Meglio vedove che male accompagnate

Di

Editore: Mondolibri

2.7
(102)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 180 | Formato: Paperback

Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: eBook , Altri

Genere: Narrativa & Letteratura

Ti piace Meglio vedove che male accompagnate?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    5 amiche, molto diverse tra loro, ma anche simili, come solo le amiche vere sanno essere. Arrivate ai 50 anni, ognuna con le proprie esperienze e le proprie vite, si raccontano in questo libro a tratt ...continua

    5 amiche, molto diverse tra loro, ma anche simili, come solo le amiche vere sanno essere. Arrivate ai 50 anni, ognuna con le proprie esperienze e le proprie vite, si raccontano in questo libro a tratti scanzonato, serioso, divertentissimo e anche un po' amaro. Carla Signoris traspone nella scrittura quello che è la sua comicità e la sua esperienza di attrice. La si riconosce subito e non si può fare a meno di amarla.

    ha scritto il 

  • 3

    I 5 euro che ci ho speso li vale tutti.
    Resta un mistero come possano metterlo in vendita a 15 o più, ma per 5 è un bel librino: frizzante, divertente, in due punti ho riso forte e a lungo, scritto be ...continua

    I 5 euro che ci ho speso li vale tutti.
    Resta un mistero come possano metterlo in vendita a 15 o più, ma per 5 è un bel librino: frizzante, divertente, in due punti ho riso forte e a lungo, scritto bene.
    A 5 euro, però. Lo ripeto, che male non fa.

    ha scritto il 

  • 3

    ...continua

    <iesiste una legge matematica che così enuncia:"accendere la sigaretta sta all'arrivo del tram come indossare l'abito bianco sta all'arrivo delle mestruazioni" Sigaretta:tram=abito bianco:mestruazione>
    L'umorismo femminile mi è sempre piaciuto, soprattutto quando sfumato con note di sarcasmo alla Littizzetto o Cucciari che a me piace tanto. Nel complesso, una lettura piacevole. Io me lo sono letto a riprese sul tram, ma è di sicuro un libro da leggere sotto l'ombrellone. (non da intendersi con connotazione dispregiativa eh!)

    ha scritto il