Messia di Dune

Il ciclo di Dune, Vol. 2

Voto medio di 1641
| 104 contributi totali di cui 95 recensioni , 9 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Sono trascorsi dodici anni dagli eventi che concludevano "Dune". Vinta la guerra alla testa dei terribili Fremen, Paul Atreides è diventato l'imperatore del mondo delle sabbie e dell'intera galassia. I suoi desideri però non sono cambiati ed egli
Ha scritto il 18/09/17
l'inconsistenza fatta a libro
Ma come si fa a considerare sta zozzeria alla stregua de "Il Signore degli Anelli" per il genere fantascientifico? La lettura scivola via che è una meraviglia il problema è che una volta chiuso il libro non rimane assolutamente nulla. I ...Continua
Ha scritto il 07/09/17
DIFFICILE STARGLI DIETRO...
Rimasto positivamente impressionato da Dune decido di continuare con il secondo capitolo che in tutta sincerità un pochino mi ha deluso...sicuramente apprezzabile lo sforzo di Herbert di creare il suggestivo "universo di Dune" che però qui diventa ...Continua
Ha scritto il 04/03/17
Più rapido e conciso rispetto al primo volume del ciclo, introduce una serie di fattori nuovi nell'universo di Dune ma riesce a mantenere una certa coerenza interna.
Ha scritto il 03/10/16
Quanto è bello Dune tanto questo è deludente
Li sto leggendo tutti di seguito, ma non so se è stata un'idea geniale. Questo mi ha deluso moltissima. Tra l'altro secondo me è pieno di incongruenze con il primo.....
Ha scritto il 29/05/16
Che delusione!
Ho adorato Dune. A causa di un finale a mio parere un po' affrettato e alcune questioni lasciate in sospeso, però, non gli avevo attribuito 5 stelline. Per questo, la curiosità di leggere Messia di Dune era tanta... e tanta è stata la delusione ...Continua
  • 1 mi piace

Ha scritto il May 01, 2015, 18:58
Ora le forze si raccolgono, pensò Paul. L'odore della paura era acre e intenso intorno a lui.
Pag. 187
Ha scritto il May 01, 2015, 18:52
"Mi seguirai, Duncan?" "Dovunque tu vada."
Pag. 255
Ha scritto il Feb 24, 2013, 09:43
E' detto, di Muad'Dib, che intraprese un viaggio in quella terra dove si cammina senza lasciare impronte.
Pag. 270
Ha scritto il Feb 23, 2013, 14:50
Non è certo al momento della loro creazione che gli Imperi mancano di uno scopo. Quando, invece, si sono fermamente consolidati, gli scopi si smarriscono e vengono sostituiti da vaghi rituali.
Pag. 54
Ha scritto il Feb 23, 2013, 14:49
Così, pensò, il Jihad vacilla... Manon abbastanza presto per salvarmi. Questo pensiero suscitò in lui emozioni assopite. Ricordò le prime visioni del futuro Jihad, il terrore e la repulsione che aveva sperimentato. Ora, naturalmente,aveva ...Continua
Pag. 62

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi