Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Mi siglo

By

Publisher: Ediciones Alfaguara, S.A.

3.5
(127)

Language:Español | Number of Pages: 428 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Italian , French , German , Catalan , Portuguese

Isbn-10: 8420442038 | Isbn-13: 9788420442037 | Publish date:  | Edition 1

Translator: Miguel Sáenz

Also available as: Others

Category: Fiction & Literature , History , Political

Do you like Mi siglo ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Para cada año que finaliza, Grass levanta una historia desde perspectivas diversas y desde el punto de vista de diferentes personajes. Habla de los grandes acontecimientos, de aparentes banalidades, de descubrimientos científicos y técnicos, de eventos culturales y deportivos, de persecuciones y asesinatos, de las guerras y de las grandes catástrofes, pero también de los nuevos comienzos. Un vivaz y sorprendente retrato de este siglo tan rico en maravillas, pero también tan abundante en horrores.
Sorting by
  • 0

    senza voto. ci ho provato ma è privo di qualsiasi interesse. l'idea è buona: 100 racconti, uno per ogni anno del '900, incentrati su qualcosa di significativo per la Germania.
    Peccato che siano peggio che noiosi, ininteressanti!

    Ps: lo abbandono senza sensi di colpa per non averlo f ...continue

    senza voto. ci ho provato ma è privo di qualsiasi interesse. l'idea è buona: 100 racconti, uno per ogni anno del '900, incentrati su qualcosa di significativo per la Germania.
    Peccato che siano peggio che noiosi, ininteressanti!

    Ps: lo abbandono senza sensi di colpa per non averlo finito, anche grazie al fatto che è un ebook!

    said on 

  • 0

    da Gunter a Ingo

    E' il solito brodo alla Gunter, non si sbaglia!
    Viaggio nella storia tedesca da un punto di vista speciale. Ingo Schulze è sulle sue orme.

    said on 

  • 3

    Ho trovato i cento racconti ( o saggi? ), legati ai cento anni del secolo, troppo indipendenti.

    Non c'è alcun filo logico tra i cento capitoli del libro, né di ambiente, né di ideali, né di tipologia.
    Inoltre è noioso.
    Forse troppo intellettuale per me.

    said on 

  • 4

    Letto da: Peppe.

    Semplicemente 100 lettere, una per ogni anno, lettere da una Germania in cammino, da popoli che si dividono e poi si ritrovano, con sfondo la Storia con la s maiuscola. Sincero.

    said on 

  • 4

    La parola chiave di questa galoppata nella storia tedesca potrebbe essere “continuità”: prima e dopo le guerre e il nazismo, e anche continuità fra Germania Ovest e Germania Est, prima dell’unificazione, al di là delle diatribe ideologiche e delle apparenti profonde differenze. Grass sembrerebbe ...continue

    La parola chiave di questa galoppata nella storia tedesca potrebbe essere “continuità”: prima e dopo le guerre e il nazismo, e anche continuità fra Germania Ovest e Germania Est, prima dell’unificazione, al di là delle diatribe ideologiche e delle apparenti profonde differenze. Grass sembrerebbe individuare nella storia tedesca una costante di assennata ragionevolezza (bisogna guardare alla sostanza, cioè in genere ai soldi), che rende le persone insensibili e quindi irresponsabili rispetto alle tragedie che le circondano e che si ostinano a non vedere.<br />Il tono prevalente è lieve, ma le tragedie rimangono tali: sia che parli delle battaglie di Verdun con le sue centinaia di migliaia di morti (circa otto o nove morti per metro quadro, ma mancano sul luogo adeguati cartelli bilingui per i visitatori...), sia che parli della nube di Chernobyl, con il cesio che contamina i funghi (ma il vecchio signore dell'anno 1986 continuava a raccoglierli, tanto alla sua età...). Per il lettore italiano a volte risulta difficile cogliere allusioni e doppi sensi intraducibili, oltre che riferimenti ad episodi poco conosciuti.

    said on