Memorie di un rivoluzionario

1901-1941

Voto medio di 161
| 29 contributi totali di cui 26 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Straordinario bilancio umano e politico del ventesimo secolo, impetuoso racconto di avventure realmente accadute, sterminata galleria di personaggi memorabili, "Memorie di un rivoluzionario" è uno dei libri essenziali per capire la nostra epoca. Nell ...Continua
edmond dantes -...
Ha scritto il 03/07/17
Ottima lettura, alternativa alle versioni di regime degli eventi del 17 e successivi Victor, memore della sua esperienza anarchica, capisce da subito la deriva burocratica/totalitaria del leninismo... Ottimo anche lo stile puramente letterario- Let...Continua
Амэж Двc
Ha scritto il 25/08/13
Coerente col proprio pensiero
Victor Serge di padre russo nato in Francia ha vissuto in prima persona una miriade di eventi che hanno caratterizzato i primi trent'anni del secolo breve. Prima anarchico, poi bolscevico e infine comunista critico, ha vissuto grandi eventi, prima a...Continua
Caffefondente
Ha scritto il 12/10/12
A scuola: al posto dei "promessi Sposi"
Sintesi tra idealità,concretezza storica,significato e senso della narrativa questo libro è da leggere e da meditare,per alcuni anche da soffrire,specie in questo periodo storico piatto in cui la solitudine politica è inevitabile.Passione politica e...Continua
Giuash perplesso
Ha scritto il 23/09/12
Indispensabile. Libro che sentii nominare alcuni anni fa da Saviano su Radio 3 al Terzo Anello come un libro fondamentale per la sua formazione di narratore. Ed in effetti Saviano ha mutuato molto del suo stile e del suo modo di narrare da Victor Ser...Continua
Antonio12358
Ha scritto il 02/01/12
Un bel giorno mi imbarcai su un cargo battente bandiera liberiana

Spero un giorno di poterlo riprendere in mano per leggerlo con la serietà che probabilmente merita, e che al momento non riesco a dedicargli.


Jenacaesar
Ha scritto il May 02, 2018, 16:51
I tetti del Palazzo di Giustizia di Bruxelles divennero il nostro luogo prediletto. Sgattaiolavamo per delle scale scure sbarrate da cartelli: Vietato il passaggio, lasciavamo dietro di noi, pieni di un gioioso disprezzo, le sale dei tribunali, i pol...Continua
Jenacaesar
Ha scritto il May 02, 2018, 16:47
Compravamo da onesti commercianti di Helsinki delle armi eccellenti, pistole Mauser con astucci di legno, che ci venivano consegnate in un settore tranquillo del fronte, reso tranquillo da quel piccolo commercio, a una cinquantina di chilometri da Le...Continua
Pag. 105
LITTLEWING
Ha scritto il Jun 16, 2010, 15:04
L'"Io" mi ripugna come una vana affermazione di se stessi,contenente una gran parte di illusione un'altra di vanita' o di ingiusto orgoglio:ogni volta che è possibile,vale a dire ogni volta che posso non sentirmi isolato,che la mia esperienza illumin...Continua
Pag. 57

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi