Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Metafisica dei tubi

Di

Editore: Voland

3.9
(3130)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 128 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Francese , Inglese , Portoghese , Tedesco , Spagnolo , Catalano , Ceco

Isbn-10: 888658685X | Isbn-13: 9788886586856 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: P. Galeone

Disponibile anche come: Tascabile economico

Genere: Biography , Fiction & Literature , Humor

Ti piace Metafisica dei tubi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Il libro è un'autobiografia scanzonata e irriverente dei primissimi anni divita della scrittrice. La scoperta del gusto, del peccato, della potenza e della fascinazione della parola impegnano il tubo-Amélie, apparentemente inerte. In una compulsione di pensieri e metafore l'autrice consegna al Dubbio di tutti i tempi, del nostro tempo, una sola formula corrosiva che condensa irrequietezza e catarsi: "Vivere è rifiutare. Chi accetta ogni cosa non è più vivo dell'orifizio del lavandino".
Ordina per
  • 3

    La mia seconda esperienza con la Nothomb mi conferma le impressioni avute con Igiene dell' assassino. Anche questo e' un libro «carino» , la scrittura e' bella e elegante, lo stile scorrevole, alcuni spunti originali. Mi sembra il libro perfetto per superare i momenti di blocco della lettura, per ...continua

    La mia seconda esperienza con la Nothomb mi conferma le impressioni avute con Igiene dell' assassino. Anche questo e' un libro «carino» , la scrittura e' bella e elegante, lo stile scorrevole, alcuni spunti originali. Mi sembra il libro perfetto per superare i momenti di blocco della lettura, però mi rimane il forte sospetto che tra un anno non mi ricorderò più di che parla.

    ha scritto il 

  • 3

    divertente e riflessivo, non male, proprio niente male, anche se con questa autrice non riesco ad avere un rapporto sereno, soprattutto, anche se può parere offensivo o banale, per il rapporto quantità/prezzo, decisamente eccessivo.

    ha scritto il 

  • 1

    Mi era piaciuta la Nothomb...fino a qui...

    Con 'Igiene dell'assassino' e 'Le catilinarie' mi aveva quasi convinta; con 'Stupore e tremori' mi aveva fatto dubitare, ma con i 'Tubi' mi ha fatto proprio incazzare: mancava solo 'zietto', e mi sembrava la macabra versione cino-belga di Pippi Calzelunghe.
    Ultima chance 'Sabotaggio d'amore ...continua

    Con 'Igiene dell'assassino' e 'Le catilinarie' mi aveva quasi convinta; con 'Stupore e tremori' mi aveva fatto dubitare, ma con i 'Tubi' mi ha fatto proprio incazzare: mancava solo 'zietto', e mi sembrava la macabra versione cino-belga di Pippi Calzelunghe.
    Ultima chance 'Sabotaggio d'amore', solo perché consigliatomi da un'amica anobiana, dopo di che, sayonara Amélie!

    ha scritto il 

  • 4

    Rifiutare

    Questo libro parla della prima infanzia dell'autrice nel Giappone degli ultimi anni Sessanta.
    Molto interessante il risveglio della bimba alla coscienza grazie a una barretta di cioccolato bianco belga, principio di piacere. Ero in aeroporto a Bruxelles mentre leggevo quella pagina, ho comp ...continua

    Questo libro parla della prima infanzia dell'autrice nel Giappone degli ultimi anni Sessanta.
    Molto interessante il risveglio della bimba alla coscienza grazie a una barretta di cioccolato bianco belga, principio di piacere. Ero in aeroporto a Bruxelles mentre leggevo quella pagina, ho comprato del cioccolato bianco, era buono ma purtroppo non mi ha condotto a un livello superiore di comprensione :-)
    Il brano forse più interessante è quello in cui si dice che la vita parte dallo sguardo, che lo sguardo è selezione (o guardi questo o guardi quello) e che quindi la vita è primariamente un rifiutare, un dire di no, un negare.
    In questo mondo di smodata offerta di stimoli e contenuti, da cui il silenzio sembra essere stato cancellato, si tratta di un punto di vista utile e saggio.
    Lettura molto veloce, autrice molto intelligente.

    ha scritto il 

  • 5

    Pagina 38

    Avevo tuttavia notato che esisteva anche un uso inoffensivo della parola. "Bel tempo, vero?" o "Mia cara, la trovo in ottima forma!" erano frasi che non producevano alcun effetto metafisico. La gente poteva dirle senza timore. Si poteva anche non dirle. Se si dicevano, era sicuramente per avverti ...continua

    Avevo tuttavia notato che esisteva anche un uso inoffensivo della parola. "Bel tempo, vero?" o "Mia cara, la trovo in ottima forma!" erano frasi che non producevano alcun effetto metafisico. La gente poteva dirle senza timore. Si poteva anche non dirle. Se si dicevano, era sicuramente per avvertire le persone che non stavamo per ucciderle. Erano come la pistola ad acqua di mio fratello; quando mi sparava annunciandomi "Bum! sei morta!" io non morivo, ero semplicemente zuppa. Si ricorreva a questo tipo di discorsi per mostrare che la propria arma era caricata a salve.

    ha scritto il 

  • 4

    Come tutti i libri autobiografici di Amelie si legge con piacere, pur non essendo neanche lontanamente speciale quanto Stupore e tremori o, soprattutto, l'irraggiungibile Né di Eva né di Adamo. In questo libro ho avuto la conferma di qualcosa che sapevo da tempo: i 3 anni sono in un certo senso l ...continua

    Come tutti i libri autobiografici di Amelie si legge con piacere, pur non essendo neanche lontanamente speciale quanto Stupore e tremori o, soprattutto, l'irraggiungibile Né di Eva né di Adamo. In questo libro ho avuto la conferma di qualcosa che sapevo da tempo: i 3 anni sono in un certo senso l'età perfetta e più completa della vita!Se non ne siete convinti, leggete questo libro xD

    ha scritto il 

Ordina per