Messaggio per un'aquila che si crede un pollo

La vita è quella cosa che ci accade mentre siamo impegnati a fare altri progetti

Di

Editore: Piemme Pocket

3.4
(1253)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 206 | Formato: Altri

Isbn-10: 8838428212 | Isbn-13: 9788838428210 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Laura Cangemi

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Salute, Mente e Corpo , Filosofia , Religione & Spiritualità

Ti piace Messaggio per un'aquila che si crede un pollo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Un uomo trovò un uovo d'aquila e lo mise nel nido di una chioccia. L'uovo si schiuse e l'aquilotto crebbe insieme ai pulcini. Per tutta la vita l'aquila fece quel che facevano i polli del cortile. Un giorno vide sopra di sé, nel cielo sgombro di nubi, uno splendido uccello che planava, maestoso ed elegante..." Anthony De Mello ci svela i segreti per acquisire una maggiore consapevolezza e prendere in mano ogni aspetto della nostra vita. Il suo messaggio è forte e diretto: "Scopri te stesso e riprenditi la vita".
Ordina per
  • 2

    Riletto a distanza di una decina d'anni,. questo libro che mi era sembrato una rivelazione, non mi ha dato le stesse impressioni positive.
    Si, un bel insegnamento, interessanti spunti di riflessione.. ...continua

    Riletto a distanza di una decina d'anni,. questo libro che mi era sembrato una rivelazione, non mi ha dato le stesse impressioni positive.
    Si, un bel insegnamento, interessanti spunti di riflessione... ma niente di che... forse il questi dieci anni sono cresciuta un po'! :)

    ha scritto il 

  • 2

    Troppo New Age

    Troppo New Age e poco incisivo.
    De Mello potrebbe anche non essere male...
    Può andar bene per chi ha problemi di quelli grossi...
    Ma a questo punto è meglio se si "rivolge" a un Emerson o un Maslow. ...continua

    Troppo New Age e poco incisivo.
    De Mello potrebbe anche non essere male...
    Può andar bene per chi ha problemi di quelli grossi...
    Ma a questo punto è meglio se si "rivolge" a un Emerson o un Maslow.

    ha scritto il 

  • 5

    E' vero come dice qualcuno, il libro esprime concetti in maniera generale ma a mio avviso è stato strutturato in questo modo per lasciare il lettore libero di riflettere e di pensare con la propri tes ...continua

    E' vero come dice qualcuno, il libro esprime concetti in maniera generale ma a mio avviso è stato strutturato in questo modo per lasciare il lettore libero di riflettere e di pensare con la propri testa.
    E' stata una bellissima lettura e l'autore una meravigliosa scoperta.
    Consigliato!

    ha scritto il 

  • 2

    Per niente.

    Non mi è piaciuto. Ho lasciato perdere a pagina 50 circa. I concetti sarebbero buoni, li conosco di già da tempo, ma vengono espressi in modo confusionario. Forse un giorno riproverò a leggere. ...continua

    Non mi è piaciuto. Ho lasciato perdere a pagina 50 circa. I concetti sarebbero buoni, li conosco di già da tempo, ma vengono espressi in modo confusionario. Forse un giorno riproverò a leggere.

    ha scritto il 

  • 2

    Errore madornale! Pensavo si trattasse di una storiella invece è una sorta di viaggio all'interno di se stessi dove l'autore cerca di porre l'attenzione su alcune tematiche quali per esempio: la rinun ...continua

    Errore madornale! Pensavo si trattasse di una storiella invece è una sorta di viaggio all'interno di se stessi dove l'autore cerca di porre l'attenzione su alcune tematiche quali per esempio: la rinuncia, il desiderio della felicità, l'ascolto e via dicendo. Purtroppo non condividendo affatto quello che viene scritto a pag. 32 ho mollato.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per