Me lo leggi?

Racconti, fiabe e filastrocche per un dialogo d'amore con il nostro bambino

Di

Editore: Il leone verde (Il bambino naturale)

4.0
(32)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 280 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8865800356 | Isbn-13: 9788865800355 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Bambini , Educazione & Insegnamento , Salute, Mente e Corpo

Ti piace Me lo leggi??
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Fiabe, racconti e filastrocche. Lette e rilette decine e decine di volte o inventate lì per lì. Cantate, raccontate, sognate. Con la voce e con il cuore, per raccontare al nostro bambino la storia più importante, la storia del nostro amore per lui.
Ordina per
  • 4

    Una raccolta di osservazioni sull'utilità di leggere ai propri bimbi fin da piccolissimi. Informazioni probabilmente già note a quasi tutti i lettori "forti" e a chi ha avuto la fortuna da piccolo di ...continua

    Una raccolta di osservazioni sull'utilità di leggere ai propri bimbi fin da piccolissimi. Informazioni probabilmente già note a quasi tutti i lettori "forti" e a chi ha avuto la fortuna da piccolo di sperimentare in prima persona la lettura condivisa e il racconto.
    Tuttavia personalmente ho trovato utili alcuni suggerimenti, tra cui quelli relativi a

    - rilettura di un libro per consentire al bimbo di immagazzinare la sequenza di una storia
    - lettura condivisa tra più fratelli (si possono utilizzare varie modalità, tra cui leggere prima il libro scelto dal più piccolo)
    - trascrizione su un quaderno delle storie di famiglia che vengono abitualmente raccontate in casa per tramandarne la memoria
    - si' ad audiolibri che non devono però sostituire la lettura ad alta voce
    - e si' a fumetti...

    "Perché raccontare una storia significa fermarsi. Significa sedersi vicini, guardare il bambino negli occhi, regalargli un po' di tempo. Un po' di quel tempo prezioso che a noi adulti sembra sempre mancare.
    Be', un racconto può fermare il tempo. Con un racconto possiamo finalmente tirare il fiato, quel tempo donato al nostro bambino - all'improvviso ci accorgiamo - e' donato anche a noi. Ed è un dono grande, perché il tempo e' vita.
    Raccontiamo una storia al nostro bambino. Sarà una piccola, grande, dichiarazione d'amore."

    ha scritto il 

  • 5

    Per chi ama i propri figli (e i libri)

    Libro ricco di spunti per chi ama i libri e la lettura e vorrebbe trasmettere questa passione ai propri bambini.
    Per ogni fase di età del bimbo ci sono consigli su cosa e come leggere. Tante idee e mo ...continua

    Libro ricco di spunti per chi ama i libri e la lettura e vorrebbe trasmettere questa passione ai propri bambini.
    Per ogni fase di età del bimbo ci sono consigli su cosa e come leggere. Tante idee e molta preziosa bibliografia a cui attingere a piene mani per educare i propri figli alla lettura e stimolare in loro l'attaccamento ai libri. Non a caso è collegato al progetto "Nati per leggere"

    ha scritto il 

  • 5

    Incredibile quante cose ci siano da dire sulla lettura nell'infanzia (anzi, da prima, dalla gravidanza!).
    Un libro estremamente completo e accurato che sviscera l'argomento in ogni sfaccettatura. Inte ...continua

    Incredibile quante cose ci siano da dire sulla lettura nell'infanzia (anzi, da prima, dalla gravidanza!).
    Un libro estremamente completo e accurato che sviscera l'argomento in ogni sfaccettatura. Interessante in particolare la parte sull'aiuto che le letture possono dare nelle fasi delicate della vita o per superare i traumi.
    Inoltre, come ogni altro scritto di Giorgia Cozza, questo libro è in grado di risintonizzare il cuore sui bisogni dei figli quando per ragioni di lavoro, di vita o di fatica, se ne è per un momento allontanato.
    Dunque buona lettura.

    Ninna nanna, ninna oh, questo bimbo a chi lo do?
    Ninna oh, ninna nanna, ogni bimbo alla sua mamma.

    ha scritto il 

  • 5

    Molto bello e interessante. Sarà perchè amiamo leggere (altrimenti non avremmo una libreria virtuale) sarà perchè mi piacerebbe trasmettere questa passione a mio figlio, ma ho trovato utili i suggerim ...continua

    Molto bello e interessante. Sarà perchè amiamo leggere (altrimenti non avremmo una libreria virtuale) sarà perchè mi piacerebbe trasmettere questa passione a mio figlio, ma ho trovato utili i suggerimenti e le motivazioni per cui si dovrebbe leggere ai nostri piccoli. Dall'importanza del momento esclusivo tra narratore/lettore e figlio all'aiuto che possiamo fornire al bambino attraverso la lettura di storie per affrontare i suoi piccoli problemi e le sue domande.

    ha scritto il 

  • 5

    Difficile recensire in poche righe questo ricchissimo testo… Immersa nella lettura mi sono lasciata trasportare dalla curiosità innescata delle parole “un dialogo d’amore” e “voce che ama… culla… acco ...continua

    Difficile recensire in poche righe questo ricchissimo testo… Immersa nella lettura mi sono lasciata trasportare dalla curiosità innescata delle parole “un dialogo d’amore” e “voce che ama… culla… accompagna…”, e ancora “voce che unisce, leggendo si cresce”… e ho trovato una sorpresa: il Libro è uno strumento prezioso che sa essere sia mezzo che fine: unisce in sé il piacere della lettura, al piacere di ritrovarsi insieme. Quindi Libro come strumento per creare, o accrescere, una bella relazione con i propri figli. “Perché quando il genitore legge o racconta, quella che si crea è una situazione di intenso benessere. Il bimbo assapora la storia narrata e, ancor di più, l’attenzione esclusiva che gli viene riservata.” In quei momenti “il tempo si ferma” ci si immerge nella storia, si lascia spaziare la fantasia, ma contemporaneamente si condivide insieme un po’ di quel tempo che sembra sempre sfuggirci, che non è mai abbastanza… In appendice (e anche sparse nel testo) filastrocche, racconti, ninnananne, ma anche spunti per i più grandicelli: Voce che accompagna da 6 anni a… anche “nell’età delicata dell’adolescenza”, seguendo i suggerimenti dei maestri Rodari e Pennac, qualche semplice accorgimento per evitare un disamore per la lettura durante l’età scolastica… Insomma Voto 10+

    ha scritto il 

  • 5

    Un bellissimo viaggio attraverso i racconti di mamme, figli, babysitter, nonni.
    Le fiabe rappresentano le fondamenta della nostra cultura, della nostra emoria e, perchè no?!, della nostra vita perchè ...continua

    Un bellissimo viaggio attraverso i racconti di mamme, figli, babysitter, nonni.
    Le fiabe rappresentano le fondamenta della nostra cultura, della nostra emoria e, perchè no?!, della nostra vita perchè una fiaba raccontata dalla nostra mamma è la nostra prima avventura in cui la mente e la fantasia viaggiano per mano di nostra madre!
    Bellissimo!

    ha scritto il 

  • 0

    "Sedersi vicini e sfogliare un libro illustrato, osservare le immagini, indicare un particolare al proprio piccino e spiegargli il significato di un disegno. E poi, man mano che il bimbo cresce, legge ...continua

    "Sedersi vicini e sfogliare un libro illustrato, osservare le immagini, indicare un particolare al proprio piccino e spiegargli il significato di un disegno. E poi, man mano che il bimbo cresce, leggere per lui dei brevi racconti, adatti alla sua età e alla sua capacità di comprendere. Quale modo migliore per far scoprire al proprio bambino la bellezza della lettura?"

    ha scritto il 

  • 4

    Non ho le competenze adatte...

    ... per definire quanto buono abbia da considerarsi questo "manuale", non avendo mai letto altri libri simili in tutta la mia vita. Quello che però posso dire è che l'ho letto con molto piacere e che, ...continua

    ... per definire quanto buono abbia da considerarsi questo "manuale", non avendo mai letto altri libri simili in tutta la mia vita. Quello che però posso dire è che l'ho letto con molto piacere e che, alla fine, mi è piaciuto parecchio!

    L'analisi che l'autrice compie sull'importanza della lettura nel corso dei vari stadi della crescita del pargolo è accurata e, anche non avendo alle proprie spalle studi di pedagogia a valutarne le parole, chiunque può ritrovare la propria personale esperienza di vita (come figlio e/o come genitore) nei vari capitoli che lo compongono, a partire dalle letture "nel pancione", sino a giungere all'indipendenza del ragazzino, passando per tutte le fasi intermedie.
    Giorgia affronta in maniera ordinata ogni aspetto del rapporto fra il bambino e il libro, e l'indubbio valore che dal secondo può derivare per il primo. E i consigli che offre, tanto per futuri genitori, quanto per chi già genitore, sono sempre azzeccati, utile "libretto delle istruzioni" per comprendere come gestire l'apparentemente semplice complessità della psiche di un bimbo.

    Insomma... un'ottima lettura in grazia alla quale gli adulti potranno rievocare con estrema semplicità le memorie del proprio passato e, probabilmente, riuscire ad avvicinarsi meglio ai bambini, alle loro esigenze e alle loro fantasie.

    Da leggere, diffondere e conservare!

    ha scritto il 

  • 5

    In gennaio in libreria!

    Cosa sente il bimbo nel pancione?
    Perchè è importante leggere e raccontare storie sin dai primi mesi di vita?
    Possiamo favorire l'amore per la lettura in età scolare? C'è ancora spazio per le fiabe cl ...continua

    Cosa sente il bimbo nel pancione?
    Perchè è importante leggere e raccontare storie sin dai primi mesi di vita?
    Possiamo favorire l'amore per la lettura in età scolare? C'è ancora spazio per le fiabe classiche?

    Le informazioni scientifiche, gli approfondimenti di vari esperti (pediatri, psicologi, pedagogisti) e i suggerimenti pratici proposti in questo libro offrono una risposta a tutti questi interrogativi.

    Le testimonianze di numerosi genitori raccontano l'importanza delle storie per una crescita serena e felice. Perchè quando il genitore legge o racconta quella che si crea è una situazione di intenso benessere. Sfogliando insieme le pagine di un libro, leggendo una storia, raccontando una fiaba si entra in relazione con il proprio bambino, una relazione fatta di contatto, di sguardi e di voce. Il bimbo, contenuto nell'abbraccio materno o seduto accanto al genitore, assapora la storia narrata e, ancor di più, l'attenzione esclusiva che gli viene riservata. Fiabe e racconti lo aiutano a comprendere meglio la realtà che lo circonda, ma anche i suoi stessi sentimenti, le sue emozioni e le sue paure.
    Di libro in libro si creano rituali e ricordi che il bambino porterà con sé negli anni e custodirà come preziosi tesori. E quando sarà cresciuto, il libro rappresenterà un'opportunità di dialogo con i genitori, per ritrovarsi – nell'età delicata dell'adolescenza – grazie a un linguaggio comune, quello dell'amore per la lettura.

    Una ricca raccolta di filastrocche e ninnenanne rende questo libro uno strumento ancor più completo e prezioso per tutti i genitori.

    Già ordinabile dal sito:

    http://www.bambinonaturale.it/catalogo/?azione=visualizza&id_libro=329&libro=Me+lo+leggi%3F

    ha scritto il