Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Memoria de mis putas tristes

By Gabriel García Márquez

(81)

| Hardcover | 9781400044436

Like Memoria de mis putas tristes ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

482 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Una lettura che mi suscita sentimenti contrastanti: da una parte la repulsione per un vecchio puttaniere incallito, dall'altra la compassione per un uomo che è quasi giunto alla fine dei suoi giorni ma resta sospeso in quel limbo che si crea dopo una ...(continue)

    Una lettura che mi suscita sentimenti contrastanti: da una parte la repulsione per un vecchio puttaniere incallito, dall'altra la compassione per un uomo che è quasi giunto alla fine dei suoi giorni ma resta sospeso in quel limbo che si crea dopo una certa età in cui la maggioranza dei propri coetanei è passata a miglior vita.
    Inevitabilmente è tempo di bilanci e di follie, come quella di concedersi una notte di passione con una vergine. E inevitabilmente il protagonista, che non ha mai fatto l'amore se non a pagamento, si innamora follemente della fanciulla che gli viene proposta. Ma più che della ragazza, che non vede se non addormentata, egli si innamora dell'amore e si concede di provare quei sentimenti che non ha mai vissuto per paura o per timidezza.

    Is this helpful?

    Antonietta said on Oct 22, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Forse non è uno dei suoi libri migliori, Marquez però scrive sempre bene e le atmosfere che sa evocare nei suoi romanzi mi fanno sempre venir voglia di mollare tutto e partire per il Sud America alla ricerca di quelle ambientazioni magiche e malincon ...(continue)

    Forse non è uno dei suoi libri migliori, Marquez però scrive sempre bene e le atmosfere che sa evocare nei suoi romanzi mi fanno sempre venir voglia di mollare tutto e partire per il Sud America alla ricerca di quelle ambientazioni magiche e malinconiche.

    Is this helpful?

    Silvia269 said on Oct 17, 2014 | Add your feedback

  • 5 people find this helpful

    Memoria...

    Anche Marquez non delude mai, certo non è sempre all'altezza di "Cent'anni di solitudine" o di "Cronaca di una morte annunciata", ma anche in racconti non troppo lunghi come questo è in grado di dispensare emozioni e lezioni di vita e questa volta la ...(continue)

    Anche Marquez non delude mai, certo non è sempre all'altezza di "Cent'anni di solitudine" o di "Cronaca di una morte annunciata", ma anche in racconti non troppo lunghi come questo è in grado di dispensare emozioni e lezioni di vita e questa volta la lezione è su un tema molto caro agli uomini, l'amore!
    Amore che arriva quando meno te lo aspetti, perfino in tardissima età, e puoi riconoscerlo soltanto se lo provi, e questo capita al vecchio professore che crede di essersi rincoglionito e invece è soltanto innamorato!
    Della serie, la vita finisce solo quando si chiudono gli occhi per l'ultima volta, fino ad allora può sempre regalare nuove emozioni...

    Is this helpful?

    Angelo Anselmo said on Sep 27, 2014 | 2 feedbacks

  • 2 people find this helpful

    L'avevo letto nove anni fa e non mi era piaciuto. Ma certo. Come avrei mai potuto apprezzare la meravigliosa e preziosa ironia sulla vecchiaia, finchè ero ancora una ragazzina! (quasi). Anche questa volta il titolo farebbe pensare a qualcosa che a be ...(continue)

    L'avevo letto nove anni fa e non mi era piaciuto. Ma certo. Come avrei mai potuto apprezzare la meravigliosa e preziosa ironia sulla vecchiaia, finchè ero ancora una ragazzina! (quasi). Anche questa volta il titolo farebbe pensare a qualcosa che a ben vedere non ha proprio nulla a che fare con il corpo del romanzo - nostalgiche rievocazioni di avventure erotiche di gioventù, per esempio. Ecco. Niente di più distante, per fortuna. Un giornalista solitario scopre il mal d'amore a novant'anni perdendo la testa per una fanciulla di cui non conosce nemmeno la voce, perchè si concede soltanto di contemplarla mentre è addormentata, così abbandonata ed indifesa, così nuova. Anni luce dalle emozioni forti ed immaginifiche di altri romanzi, (benchè abbondino i richiami ad altre storie, l'odore di liquirizia delle ragazze, iniziazioni amorose ad opera di donne intraprendenti, dettagli sparsi ovunque e non a caso), anni luce anche dalle tinte sgargianti cui ci aveva abituati, qui Marquez ci incanta con la propria personalissima interpretazione della tenerezza. Personalissima perchè ironica e frizzante, eppure struggente, a tratti malinconica, patetica, ridicola, amara. Tutto mescolato insieme, come in uno di quei piatti dei Caraibi - riso al cocco e banane verdi fritte e non ricordo cos'altro. Avrebbe potuto intitolarsi "Come essere felici in bicicletta a novant'anni", da un articolo che il protagonista pubblica al culmine di uno stato di grazia, e non sarebbe stato affatto lontano dal senso ultimo della storia. Che cosa darei per poter chiacchierare con Gabriel, in un pomeriggio di sole come questo, in una veranda fresca sdraiati mollemente su due amache, a proposito di questo titolo e di svariate altre cosucce. Aspettami, che prima o poi ti raggiungo...tieni in caldo il caffè.

    Is this helpful?

    Dania said on Sep 27, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book