Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Medioevo «superstizioso»

Di

Editore: Laterza

3.7
(84)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 159 | Formato: Altri

Isbn-10: 8842073431 | Isbn-13: 9788842073437 | Data di pubblicazione:  | Edizione 2

Traduttore: Maria Garin

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: History

Ti piace Medioevo «superstizioso»?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Fate benefiche, visioni di fantasmi dell'aldilà, raduni di streghe nelle nottidi luna piena, riti magici, folletti dell'abbondanza e della miseria: figuredell'immaginario e dell'inconscio collettivo indagate nel momento in cuipresero forma. Il racconto curioso e ricco di fascino di quella culturaalternativa del sacro, condannata come superstiziosa dalla Chiesa e tuttaviasempre riemergente.
Ordina per
  • 3

    Interessante, sebbene sia un po' generico. Soprattutto, avrebbe potuto soffermarsi un po' di più sull'etimologia invece di accogliere per certa (e di fatto trattare in esclusiva) quella del Benveniste, da molti screditata.

    ha scritto il 

  • 0

    Un saggio interessante, a volte un po' contorto,con tante citazioni di fonti....rende bene l'idea dell'evoluzione in materia di superstizione (dall'adorazione degli antichi dei alle streghe, ai finti santi medioevali) da parte della chiesa cattolica e dei suoi legami con una visione del potere .< ...continua

    Un saggio interessante, a volte un po' contorto,con tante citazioni di fonti....rende bene l'idea dell'evoluzione in materia di superstizione (dall'adorazione degli antichi dei alle streghe, ai finti santi medioevali) da parte della chiesa cattolica e dei suoi legami con una visione del potere .

    ha scritto il 

  • 4

    una buona opera, meno specifica delle altre nella mia libreria, ma in grado di dipingere un quadro interessante e tutto sommato completo della superstizione durante questo nostro buio periodo storico.

    ha scritto il 

  • 5

    Superstizioni ieri come oggi...

    Libro di facile lettura e di grande impatto antropologico. Soddisferà la curiosità non solo di chi, come me, si dedica alla rievocazione storica medievale, ma anche di tutti coloro che vorranno intraprendere una riflessione arguta e ben argomentata sul passaggio dal concetto di superstitio a quel ...continua

    Libro di facile lettura e di grande impatto antropologico. Soddisferà la curiosità non solo di chi, come me, si dedica alla rievocazione storica medievale, ma anche di tutti coloro che vorranno intraprendere una riflessione arguta e ben argomentata sul passaggio dal concetto di superstitio a quello di religio dopo l'anno mille.

    ha scritto il 

  • 2

    Decisamente divulgativo, diciamo che siamo sul livello di "Medioevo", la rivista italiana. Qualche passaggio incomprensibile nella prima parte, complessivamente datato (è la traduzione - non ottima - di una snella voce enciclopedica di fine anni '80). Comunque sia bravo Schmitt, è sempre un piace ...continua

    Decisamente divulgativo, diciamo che siamo sul livello di "Medioevo", la rivista italiana. Qualche passaggio incomprensibile nella prima parte, complessivamente datato (è la traduzione - non ottima - di una snella voce enciclopedica di fine anni '80). Comunque sia bravo Schmitt, è sempre un piacere leggerti. Ah, dei folletti della quarta di copertina qui non c'è neanche un guizzo!

    ha scritto il 

  • 4

    Bellissimo libro di sintesi pieno di citazioni e spunti, per chiunque volesse approfondire alcuni temi sul medioevo. Questo libro permette di fare un piccolo viaggio all'interno delle "superstizioni" medioevali, da dove nascono a come si evolvono nel tempo e nella società del tempo. Diviso in 5 s ...continua

    Bellissimo libro di sintesi pieno di citazioni e spunti, per chiunque volesse approfondire alcuni temi sul medioevo. Questo libro permette di fare un piccolo viaggio all'interno delle "superstizioni" medioevali, da dove nascono a come si evolvono nel tempo e nella società del tempo. Diviso in 5 sezioni separate, ognuna focalizzata su un singolo aspetto di queste "superstizioni".
    Questa edizione è particolarmente gradevole per l'aggiunta di alcune riproduzioni di codici e opere medioevali e per la copertina veramente bellissima.

    ha scritto il 

  • 3

    Sintesi molto piacevole da leggere, ottima per trarre spunti idee e curiosità e farsi un quadro molto generale dell'argomento. Il tutto però finisce lì, contornato da alcune affermazioni che mi hanno lasciato un po' perplesso ma che prima di scartare andrò ad approfondire da altre parti

    ha scritto il