Memorie di una ragazza perbene

Voto medio di 2220
| 372 contributi totali di cui 220 recensioni , 152 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
UtopicAle
Ha scritto il 19/12/18
Ke tipo ;)
Le biografie non sono libri per me, ancora meno le autobiografie. Ho comprato il libero senza la consapevolezza che "...la ragazza perbene ..." fosse proprio Simone. In ogni caso, lettura nel complesso piacevole, linguaggio ricercato e trama che fila...Continua
Francy
Ha scritto il 06/10/18
Dopo aver letto un gioiello come questo, non riesco più a tornare a leggere narrativa da quattro soldi. Simone de Beauvoir è una scrittrice molto profonda che scava dentro di sé e non si scompone nel mostrare le proprie intime emozioni e sensazioni....Continua
Ilaria Agresti
Ha scritto il 08/05/18

https://www.instagram.com/p/BiWGJ3iDGAm/

Rossoprimo
Ha scritto il 13/02/18
Adesso capisco perché Simone de Beauvoir sia diventata un punto di riferimento per il movimento femminista e per la generazione degli intellettuali del ’68, quella per intenderci della “Rive Gauche”. Nata in una famiglia della buona borghesia parigin...Continua
Simona Garbarini
Ha scritto il 05/02/18
Libro per certi versi un po' prolisso che racconta l'infanzia e l'adolescenza di simone de beauvoir in un ambiente chiuso e un po' asfittico in un contesto piccolo borghese e molto osservante. Il libro è la descrizione della progressiva presa di cosc...Continua

Ἑκάτη
Ha scritto il Apr 13, 2017, 13:32
A quanto pare, io ne fui gelosa, ma per poco. Per quanto lontano riesco a spingere la memoria, ero fiera d’essere la più grande: la primogenita. Mascherata da Cappuccetto rosso, con la focaccia e il burro nel panierino, mi sentivo più interessante d’...Continua
Pag. 9
Unadomenicanotte
Ha scritto il Sep 27, 2016, 09:27
La principale ragione del mio accanimento era che all'infuori di quest'amore la mia vita m'appariva disperatamente vuota e inutile. Jacques non era che se stesso, ma a distanza diventava tutto: tutto ciò che io non avevo. A lui dovevo gioie e pene la...Continua
Pag. 226
Unadomenicanotte
Ha scritto il Sep 27, 2016, 09:25
Quanto è totale la presenza, altrettanto è radicale l'assenza.
Pag. 210
Jun
Ha scritto il Jul 11, 2016, 09:29
"Era più facile pensare a un mondo senza creatore che un creatore responsabile di tutte le contraddizioni del mondo"
Odile
Ha scritto il Nov 18, 2015, 10:40
"Non c'era molta distanza tra una solitudine tenace e la follia"

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi