Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Medianoche

Medianoche, 1

By

Publisher: Montena

3.6
(2020)

Language:Español | Number of Pages: 360 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Catalan , Italian , German , Portuguese , French

Isbn-10: 8484414450 | Isbn-13: 9788484414452 | Publish date:  | Edition 1

Also available as: Others , Mass Market Paperback , Softcover and Stapled

Category: Romance , Science Fiction & Fantasy , Teens

Do you like Medianoche ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Un internado donde nada es lo que parece. Bianca es nueva en Medianoche, un selecto internado en el que sus padres acaban de entrar como profesores. Agobiada por la atmósfera asfixiante que se respira en el centro, Bianca decide escapar, pero en su huida tropieza con Lucas, un chico de un misterioso atractivo con quien enseguida congenia. Lucas la convence para volver al internado; sin embargo, de nuevo en Medianoche, el chico ni siquiera dirige la palabra a Bianca, y se comporta de forma distante y enigmática; parece que el muchacho esconde un oscuro secreto... ¿De qué se trata?
Sorting by
  • 3

    insomma

    L'idea di base di questo libro è carina, un'accademia dove insegnare ai vampiri la "modernità", come fare a stare al passo coi tempi, anche la particolarità di essere un vampiro nato e non ...continue

    L'idea di base di questo libro è carina, un'accademia dove insegnare ai vampiri la "modernità", come fare a stare al passo coi tempi, anche la particolarità di essere un vampiro nato e non trasformato l'ho trovato originale, poi però tutto il resto è troppo banale. Bianca, speciale che si sente diversa da tutti e non accettata, vampira importantissima perchè nata così, Lucas bello e misterioso, cacciatore di vampiri, uhm un po' troppo scontato. Ma alla fine non è quello che mi ha infastidito quanto proprio i personaggi, troppo poco coinvolgenti. Forse questa serie è più indicata per i più giovani, forse quando è uscita non eravamo così sommersi da queste storie, però mi ha lasciato poco. Detto questo non è brutto ma neanche degno di nota. Credo che comunque almeno il secondo lo leggerò per farmi un'idea più completa, chissà

    said on 

  • 4

    muy bien

    la verdad es que es una saga buena, la que leí después de crepúsculo ya que la gente decía que se parecían, y así es, tienen una aire...

    said on 

  • 3

    E se Giulietta e Romeo fossero stati vampiri?

    Se Giulietta e Romeo fossero stati vampiri, a quest'ora si starebbero rivoltando nella tomba. O nella bara. Battute a parte, questo è stato uno dei primi Urban Fantasy sui vampiri che ho letto e che ...continue

    Se Giulietta e Romeo fossero stati vampiri, a quest'ora si starebbero rivoltando nella tomba. O nella bara. Battute a parte, questo è stato uno dei primi Urban Fantasy sui vampiri che ho letto e che ho voluto comprare a tutti i costi, quindi ci sono un po', come dire, affezionata. Letto per la prima volta nel 2009, Evernight mi aveva regalato una lettura leggera e romantica, che però non mi aveva convinta del tutto.. a cinque anni di distanza, posso dire che la mia opinione non è cambiata di una virgola. Quella di Bianca e Lucas è una storia che negli ultimi anni abbiamo visto e stravisto, con il boom degli amori impossibili e delle creature sovrannaturali non è che la serie della Gray dica niente di nuovo (anche se, ricordiamocelo, è stato uno dei primi romanzi vampireschi a sbarcare nelle nostre librerie!), però ammetto che l'idea di base l'ho trovata geniale: un'accademia frequentata da vampiri, che tra lezioni di guida e di informatica imparano a stare al passo con i tempi per adattarsi al mondo che, intorno a loro, si evolve e li lascia indietro, intrappolati in tradizioni ormai superate. Questo poteva essere uno spunto davvero valido, perché trovo bella l'idea di scoprire come i vampiri affrontino i cambiamenti, come imparino ad adattarsi ai tempi e alle nuove mode, peccato che l'autrice abbia sviluppato il tutto il modo troppo superficiale e approssimativo. Lo stile della Gray non mi è dispiaciuto, è semplice e scorrevole, adattissimo ad una lettura estiva o da infilare nella borsa quando non si ha voglia di romanzi impegnativi, ma di certo non è un capolavoro. A impedirmi di apprezzarlo sono stati soprattutto i due protagonisti, i nostri "Romeo e Giulietta", Bianca e Lucas. Cretina lei, snervante lui. Non mi sono piaciuti come personaggi né come coppia, non mi hanno per niente emozionata e questo ovviamente ha influito molto sul mio giudizio. Nel frattempo continuo a fare il tifo per Balthazar, lui sì che è un bel personaggio! Se solo quella decerebrata di Bianca si desse una svegliata..

    said on 

  • 2

    l'ho trovato carino, piacevole, divertente, insomma una lettura senza pretese che scivola tranquilla e senza intoppi. La storia parla di Bianca che è vampira dalla nascita e di Lucas membro della ...continue

    l'ho trovato carino, piacevole, divertente, insomma una lettura senza pretese che scivola tranquilla e senza intoppi. La storia parla di Bianca che è vampira dalla nascita e di Lucas membro della Croce Nera cioè cacciatore di vampiri si parla di due mondi opposti, nei quali i protagonisti devono riuscire a districarsi per poter stare insieme cmq devo dire che le storie di vampiri nn è che mi piacciono molto, nn mi ha lasciato granchè.. leggerò il seguito , sperando che mi piaccia un po di più

    said on 

  • 2

    La vita è troppo breve per leggere qualcosa di questo genere... Nella realtà non è nemmeno scritto male, lento per il genere nel quale si colloca, ma la scrittura è piacevole. Il contenuto, ...continue

    La vita è troppo breve per leggere qualcosa di questo genere... Nella realtà non è nemmeno scritto male, lento per il genere nel quale si colloca, ma la scrittura è piacevole. Il contenuto, invece, è da far cadere le braccia: storia tipicamente per adolescenti con personaggi scontati e molto piatti, ma la cosa più grave è che è totalmete "scopiazzato" da Twilight con qualche elemento alla Harry Potter. Odio i plagi solo per cavalcare l'onda di un successo non proprio e fare soldi. Con questo libro ho deciso definitivamente di chiudere con le saghe fata-vampiresche. Per me ci sarà solo Twilight: il primo e unico capolavoro del genere!

    said on 

  • 3

    Tenerezza!

    Allora, non è un capolavoro del fantasy, ma non posso dire che non mi abbia fatto piacere leggerlo. In tanto trovo la scrittura garbata e scorrevole, non trovo affatto lenta la prima parte come ...continue

    Allora, non è un capolavoro del fantasy, ma non posso dire che non mi abbia fatto piacere leggerlo. In tanto trovo la scrittura garbata e scorrevole, non trovo affatto lenta la prima parte come alcuni sostengono ( gente che evidentemente non ha letto Fallen, non fatelo amici! ) e anzi trovo molto carino il fatto che a metà si ribaltino un po ' i ruoli e che la timida e goffa Bianca si scopra essere una vampirella pasticciona. Mi ricorda un cartone animato degli anni ottanta dove si narravano le vicende di una vampira-maga e della sua famiglia vampiresca, per questo la protagonista mi fa tanta tenerezza! È un romanzo evidentemente pensato per i più giovani, ma lo trovo comunque piacevole. Quindi, buona lettura ai più giovani amici di anobii e a quelli che come me si ricordano di quei cartoni ;)

    said on 

  • 3

    Ad esser sinceri questo libro volevo leggerlo perchè la saga di "Twilight" mi era piaciuta, nonostante le continue travisazioni sui vampiri (per me quelli veri erano quelli di Buffy ...continue

    Ad esser sinceri questo libro volevo leggerlo perchè la saga di "Twilight" mi era piaciuta, nonostante le continue travisazioni sui vampiri (per me quelli veri erano quelli di Buffy l'ammazzavampiri). Bianca frequenta "Evernight", una scuola molto particolare e molto antica dove la tecnologia non esiste. Bianca si sente inizialmente fuori luogo, i suoi genitori insegnano lì e lei ha dovuto seguirli. Ma la prima sera che alloggia in quella scuola, è decisa a non restarci e così nel cuore della notte decide di fuggire seguendo l'unica strada possibile: la foresta. Ed è proprio qui che con un divertente equivoco, Bianca incontra Lucas, per il quale ha subito una cotta. Entrambi fanno parte di due mondi opposti, proprio come Romeo e Giulietta, il loro amore è impossibile. Bianca è per metà umana e per metà vampira, non ancora del tutto trasformata, mentre Lucas sembrerebbe essere un semplice adolescente. A contrastare il loro amore, I compagni vampiri di scuola e la preside anch'essa vampira. Il libro si fa intenso a tre quarti dopo l'inizio, poco per spingermi ad amarlo e comprare i successivi. La trama diventa davvero intrigante poichè si comprende qualcosa in più su Lucas, innamorato di Bianca ma con uno strano destino. Riusciranno ad ignorare il fato seguendo il loro cuore?

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    2

    Entretenido, rápido de leer pero o la calidad de escritura o de traducción deja mucho que desear. Algo confuso hacia mitad del libro cuando se produce un giro en los acontecimientos y hay muy pocas ...continue

    Entretenido, rápido de leer pero o la calidad de escritura o de traducción deja mucho que desear. Algo confuso hacia mitad del libro cuando se produce un giro en los acontecimientos y hay muy pocas explicaciones sobre ello. Literatura adolescente facilona. Amena para el verano.

    said on 

  • 2

    Partenza decisamente fiacca per questo libro che tanto ha fatto parlare di sé tra adolescenti e critica. Comincia a diventare interessante intorno alla centesima pagina, quando cominciano a ...continue

    Partenza decisamente fiacca per questo libro che tanto ha fatto parlare di sé tra adolescenti e critica. Comincia a diventare interessante intorno alla centesima pagina, quando cominciano a scoprirsi un po' di carte in tavola e finalmente esce fuori qualche rivelazione del tutto inaspettata. Da quel momento la lettura scorre più velocemente e di gusto, dato che il lettore comincia a capire qualcosa di quello che sta realmente succedendo nell'antica e tenebrosa Accademia di Evernight. Rimane il fatto che il ritmo e lo stile dell'autrice sono lenti e solo raramente si velocizzano per poi tornare quasi immediatamente alla calma piatta. I personaggi sono stereotipati, come è normale che sia all'interno di un romance adolescenziale, e poche volte escono fuori dai ranghi: i buoni si comportano sempre da buoni, i cattivi da cattivi e i troppo buoni hanno solo bisogno dell'aureola per concludere il tutto. Un punto va all'ambientazione naturalmente gotica (vampiri-gotico, binomio che non muore mai) che mi ha sempre affascinata e anche se scontata in certe trame riesce sempre ad affascinarmi e ad attrarmi. In sostanza è un libro non impegnativo, che si fa leggere ed è capace di far passare qualche ora di svago lontani dalla realtà quotidiana.

    said on 

Sorting by