Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Meccanica quantistica. Teoria non relativistica

Fisica teorica Vol. 3

Di ,

Editore: Editori Riuniti

4.5
(27)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 774 | Formato: Altri

Isbn-10: 8835956064 | Isbn-13: 9788835956068 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Paperback

Ti piace Meccanica quantistica. Teoria non relativistica?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Un ottimo libro per chi deve affrontare la meccanica quantistica dall'inizio alla fine.
    Ogni argomento è esposto con chiarezza e in maniera completa, forse spesso è troppo indirizzato verso l'aspetto matematico e presenta velocemente il significato fisico, ma è pur sempre un libro di testo di fis ...continua

    Un ottimo libro per chi deve affrontare la meccanica quantistica dall'inizio alla fine. Ogni argomento è esposto con chiarezza e in maniera completa, forse spesso è troppo indirizzato verso l'aspetto matematico e presenta velocemente il significato fisico, ma è pur sempre un libro di testo di fisica teorica! Un gioiello per ogni studioso di fisica!

    ha scritto il 

  • 4

    Questo libro comincia con l'esposizione del principio di indeterminazione, risolto in poco più di una pagina, senza fronzoli e senza spiegazioni (d'altronde è un principio). Una scelta unica nel panorama dei libri di meccanica quantistica. La scelta di Landau fu politica, non didattica. Il princ ...continua

    Questo libro comincia con l'esposizione del principio di indeterminazione, risolto in poco più di una pagina, senza fronzoli e senza spiegazioni (d'altronde è un principio). Una scelta unica nel panorama dei libri di meccanica quantistica. La scelta di Landau fu politica, non didattica. Il principio di indeterminazione è contrario ai principi del materialismo dialettico, almeno nell'interpretazione staliniana, e quindi per non correre troppi rischi, scelse questa soluzione "en passant". Non lo aiutò molto: l'ebreo Landau era nel mirino e finì anche in prigione. Ne venne fuori, pare, solo per il ricatto che i fisici fecero a Stalin: o tiri fuori Landau o niente ricerche sulla bomba- E così uscì. Grandissimo fisico, forse l'ultimo grande "universale". Gli diedero il Nobel solo quando ormai vegetava dopo un terribile incidente automobilistico.

    ha scritto il