Memorie di un folle

Racconti d'autore, 19

Voto medio di 528
| 77 contributi totali di cui 63 recensioni , 14 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Un uomo adulto racconta con trasporto il periodo della propria adolescenza, gli anni del collegio, "le risa e i pianti, il bianco e il nero, i singhiozzi venuti all'inizio dal cuore e poi stesi come un impasto in periodi sonori, le lacrime diluite in ...Continua
Mara
Ha scritto il 12/11/17

Un classico. Il libro in sé è poco conosciuto dell'autore. Qui scrive i suoi pensieri, da giovane. Sulla società, sul mondo, sulla vita e soprattutto sull'amore.

Francesco Ranieri
Ha scritto il 04/05/17
17° lettura condivisa di SALERNO CHE LEGGE
Questo libro l'ho letto in età sbagliata. Adesso posso ammirarne la scrittura, la sapienza grammaticale, l'incredibile lucidità di un giovinetto, ma non riesco più a farmi devastare dalla furia puberale che ogni passo porta con sé. E' un racconto sul...Continua
Francesco Ranieri
Ha scritto il 15/01/17
Questo libro l'ho letto in età sbagliata. Adesso posso ammirarne la scrittura, la sapienza grammaticale, l'incredibile lucidità di un giovinetto, ma non riesco più a farmi devastare dalla furia puberale che ogni passo porta con sé. E' un racconto sul...Continua
Niklaus
Ha scritto il 02/08/16
Ricordi di gioventù scritti da ... un giovane Flaubert. Prosa acerba pervasa di energia inutile e retorica come è giusto che sia quella di un giovane pieno di sé che guarda con sufficienza ai suoi simili (o meglio più che simili direi fantozzianament...Continua
Julia
Ha scritto il 15/07/16
Secondo Proust l'opera di Flaubert, dal movimento continuo, monotono, opaco, indefinito, è letterariamente senza precedenti. .."Vorrei qualcosa che non avesse bisogno di espressione nè di forma, qualcosa di puro come un profumo, forte come la pietra...Continua

Antonella
Ha scritto il Dec 29, 2015, 11:17
Sognavo il mare, i viaggi lontani, gli amori, i trionfi, tutti aborti della mia esistenza, cadaveri prima di aver vissuto.
GIRASOLA
Ha scritto il Jan 02, 2013, 09:05
Anche oggi, oggi che tutto irrido, amaramente certo di quanto sia grottesco il vivere, oggi pur sento che l'amore, quest'amore che ho sognato in collegio senza possederlo e che più tardi ho conosciuto, che tanto mi ha fatto piangere e di cui dopo ho...Continua
Pag. 33
Maria C. Tringali
Ha scritto il Oct 22, 2011, 10:53
Vorrei qualcosa che non avesse bisogno di espressione e di forma, qualcosa di puro come un profumo, di forte come la pietra, di innafferrabile come un canto, qualcosa che fosse un tempo tutto questo e niente di tutte queste cose...
Neonsynth
Ha scritto il Jan 31, 2010, 19:19
Campane! Suonerete anche per la mia morte, e dopo un minuto squillerete per un battesimo! Siete anche voi una derisione, come tutto, una menzogna, come la vita, di cui annunciate scrupolosamente ogni fase: battesimi, matrimoni, funerali.
Pag. 102
Neonsynth
Ha scritto il Jan 31, 2010, 19:17
La pazzia non è altro che dubitare della ragione, o meglio, forse, è la ragione stessa che prova i morsi del dubbio.
Pag. 85

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi