Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Memorias de un amante Sarnoso/ Memoirs of a Mangy Lover

By

Publisher: Edhasa

3.7
(313)

Language:Español | Number of Pages: 208 | Format: Others | In other languages: (other languages) Italian , English

Isbn-10: 8435018377 | Isbn-13: 9788435018371 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Hardcover , Mass Market Paperback

Category: Biography , Humor , Non-fiction

Do you like Memorias de un amante Sarnoso/ Memoirs of a Mangy Lover ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 2

    Non riderebbe neppure Dylan Dog

    Ero molto ben disposto prima della lettura di questo libro perché i non-sense, le esagerazioni, l’ironia, la messa in ridicolo delle istituzioni, il vaudeville dei fratelli Marx (cho ho scoperto essere veramente fratelli e non sodalizio artistico) mi sono sempre piaciuti, da “la guerra lampo…” a ...continue

    Ero molto ben disposto prima della lettura di questo libro perché i non-sense, le esagerazioni, l’ironia, la messa in ridicolo delle istituzioni, il vaudeville dei fratelli Marx (cho ho scoperto essere veramente fratelli e non sodalizio artistico) mi sono sempre piaciuti, da “la guerra lampo…” a “una notte all’opera” e via citando. Pellicole e gag che hanno aperto la strada allo straordinario “Hellzapoppin” e, molto più tardi, ai Monty Python. Sapevo che non sarebbe stato facile trasporre l’umorismo, anche non verbale di molti loro pezzi sulla carta stampata, ma facevo affidamento sulla notoria parlantina di Groucho, amante dei giochi di parole e dell’assurdo. Il risultato, mi spiace anche un po’ dirlo, è piuttosto scadente e non solo perché il libro è datato. Poche le battute memorabili, forse nessuna, tante le storielle che alla meglio fanno sorridere. Un paio di capitoli sono proprio improponibili: senza mordente, di un umorismo forzato e surrealmente banale.
    Le pagine più belle sono invece quelle in parte autobiografiche con episodi verosimili, anche se ovviamente visti attraverso la lente deformante degli occhiali di Groucho, che ci restituiscono anche in maniera vivida lo spirito dell’epoca e del mondo dello spettacolo, prima e dopo il successo. E’ vero che il libro è stato pubblicato nel ’63, ma la maggior parte delle situazioni si riferiscono sicuramente agli anni 30-40, sicuramente più liberi e “libertini” di quelli del dopoguerra e del maccartismo.
    Diciamo anche che il genere femminile non ne esce benissimo, perché ci si muove per lo più tra starlette, ballerinette e amichette, generose e interessate signorine o ragazze in cerca di marito da accalappiare. Certo il libertinaggio del titolo non c’è perché la maggior parte delle avventure sono a lieto fine….per la fanciulla.

    ______________________________________________________________________________
    Giudizi in un haiku

    donzelle gaie
    e falsi libertini
    si rincorrono

    said on 

  • 3

    Divertido, sarcástico pero insuficiente

    Groucho narra sus vivencias ficticias y crónicas vividas con humor y mucho sarcasmo. Sin embargo en ocasiones es inevitable verlo caer en la obviedad y en el humor simplón. A pesar de todo, es grato de leer y tiene secciones muy divertidas

    said on 

  • 4

    Un libro que animo a leer. Es imposible no partirse de risa y, además, está muy bien escrito. Yo, lo tengo claro, en cuanto pueda me haré con Groucho y yo.
    Para saber más:
    http://untinterodesapphire.blogspot.com.es/2012/11/memorias-de-un-amante-sarnoso.html

    said on 

  • 4

    Antes que Memorias de un amante sarnoso, recomendaría a alguien que jamás ha leído nada de Mr. Marx "Groucho y yo". Creo que es un libro más redondo.

    said on 

  • 4

    Il libro è decisamente piacevole a leggersi, con dei buoni risvolti umoristici.
    Si sente che è abbastanza datato.
    È un libro che va letto più per conoscere il buon Groucho che per ridere.

    said on