Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Maxi Nathan Never n. 3

Intrigo internazionale - Pleasant City

Di ,

Editore: Sergio Bonelli Editore

3.8
(17)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 292 | Formato: Paperback

Isbn-10: A000148751 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Designer: Gino Vercelli ; Illustrazione di copertina: Germano Bonazzi

Genere: Comics & Graphic Novels , Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Maxi Nathan Never n. 3?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Intrigo internazionale:

Nel mondo futuro, le guerre locali sono ancora possibili, soprattutto quando entrano in conflitto gli interessi delle grandi multinazionali e quelli delle popolazioni che vivono in regioni estreme come Il Margine. In questo scenario di tensione, Nathan si trova a scavare nel passato di Greg Wayne, un brillante diplomatico che sta per essere nominato segretario di Stato, ma è osteggiato dal candidato alla presidenza George Palladine, un tempo il suo migliore amico. L'agente Alfa scoprirà non solo le manovre non sempre legali di alcuni senatori assetati di potere, ma avrà modo anche di toccare con mano quanto l’amore e l’amicizia possano condizionare le ambizioni degli uomini…

Pleasant City:

Pleasant City non è un posto qualunque, ma una strana città per gente facoltosa, dove si vive come se si fosse ancora negli anni Cinquanta del Novecento, secondo il vecchio calendario terrestre. Un'isola separata dal resto del mondo dove il tempo è stato fermato, un luogo in cui non esistono guerre, criminalità e povertà. Ma il prezzo che si paga per vivere in questo paradiso può essere alto… Nathan lo scopre quando giunge in città per indagare su di un atroce delitto…

Maxi Nathan Never n. 3, periodicità irregolare
Maxi Nathan Never
Intrigo internazionale
Soggetto e sceneggiatura: Bepi Vigna
Disegni: Germano Bonazzi

Nel mondo futuro, le guerre locali sono ancora possibili, soprattutto quando entrano in conflitto gli interessi delle grandi multinazionali e quelli delle popolazioni che vivono in regioni estreme come Il Margine. In questo scenario di tensione, Nathan si trova a scavare nel passato di Greg Wayne, un brillante diplomatico che sta per essere nominato segretario di Stato, ma è osteggiato dal candidato alla presidenza George Palladine, un tempo il suo migliore amico. L'agente Alfa scoprirà non solo le manovre non sempre legali di alcuni senatori assetati di potere, ma avrà modo anche di toccare con mano quanto l’amore e l’amicizia possano condizionare le ambizioni degli uomini…
Pleasant City
Soggetto e sceneggiatura: Bepi Vigna
Disegni: Gino Vercelli

Pleasant City non è un posto qualunque, ma una strana città per gente facoltosa, dove si vive come se si fosse ancora negli anni Cinquanta del Novecento, secondo il vecchio calendario terrestre. Un'isola separata dal resto del mondo dove il tempo è stato fermato, un luogo in cui non esistono guerre, criminalità e povertà. Ma il prezzo che si paga per vivere in questo paradiso può essere alto… Nathan lo scopre quando giunge in città per indagare su di un atroce delitto…
Ordina per
  • 3

    La prima storia vorrebbe essere un giallo dai toni di futura fantapolitica dietro gli avvenimenti dell'universo alfa (la guerra alle colonie,il territorio,ecc.)andando a pescaare nel torbido dei tanti protagonisti; quella che dovrebbere essere la storia trainante,e tenerti incollato per la tensio ...continua

    La prima storia vorrebbe essere un giallo dai toni di futura fantapolitica dietro gli avvenimenti dell'universo alfa (la guerra alle colonie,il territorio,ecc.)andando a pescaare nel torbido dei tanti protagonisti; quella che dovrebbere essere la storia trainante,e tenerti incollato per la tensione e per la curiosità diventa terribilmente noiosa ,e fa lacrimare gli occhi per gli sbadigli,l'unico mezzo utile per arrivare alla fine. La seconda storia,si rivela di certo più interessante della primaa ,non orginalee va bene ,ma di certo ti tiene più incollato alla vicenda ma anche qua col ritmo non ci siamo;all'inizio è dilatatissimo,vuole introdurre nella storia quanti più particolari e incuriossisce la vicenda ;purtroppo poi il meccanissmo si ionterrompe e la dilaatazione della storia si inverte chiudendola in pochè pagine,peccato

    ha scritto il