Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Maydala Express

Di ,

Editore: Piemme (Il battello a vapore)

4.1
(27)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 352 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8856617498 | Isbn-13: 9788856617498 | Data di pubblicazione: 

Genere: Children , Fiction & Literature , Travel

Ti piace Maydala Express?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Finally, dieci anni e capelli rossi, vive nei meandri dell’immensa stazione ferroviaria della Città Grigia e lavora come addetta alle pulizie per la Speedster, la società che controlla i treni di tutto il mondo, agli ordini dello spregiudicato signor Mortimer. Un giorno si ritrova in tasca un pezzo di carta sgualcito con una strana scritta piena di svolazzi. È un biglietto per salire sul Maydala Express, che parte dal misterioso binario 1001. Finally non ci pensa due volte: coglie al volo l’occasione per scappare e scoprire il mondo fuori dalla Stazione Grigia. Con il suo nuovo amico Lem, giovane ladro in fuga, affronterà un viaggio avventuroso e spericolato fino alla Stazione più Lontana del Mondo...
Ordina per
  • 5

    L'importante non è raggiungere la meta...

    ...ma godersi il viaggio. Un libro pieno d'invenzioni fantastiche e di avventure, per ricordare questa semplice, grande verità: che la meta da raggiungere non è importante quanto vivere il viaggio ...continua

    ...ma godersi il viaggio. Un libro pieno d'invenzioni fantastiche e di avventure, per ricordare questa semplice, grande verità: che la meta da raggiungere non è importante quanto vivere il viaggio che si compie, che si tratti di un viaggio immaginario tra le pagine di un libro, o di un viaggio vero e proprio. Bellissimo!

    ha scritto il 

  • 5

    Una storia veramente appassionante, fatta per quelli che come me spesso partono per un viaggio senza meta, diretti in luoghi ancora sconosciuti nel quale incontrare persone nuove e lasciarsi tutto il ...continua

    Una storia veramente appassionante, fatta per quelli che come me spesso partono per un viaggio senza meta, diretti in luoghi ancora sconosciuti nel quale incontrare persone nuove e lasciarsi tutto il resto alle spalle!

    ha scritto il 

  • 4

    Maydala express Maydala express è un libro molto avvincente che ho letto tutto d’un fiato. I due protagonisti, Finally e Lem, pur non conoscendosi, hanno qualcosa in comune. Sono due ragazzini ...continua

    Maydala express Maydala express è un libro molto avvincente che ho letto tutto d’un fiato. I due protagonisti, Finally e Lem, pur non conoscendosi, hanno qualcosa in comune. Sono due ragazzini che hanno imparato a guadagnarsi da vivere e a badare a se stessi da soli e, nonostante la misera vita, hanno conservato un cuore puro e leale, credono nell’amicizia e aspirano a un destino migliore. Le loro speranze non vengono deluse: da quando, in modo alquanto movimentato e inaspettato salgono a bordo del fantomatico piccolo treno Maydala express, tutto comincia a cambiare. I passeggeri a bordo sono tipi particolari, così come lo è il viaggio intrapreso. I biglietti che danno l’accesso al treno sono emessi in numero limitato ed è la macchina Oblidestinatrice in possesso dell’autorevole Controllore a stabilire quale sarà la meta di ciascun viaggiatore. Ultima mitica destinazione, la stazione di Chissàdove, non raggiungibile però da tutti, ma solo da viaggiatori molto speciali. Singolari figure presenti nella storia, oltre a Madame Grossglockner che si occupa della cucina, sono Mr Mortimer, proprietario delle grandi ferrovie Speedster, il suo tirapiedi Maddock , un omino d’argento, ultimo ritrovato in fatto di microspie, una giovane ispettrice di polizia, un assistente di bordo molto pasticcione, un cane meccanico e altri bei tipi. Come in tutti i viaggi, l’incrociarsi di persone accomunate solo dal viaggiare, fa sì che vi sia tra loro uno scambio e un approfondimento forzato o meno della loro vita: destini si incrociano, persone si conoscono e alcune, viste anche solo per breve tempo, lasciano il segno in modo più duraturo di altre. L’avidità di Mr Mortimer che, pur essendo un multimiliardario, desidera accaparrarsi anche la piccola agenzia Viaggi Straordinari che organizza i viaggi del mitico Maydala express, un furto e un inseguimento movimentano la storia che avrà nell’epilogo un colpo di scena. La narrazione fluida e accattivante, i luoghi e i paesaggi a tratti inverosimili, il tempo non ben precisato, conferiscono alla vicenda un’aura fiabesca, sospesa, in cui mistero e fantasia si combinano efficacemente per dar vita a una storia molto suggestiva e avventurosa.

    ha scritto il 

  • 4

    "Se vi capita di perdere tempo senza un motivo preciso. Se vi piace gironzolare per la vostra città o esplorarne una sconosciuta. Se avete capito, nel profondo, che l'importante non è arrivare da ...continua

    "Se vi capita di perdere tempo senza un motivo preciso. Se vi piace gironzolare per la vostra città o esplorarne una sconosciuta. Se avete capito, nel profondo, che l'importante non è arrivare da qualche parte, ma viaggiare... Allora questo libro è fatto apposta per voi".

    Inizia così, con le istruzioni per il viaggio. E si tratta proprio di un viaggio, su un treno, con la fantasia e molti personaggi pieni di virtù, perchè si può sembrare o essere strani, ma il Maydala Express ti guarda dentro e vede se sei un anima bella. Ci sono anche dei cattivi, rosi dall'invidia o semplicemente perfidi, c'è un omino di metallo con una missione e una oblidestinatrice. Se riuscite a pronunciarne il nome, avete buone probabilità di capire anche il suo funzionamento. Ma soprattutto, dietro questa bella storia, ci sono due scrittori veramente capaci e un progetto di realizzazione di vero pregio. La storia è ben articolata e ricca di colpi di scena, piena di personaggi eccentrici e simpatici. Potrebbe considerarsi solo un libro per ragazzi, di quelli che non hanno altro da offrire agli adulti e vengono dimenticati con l'età, ma si salva grazie alle riflessioni sul viaggio che lasciano spazio ad approfondimenti. Sarebbe un vero sogno l'esistenza di un treno del genere, l'esistenza dei più grandi viaggiatori di tutti i tempi e della stazione più lontana del mondo. Chissàdove. Buona lettura!

    "Aveva studiato cose noiosissime, ci teneva a ricordare: -Montagne di libri su cui mi pareva di morire-. Finally non riusciva a immaginare come si potesse morire sopra montagne di libri. Semmai, avrebbe capito il contrario".

    ha scritto il 

  • 5

    Ho iniziato questo libro durante un viaggio in treno...cosa non avrei dato per viaggiare sul Maydala Express, anche se ero così presa dalla lettura che mi sembrava di esserci davvero! Davvero un ...continua

    Ho iniziato questo libro durante un viaggio in treno...cosa non avrei dato per viaggiare sul Maydala Express, anche se ero così presa dalla lettura che mi sembrava di esserci davvero! Davvero un libro bellissimo, capace di portarti in un mondo fantastico da cui non si vorrebbe mai tornare! Chissà se gli autori ci faranno fare un secondo viaggio su questo fantastico treno, mi sono proprio affezionata a Finally e Lem!

    ha scritto il 

  • 5

    Libro interessante, scritto da P.D. Baccalario, secondo me autore che è assicurazione di buona lettura. All'inizio sembrerebbe ambientato nel passato in un mondo simile al nostro, poi però accenna ...continua

    Libro interessante, scritto da P.D. Baccalario, secondo me autore che è assicurazione di buona lettura. All'inizio sembrerebbe ambientato nel passato in un mondo simile al nostro, poi però accenna e quindi da ad intendere che con ogni probabilità ci troviamo in un futuro, su una Terra un po' diversa dove La città delle luci sta per Parigi e La città grigia sta per Londra. Finally, la protagonista, lavora alla Stazione della Città Grigia come addetta alle pulizie, è un lavoro pesante e lei vorrebbe diventare meccanico; un giorno si ritrova in mano un biglietto per il Maydala Express …. non perderà l'occasione di fare un viaggio straordinario in cui incontrerà Lemury Nevsky, ragazzo alquanto interessante ma assolutamente misterioso. Bella è la trovata delle ferrovie che collegano tutti i luoghi della terra e sono possedute tutte da un unico uomo, tranne “la stazione più lontana del mondo o chissàdove” a cui si arriva mediante un singolare treno di proprietà dell'ultima compagnia indipendente. Fra i personaggi, interessante è il piccolo omino argenteo, meccanico ma identico in tutto e per tutto ad un essere umano, fa la spia per il proprietario di tutto le ferrovie che vuole anche “la stazione più lontana del mondo” ed è sulle tracce del Maydala Express ma alla fine troverà anche lui la redenzione e l'anima gemella. Interessante, se esistessero, una visita alle officine Acquamare, costruite in un enorme guscio completamente sott'acqua: un vero prodigio della tecnica.

    ha scritto il 

  • 0

    Maydala express

    Per bambini dai 9 anni ci sono diverse novità dal Battello a Vapore - Piemme. Tra queste scegliamo "Maydala express" di Pierdomenico Baccalario e Davide Morosinotto. E' un romanzo di oltre 350 ...continua

    Per bambini dai 9 anni ci sono diverse novità dal Battello a Vapore - Piemme. Tra queste scegliamo "Maydala express" di Pierdomenico Baccalario e Davide Morosinotto. E' un romanzo di oltre 350 pagine (17,50 euro) per lettori sopra i nove anni amanti del fantasy. Non l'abbiamo letto ma l'inizio sembra promettente: " Al ristorante cucinavano i bambini. Il cuoco li infilava in un forno grosso come la caldaia di una locomotiva finchè non erano cotti a puntino. A volte li rinchiudeva in enormi calderoni con un po' d'acqua, cipolla e sedano. A volte, invece, ci metteva le olive. "Non credo a una sola parola" - disse Finally. Ma per nascondere la paura si schacciò sulla testa il berretto multicolore. Nick il secco sogghignò."

    Un altro segnale che questo potrebbe effettivamente essere un bel libro arriva dalla "Piccola nota per accordarci" che precede l'inizio del romanzo, nella quale gli autori si rivolgono ai lettori dicendo più o meno: se siete lettori-turisti e non lettori-viaggiatori, se non vedete l'ora di arrivare alla meta invece che gustarvi il viaggio, allora questo libro non fa per voi. Se invece avete compreso che l'importante non è arrivare da qualche parte ma continuare a viaggiare questo libro è fatto per voi. Viene voglia di provare a leggerlo, no?

    ha scritto il