Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Memorie di una ragazza per bene

!!SCHEDA INCOMPLETA!!

Di

Editore: Einaudi

4.2
(1986)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Inglese , Francese , Tedesco , Rumeno

Isbn-10: A000037747 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida

Genere: Biography , Fiction & Literature , Philosophy

Ti piace Memorie di una ragazza per bene?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Saranno state le aspettative troppo alte, sarà che ogni libro ha un suo momento e forse questo non era il suo, ma ho trovato questa lettura, in molte sue parti, lenta e pesante.
    Ho amato la sete di s ...continua

    Saranno state le aspettative troppo alte, sarà che ogni libro ha un suo momento e forse questo non era il suo, ma ho trovato questa lettura, in molte sue parti, lenta e pesante.
    Ho amato la sete di sapere di questa donna straordinaria, la sua lotta contro il conformismo e le convenzioni, la sua continua ricerca della verità ma, allo stesso tempo, mi ha urtato il suo egocentrismo e la sua presunzione. Ho sicuramente invidiato la lucidità con cui racconta la sua storia e i suoi sentimenti, tuttavia, ho faticato troppo a portare a termine questa lettura.
    Sono diversi i miei sentimenti verso Simone e la sua autobiografia. Tre stelle che vogliono racchiudere queste contraddizioni.

    ha scritto il 

  • 5

    il libro giusto nel momento giusto, risonanze e consapevolezze, vicinanza anche se lo spazio e il tempo sembrano sempre irrecuperabili e non colmabili. Un libro che tutte le giovani donne dovrebbero l ...continua

    il libro giusto nel momento giusto, risonanze e consapevolezze, vicinanza anche se lo spazio e il tempo sembrano sempre irrecuperabili e non colmabili. Un libro che tutte le giovani donne dovrebbero leggere

    ha scritto il 

  • 3

    L'infanzia, l'adolescenza e la giovinezza di Simone de Beauvoir, narrate da lei stessa. Si tratta davvero di qualcosa di interessante (anche se a tratti avrei voluto un po' più sintesi): leggendolo no ...continua

    L'infanzia, l'adolescenza e la giovinezza di Simone de Beauvoir, narrate da lei stessa. Si tratta davvero di qualcosa di interessante (anche se a tratti avrei voluto un po' più sintesi): leggendolo non sono solo le osservazioni sulla vita di una bambina o ragazza quelle che si sperimentano, ma l'intera atmosfera di una società e di un'epoca. Assolutamente affascinante è come la scrittrice con le sue descrizioni e con i suoi aneddoti sappia quasi creare una pellicola cinematografica intrisa di immagini, luoghi, persone realmente esistiti. Ho inoltre ritrovato alcuni tratti caratteriali che mi appartengono e ho perciò sentito molto vicine certe domande su se stessi, sui rapporti con la propria famiglia e con la società in generale. La sensibilità della visione della scrittrice è altissima, e tutta una società borghese classista, nazionalista e maschilista viene prima adorata, poi messa lievemente in discussione e infine fatta a pezzi, insieme a una serie di convinzioni che cadono con la fine dell'infanzia e segnano il distacco con la famiglia d'origine, fino al fatale incontro con Sartre e all'epilogo commuovente. Ho scritto epilogo ma in realtà il libro mi è stato passato e, per mia mancanza, ho scoperto solo dopo averlo terminato che è soltanto il primo dei 4 volumi che compongono l'autobiografia dell'autrice, perciò il mio amaro in bocca per non aver una prosecuzione potrà essere colmato.

    ha scritto il 

  • 4

    Scoprire questo libro un po' per caso, innamorarsi del suono del titolo, essere completamente ignara di chi sia l'autrice di questa autobiografia, forse sono queste le ragioni che mi hanno affascinata ...continua

    Scoprire questo libro un po' per caso, innamorarsi del suono del titolo, essere completamente ignara di chi sia l'autrice di questa autobiografia, forse sono queste le ragioni che mi hanno affascinata e spinta a proseguire questa lettura anche quando sembrava un immenso "IO, IO, IO".
    Il modo in cui è scritto, si, anche questo ha aiutato. Una scrittura del genere ti ammalia, ti racconta, ti sussurra con voce suadente, seria e sfacciata, ti accompagna in questa vita così lontana dalle nostre. Una vita in cui le donne SE volevano affermarsi dovevano battersi con le unghie e con i denti, andando contro i preconcetti e le tradizioni di una cultura che stava troppo stretta per le idee e la determinazione di Simone.
    E' stato un lungo processo cercare di apprezzare questo libro, fino al punto di essermi aggrappata al bagliore di una storia d'amore nascosta tra le righe e i mille dubbi della protagonista. Ma più proseguivo, più lei prendeva consapevolezza di sé, più io capivo e amavo il messaggio del libro.
    Una ragazza/donna unica, strampalata, avida di sapere, confusa, cinica, innamorata, gelosa, sorella, amica, confidente che ha saputo costruirsi la sua strada, la sua proprio, nessun'altra prima di lei l'aveva percorsa. E' proprio questo il bello: la vedi cercarsi un percorso adatto a lei tra quelli già esistenti, ti disperi, piangi, ti ribelli e infine prendi consapevolezza con Simone che l'unica cosa da fare è partire da zero e costruirsi una strada nuova, fatta di scelte, gioie, soddisfazioni e novità. Una strada che poi altre ragazze troveranno e penseranno che sia quella giusta per loro, per la grandezza delle proprie ambizioni e dei propri sogni.
    Una gran bella dose di coraggio e determinazione.
    Buona lettura!

    ha scritto il 

  • 4

    Partenza molto in salita. Decolla verso metà libro.
    "In ogni caso, io dovevo salvaguardare ciò che v'era di più stimabile in me: il mio amore della libertà, della vita, la mia curiosità, la mia volont ...continua

    Partenza molto in salita. Decolla verso metà libro.
    "In ogni caso, io dovevo salvaguardare ciò che v'era di più stimabile in me: il mio amore della libertà, della vita, la mia curiosità, la mia volontà di scrivere."

    ha scritto il 

  • 0

    Delusione decisamente personale. Ho vissuto un anno in Francia con il mito di Simone de Beauvoir, il suo "manifeste des 343", il suo Sartre. Dal libro mi aspettavo un po' più d'amore e una ragazza men ...continua

    Delusione decisamente personale. Ho vissuto un anno in Francia con il mito di Simone de Beauvoir, il suo "manifeste des 343", il suo Sartre. Dal libro mi aspettavo un po' più d'amore e una ragazza meno "per bene". Mia madre lo definirebbe un mattone.

    ha scritto il 

  • 4

    L'ho trovato interessante, è sempre bvello leggere le esperienze di una donna parallelamente alle tue. Credo che il momento migliore per leggerlo sia il primo anno di università. L'affacciarsi alla vi ...continua

    L'ho trovato interessante, è sempre bvello leggere le esperienze di una donna parallelamente alle tue. Credo che il momento migliore per leggerlo sia il primo anno di università. L'affacciarsi alla vita di Simone de Bouvoir è interessante a livello storico e filosofico, da chiaramente l'idea di come nasce un pensiero critico.

    ha scritto il 

Ordina per