveria dell'uomo, sull'ignoranza... e deve essere un monito per migliorare noi stessi.
    Ho amato tantissimo il personaggio di Atticus ma anche Scout e Jem, ancora piccoli ma desiderosi di capire e far parte di quel mondo che li circonda.
    A chi non lo avesse ancora visto consiglio il film con Gregory Peck. Molto fedele al libro e veramente stupendo!

    said on 

Sorting by
Sorting by
Sorting by