Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Meridiano di sangue

By Cormac McCarthy

(452)

| Paperback | 9788806149390

Like Meridiano di sangue ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

A metà Ottocento, al confine tra Messico e Stati Uniti, una banda di killersprofessionisti annienta tutto quello che trova sul suo cammino. Un ragazzodel Tennessee, fuggito di casa, si unisce a una banda di cacciatori di scalpi.La banda ha un Continue

A metà Ottocento, al confine tra Messico e Stati Uniti, una banda di killersprofessionisti annienta tutto quello che trova sul suo cammino. Un ragazzodel Tennessee, fuggito di casa, si unisce a una banda di cacciatori di scalpi.La banda ha un regolare contratto per sterminare gli Apaches e lascia dietrodi sé una scia di sangue che sembra apparire all'orizzonte come un tramontoinfuocato. Fino a quando i massacri diventano imbarazzanti per quelli stessiche li avevano commissionati. Trent'anni dopo l'uomo del Tennesee che daragazzo aveva attraversato il "meridiano di sangue", ritroverà il giudiceHolden, uno della banda, chiamato a leggere la sua ultima, definitivasentenza.

263 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Davvero una lettura difficile. Un lungo susseguirsi di tableaux western in movimento, deserti, pozzi, accampamenti, montagne, orsi e avvoltoi. In essi cavalieri assetati di sangue si muovono senza un perché apparente, seguendo un destino imperscrutab ...(continue)

    Davvero una lettura difficile. Un lungo susseguirsi di tableaux western in movimento, deserti, pozzi, accampamenti, montagne, orsi e avvoltoi. In essi cavalieri assetati di sangue si muovono senza un perché apparente, seguendo un destino imperscrutabile eppure ineluttabile. E ogni tanto la filosofia del giudice Holden, sovrumano, mostruoso gigante umanista, scienziato e totalmente amorale.

    In verità non so se l'ho capito. Accetto volentieri pareri. Cosa rappresenta esattamente il giudice per il giovane protagonista?

    (Tutto questo sangue che gronda da McCarthy comunque mi ricorda soprattutto il malvagio It sotto Derry.)

    Is this helpful?

    Ludoviji said on Jul 8, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    violenza western senza indugio

    Nessuna concessione all'indugio, ma comunque tanta violenza nella storia del ragazzo che cresce nonostante tutto. E la figura del giudice sullo sfondo che somiglia a Kurtz, si sente l'odore di Cuore di tenebra...Del resto il titolo parla chiaro e per ...(continue)

    Nessuna concessione all'indugio, ma comunque tanta violenza nella storia del ragazzo che cresce nonostante tutto. E la figura del giudice sullo sfondo che somiglia a Kurtz, si sente l'odore di Cuore di tenebra...Del resto il titolo parla chiaro e per una volta anche la quarta di copertina non mente

    Is this helpful?

    Lorenzo il Russo said on Apr 27, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    non esattamente il libro più adatto da tenere sul comodino...

    «Il giorno seguente attraversarono un lago di gesso così fine che i pony non vi lasciarono traccia alcuna. I cavalieri si erano spalmati intorno agli occhi maschere di carbone d'ossa e qualcuno aveva annerito anche gli occhi del cavallo. Il riflesso ...(continue)

    «Il giorno seguente attraversarono un lago di gesso così fine che i pony non vi lasciarono traccia alcuna. I cavalieri si erano spalmati intorno agli occhi maschere di carbone d'ossa e qualcuno aveva annerito anche gli occhi del cavallo. Il riflesso del sole nel bacino bruciò la parte inferiore delle loro facce e l'ombra del cavallo e del cavaliere era dipinta sulla fine polvere bianca in puro color indaco. In lontananza, nel deserto a nord, vortici di polvere si sollevarono ondeggiando e trivellando la terra, e qualcuno disse di aver sentito di viaggiatori che erano stati portati via in volo come dervisci da quei turbini impazziti fino a ricadere sul deserto sanguinanti, con le ossa spezzate, e forse avevano guardato l'essere che li aveva distrutti vacillare sopra di loro come un ginn ubriaco e dissolversi di nuovo negli elementi da cui era sorto. Nessuna voce usciva da quei mulinelli, e il viaggiatore che giaceva con le ossa spaccate poteva anche urlare e infuriarsi nel suo dolore, ma contro cosa? E quando la sua carcassa essiccata e annerita verrà trovata fra le sabbie da viandanti ancora a venire, chi potrà scoprire la causa della sua sventura?»

    http://www.anobii.com/forum_thread?topicId=3252109#new_…

    Is this helpful?

    Thalita said on Mar 26, 2014 | Add your feedback

  • 5 people find this helpful

    "La verità riguardo al mondo, disse, è che tutto è possibile. Se voi non lo conosceste fin dalla nascita e pertanto non lo aveste purgato della sua bizzarria, vi apparirebbe per quello che è, un cilindro truccato in uno spettacolo di illusionismo,

    un sogno febbrile, una trance popolata di chimere senza simili e senza precedenti, un carnevale itinerante, un circo ambulante la cui destinazione finale, dopo molte soste in molti campi fangosi, è ineffabile e imperscrutabilmente rovinosa"

    L ...(continue)

    un sogno febbrile, una trance popolata di chimere senza simili e senza precedenti, un carnevale itinerante, un circo ambulante la cui destinazione finale, dopo molte soste in molti campi fangosi, è ineffabile e imperscrutabilmente rovinosa"

    Leggere McCarthy, per me, è come ascoltare le parole di una preghiera pronunciata in modo meccanico, senza amore né convinzione né sentimento.
    McCarthy, predicatore nel deserto, ministro della Vita più che di Dio, narratore crudo, duro, raramente puro (certe frasi, nella loro concisa, trasparente perfezione, svegliano, per un attimo, la vera bellezza), racconta l'orrore senza scomporsi, quasi a dire, implicitamente, che l'esistenza umana (così come quella di tutte le creature viventi) è impastata di sangue e brutalità, e chi non se ne rende conto non ha diritto di stare a questo mondo.

    Notevole il personaggio del giudice Holden.
    Mastodontico concentrato di efferatezza e cultura (ma la Storia ci ha dimostrato che non c'è contraddizione, in questo), egli non è (come lo era, invece, la Cathy de La valle dell'Eden) colui che serve il male e lo perpetra per amore del male stesso, bensì un sovrano feudale che comanda anche dove altri comandano, e che ambisce a denudare, a snidare ogni altra forma di vita generata dalla natura, per poterla infine dominare.
    D'altra parte è molto bello anche il personaggio del ragazzo, the kid, nato per diventare, forse, la nemesi del giudice e finito, invece, per esserne un maldestro emulo (a riprova del fatto che la violenza, vista, subita, compiuta, lascia sugli uomini un marchio indelebile).

    Da tempo si parla di un adattamento cinematografico del romanzo di McCarthy. E' un vero peccato che l'attore perfetto per interpretare Holden sia morto quasi trent'anni fa.

    Is this helpful?

    alice said on Mar 15, 2014 | 5 feedbacks

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book