Meglio ladro che fotografo

Tutto quello che dovreste sapere sulla fotografia ma preferirete non aver mai saputo

Voto medio di 68
| 22 contributi totali di cui 10 recensioni , 12 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
In questo agile libretto, un grande protagonista del panorama della fotografia italiana concentra la sua straordinaria esperienza maturata in più di mezzo secolo vissuto tra le immagini. La sua attività di fotografo nel campo del sociale, lo sviluppo ...Continua
Elena Gioia
Ha scritto il 11/09/14
Lo sfoggio culturale di un megalomane.
Titolo accattivamente, peccato non possa dire lo stesso del libro. Uno spreco di carta, se gli alberi avessero uno stomaco credo che gli si starebbe contorcendo dalla rabbia e dalla vergogna. I soldi peggio spesi della mia vita, di solito un libro mi...Continua
DrRestless
Ha scritto il 29/08/14
La prima parte è un dialogo sulla fotografia che, come spesso quando si tratta di Gilardi, risulta spesso paradossale ma offre numerosi spunti di discussione. Un solo esempio (altri li trovate nelle note): "Nessuno pensa che la fotografia di un quadr...Continua
Rob.
Ha scritto il 05/02/13
Un celebre fotografo si sofferma a considerare la sua carriera, tra le frustrazioni e i rimorsi del passato (analogico) e l'entusiasmo e l'eccitazione per il futuro (digitale). Ne nasce un dialogo sotto forma d'intervista tra il fotografo e la sua as...Continua
wolf
Ha scritto il 26/09/12
Ho apprezzato Ando Gilardi per altre cose ma questo libretto mi è risultato ostico. Una breve riflessione sulla fotografia e la sua evoluzione da un punto di vista antropologico, scritto in forma di dialogo. Concetti a mio avviso abbastanza semplici...Continua
Guoyunshen72
Ha scritto il 09/06/12
"Venne a trovarmi in campagna e facemmo una passeggiata nei boschi; ogni tanto mi fermavo e scattavo, al ritorno mi chiese se dopo gli avrei mostrato le foto; gli dissi che l'apparecchio era scarico e lo aprii."
Ando Gilardi è - è stato, perché è morto pochi mesi fa - un vecchio "lupo di mare" della fotografia italiana. A suo agio con l'analogico come con le nuove tecnologie digitali - non solo fotografiche - durante tutto i libro, che è in forma d'intervist...Continua

DrRestless
Ha scritto il Aug 29, 2014, 17:47
Chiunque riceva un'informazione, specialmente se fotografica, deve chiedersi perché e in che forma sia utile a chi la trasmette; poi chiedersi ancora in che modo nuoce a chi la riceve.
Pag. 92
DrRestless
Ha scritto il Aug 29, 2014, 17:45
Con l'informatica, il digitale e i programmi migliori, quello che è sempre stato considerato in negativo diventa un'arte sublime e una scienza: il plagio! [...] Il plagio, l'imitazione, la contaminazione, il d'après. La pittura del resto è sempre nat...Continua
Pag. 77
DrRestless
Ha scritto il Aug 29, 2014, 17:41
La fotografia non rappresenta l'oggetto da cui è stata presa, ma finge di essere quello che dell'oggetto si dice e si scrive.
Pag. 65
DrRestless
Ha scritto il Aug 29, 2014, 17:39
Informare signigica raggiungere uno scopo che è utile solo all'informatore: nessun canale potrebbe, nemmeno volendolo, comunicare qualcosa che gli possa nuocere, tanto meno qualcosa di vero.
Pag. 65
DrRestless
Ha scritto il Aug 29, 2014, 17:37
Per merito dell'ipocrisia e della stupidità di massa: non è la televisione che ha corrotto la gente, è la gente che ha corrotto la televisione.
Pag. 64

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi