Metro 2034

By

Publisher: Timun Mas

3.1
(156)

Language: Español | Number of Pages: 364 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian , Russian , German , French , Czech , Greek

Isbn-10: 8448039815 | Isbn-13: 9788448039813 | Publish date:  | Edition 1

Also available as: Others

Category: Fiction & Literature , Horror , Science Fiction & Fantasy

Do you like Metro 2034 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Año 2034. Moscú se ha transformado en una ciudad fantasma. Los supervivientes se han refugiado en las profundidades de la red de metro y han creado allí una nueva civilización que no se parece en nada a las anteriores... La estación Sevastopolskaya lleva varias semanas sin poder comunicarse con el resto de la red de metro. Aparece en ella un misterioso brigadier llamado Hunter. Este toma sobre sus hombros la lucha contra un enigmático peligro que amenaza a todos los habitantes de la red de metro, y emprenderá una arriesgada expedición hasta lo más recóndito del sistema de túneles. Le acompañará Homero, de l Sevastopolskaya, un hombre viejo y experimentado que conoce como nadie la red de metro y sus leyendas. Más adelante conocerán a la joven Sasha y Homero pensará que el héroe caído y la muchacha podrían ser la pareja perfecta para protagonizar su epopeya. Pero tendrá que protegerla de incesantes peligros.
Sorting by
  • 3

    Gluchovskij un pochino sottotono stavolta ma questo non mi impedirà di leggere anche 'Metro 2035'. :) Una preghiera alla Multiplayer Edizioni: più attenzione all'editing! Mancano le congiunzioni, le p ...continue

    Gluchovskij un pochino sottotono stavolta ma questo non mi impedirà di leggere anche 'Metro 2035'. :) Una preghiera alla Multiplayer Edizioni: più attenzione all'editing! Mancano le congiunzioni, le preposizioni, intere righe sono tutte attaccate nel testo e un buon numero di parole risulta incomprensibile perché mancano delle lettere! Insomma la sospensione dell'incredulità va a farsi friggere se troppo spesso ti devi fermare per capire una frase scritta male. Un peccato perché la Metro è un mondo affascinante.

    said on 

  • 0

    Doppia copia (ne ho acquistato un altro, completamente dimentica di avercelo gia'... -.-'''). Essendo nuovo lo vendo a 12.00 invece che a prezzo completamente dimezzato.

    said on 

  • 3

    Interesante pero peor que el original

    Metro 2034, la segunda parte de Metro 2033, no es un mal libro, pero fracasa a la hora de llegar al nivel del original. Parte importante de esto se debe a la ambientación, que ha perdido mucho en su t ...continue

    Metro 2034, la segunda parte de Metro 2033, no es un mal libro, pero fracasa a la hora de llegar al nivel del original. Parte importante de esto se debe a la ambientación, que ha perdido mucho en su trabajo y ahora no solo sorprende menos sino que también está menos detallada y se siente menos opresiva. A mayores, los personajes principales son más alienígenas de lo que era Artyom, de modo que es difícil empatizar con ellos y las situaciones por las que pasan, que también tienen menos de magia y en ocasiones dan un poco de sensación de relleno. Incluso contradice ligeramente el original en algunos puntos (como la ceguera al salir a la superficie de día), de modo que en eso también falla. El resultado es una novela que, sin ser mala, ni sorprende ni engancha demasiado.

    said on 

  • 1

    Abbandonato. Non capisco se è un problema di traduzione o è un problema di come è stato scritto. Ma arrivato ad 1/3 del libro l'ho abbandonato poichè difficile da seguire e parecchio contorto. Peccato ...continue

    Abbandonato. Non capisco se è un problema di traduzione o è un problema di come è stato scritto. Ma arrivato ad 1/3 del libro l'ho abbandonato poichè difficile da seguire e parecchio contorto. Peccato il primo mi era piaciuto.

    said on 

  • 1

    Il primo mi era piaciuto, era agosciante, emozionante, oscuro...trasmetteva una qualche emozione.
    Questo invece no.
    Lento, noioso, contorto. Nessuna descrizione delle atmosfere ma lunghe spiegazioni s ...continue

    Il primo mi era piaciuto, era agosciante, emozionante, oscuro...trasmetteva una qualche emozione.
    Questo invece no.
    Lento, noioso, contorto. Nessuna descrizione delle atmosfere ma lunghe spiegazioni sui personaggi che spesso poi non portano a niente. Non c'è azione, ma solo pensantezza della scrittura.
    Bocciato e abbandonato. Che peccato...

    said on 

  • 3

    decisamente sotto tono rispetto al predecessore, la storia e i personaggi non mi hanno colpito particolarmente, e se anche l'atmosfera sia sempre intrigante qui pare quasi che diventi una cosa superfi ...continue

    decisamente sotto tono rispetto al predecessore, la storia e i personaggi non mi hanno colpito particolarmente, e se anche l'atmosfera sia sempre intrigante qui pare quasi che diventi una cosa superficiale; inoltre il libro è davvero pieno di errori di battitura e frasi a volte senza senso, potevano curarlo di più! in sostanza è un libro che poteva essere sviluppato meglio, tuttavia è una lettura leggera che può appassionare gli amanti del genere o chi ha apprezzato il videogioco! ;)

    said on 

  • 4

    http://www.readingattiffanys.com/2013/09/recensione-metro-2033-metro-2034.html

    La narrazione riprende un anno dopo e i protagonisti sono differenti ma rimane una costante sempre fissa: la metropolitan ...continue

    http://www.readingattiffanys.com/2013/09/recensione-metro-2033-metro-2034.html

    La narrazione riprende un anno dopo e i protagonisti sono differenti ma rimane una costante sempre fissa: la metropolitana. Questa volta il romanzo parte da una stazione più a Sud, chiamata Sevastopolskaya dove incontriamo Hunter, una vecchia conoscenza del primo romanzo. Dopo il cammino condiviso con Artyom, Hunter è cambiato: prima di tutto non è più uno Stalker e ha scelto questa stazione come sua dimora permanente. Una nuova minaccia si avvicina e sembra più pericolosa che mai: un nuovo contagio si sta espandendo, non c'è tempo da perdere. Come nel precendente romanzo le ambientazione claustrofobiche e post apocalittiche ci accompagneranno durante tutta la narrazione: l'autore ci riporta in vecchi luoghi e il cammino di queste povere anime disperate rappresentare un ulteriore viaggio in loro stessi. Insieme questi due libri formano un racconto di tante vite spezzate che si intrecciano e formano un quadro di insieme davvero sconvolgente. Quello che di più rimane nell'animo del lettore è l'intricato labirinto della metropolitana di Mosca con le sue gallerie e i suoi misteri: cosa ci aspetta dietro quella curva? quale altro mostro sta per attaccarci? Le atmosfere horror sono rese alla perfezione ma sono i protagonisti, sia principali che secondari, che rendono questa duologia imperdibile. Le loro storie, i loro ricordi e la loro continua ricerca si amalgano con le nostre paure: Glukhovsky ha ricreato la società moderna con le loro paranoie e le loro "classi" nel sottosuolo ed è impossibile non immedesimarsi con le numerose storie. Amo le storie post apocalittiche e questi due romanzi li consiglio a chi ama il genere e vuole scoprire un mondo nuovo!

    said on 

Sorting by
Sorting by