Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Me parlare bello un giorno

Di

Editore: Mondadori

3.8
(1342)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 269 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Francese , Spagnolo , Portoghese , Sloveno , Olandese

Isbn-10: 8804524642 | Isbn-13: 9788804524649 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: M. Colombo

Disponibile anche come: Altri

Genere: Biography , Fiction & Literature , Humor

Ti piace Me parlare bello un giorno?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un nuovo libro di racconti pieno di humour caustico del celebre autore e conduttore radiofonico americano. Dalla sue eroica resistenza ai tentativi di una logopedista di correggere un difetto di pronuncia, alle spassose imprese con Victor Mancini, nano insegnante letteralmente ossessionato dai seni femminili, alle sue peripezie con la lingua francese: ogni episodio è un'occasione per le sue osservazioni a volte ciniche, a volte oltraggiose, a volte sarcastiche, ma sempre divertentissime.
Ordina per
  • 3

    Quando mi dicono: "Ti racconto una barzelletta" m'irrigidisco perchè la maggior parte di persone non sa raccontarle e diventa un tormento.
    Sedaris ironizza sulla propria famiglia e sulla propria vita ...continua

    Quando mi dicono: "Ti racconto una barzelletta" m'irrigidisco perchè la maggior parte di persone non sa raccontarle e diventa un tormento.
    Sedaris ironizza sulla propria famiglia e sulla propria vita raccontando aneddoti divertenti. Direi una bugia se affermassi di aver riso dall'inizio alla fine ma, insomma, a tratti è riuscito a fare sorridere anche un pezzo di legno come la sottoscritta.

    ha scritto il 

  • 4

    Racconti buffi, slegati tra loro, sulla vita personale dell'autore. Non si eleva particolarmente al di sopra dei libretti dei comici nostrani. Non che ci sia niente di male in questo, per carità, bast ...continua

    Racconti buffi, slegati tra loro, sulla vita personale dell'autore. Non si eleva particolarmente al di sopra dei libretti dei comici nostrani. Non che ci sia niente di male in questo, per carità, basta saperlo. Considerato che non si sta leggendo un libro di più alto respiro, gli si possono dare quattro stelline perchè Sedaris scrive bene e fa abbastanza ridere.

    ...probabilmente se cercate il gay-simpatico stile telefilm questo autore fa decisamente per voi. Io non cercavo niente del genere e alcuni siparietti a là Will & Grace li ho trovati piuttosto fastidiosi e ho saltato un paio di pagine. ...avrò un'omofobia letteraria??

    In generale, comunque, niente nel libro supera il titolo, fenomenale e sfortunatamente non connesso a qualche aspetto rilevante della storia, se non ai due o tre episodi sulla difficoltà del Nostro a parlare il francese.

    ha scritto il 

  • 4

    David Sedaris can make the mundane interesting. I laughed out loud a few times even when I was on the public transit. His style reminds me of George Carlin but not as much edge. The funniest chapte ...continua

    David Sedaris can make the mundane interesting. I laughed out loud a few times even when I was on the public transit. His style reminds me of George Carlin but not as much edge. The funniest chapter is Jesus Shaves...trying to explain what Easter is to a Muslim, in French, by some beginner level students learning French.

    Now I am a Fan!

    ha scritto il 

  • 5

    Very interesting, unique voice. Entertaining and somehow deep. Disconcerting at times. Not sure about the ending, but probably I just wanted some more.

    ha scritto il 

  • 2

    A distanza di non molto tempo riesco a ricordare pochissimo di questo libro. E' un tipo di umorismo (o sarcasmo?) col quale non riesco ad entrare in sintonia. Mi lascia perplessa e niente di più. ...continua

    A distanza di non molto tempo riesco a ricordare pochissimo di questo libro. E' un tipo di umorismo (o sarcasmo?) col quale non riesco ad entrare in sintonia. Mi lascia perplessa e niente di più.

    ha scritto il 

Ordina per