Mia sorella è una foca monaca

Voto medio di 1260
| 323 contributi totali di cui 315 recensioni , 8 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
"Tempo fa mi è capitato tra le mani questo libro. Con cosa avessi a che fare l'ho capito dopo un po', man mano che ogni pagina mi strappava il sorriso, e alla fine, quando mi sono scoperto commosso nonostante i dialoghi irresistibili e le risate. ... Continua
Ha scritto il 26/07/16
Libro carino,per adolescenti. Con tematiche anche serie con un protagonista che inventa bugie su bugie ed è anche creduto.Lettura da giovane per giovani e anche per chi sente un eterno giovincello....
Ha scritto il 25/06/16
Scelto perchè da qualche parte ho letto che ricorda Ammaniti (e qualcuno dice che è un mix tra Ammaniti, Moccia e D'avenia e forse ci prende)La storia delle turbe del protagonista tra adolescenza e età adulta sono ben narrate, ottimi i ...Continua
Ha scritto il 12/04/16
Abbandonato
E' un po' Ammaniti, un po' D'Avenia, un po' Brizzi; è un po' di tutto e un po' di niente.L'hanno spacciato come romanzo ggggiovane, ma più che altro è adolescenziale! Storia banale e scrittura banale. Bella copertina, intrigante il titolo, ma ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 17/12/15
da una copertina così non immaginavo di innamorarmene
E' entrato sorprendentemente nella mia personale top ten.Libro adorabile come il suo protagonista adolescenziale.E' là che ti catapulta. Ti strappa e ti porta là. Nei dolori, nelle contraddizioni, nei muri e perfino nel romanticismo ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 05/11/15
Otto
Il libro è bellissimo.Titolo e copertina, però, non rendono affatto merito al valore del libro. Strana operazione commerciale se si pensa che proprio titolo e copertina dovrebbero accalappiare il lettore: qui il lettore è pericolosamente ...Continua
  • 2 mi piace

Ha scritto il Sep 16, 2012, 17:07
Sembrava molto soddisfatto di potersi rendere utile. Non so se fosse meno stronzo di quanto avessi creduto, o se in quel momento ero io a essere meglio disposto nei confronti del prossimo per il semplice fatto che ero triste e avevo paura di restare ...Continua
Pag. 266
Ha scritto il May 06, 2010, 13:22
Il muro di Berlino non esisteva più e mi pareva assurdo che i media s'affannassero a parlare continuamente di qualcosa che era sparito per sempre.Ma un fatto concreto c'era, secondo me: adesso quelli della Germania Ovest avrebbero potuto scopare ...Continua
Pag. 41
Ha scritto il Dec 28, 2009, 13:26
"Ti costrusci dei castelli solo per far somigliare il mondo a come vorresti che fosse."
Ha scritto il Nov 22, 2009, 13:42
In quella posizione era come il verso di una poesia che una volta letto non se ne va più dalla testa finché non muori.
Pag. 134
Ha scritto il Nov 22, 2009, 13:40
Ora non ero più nessun attore in nessunissimo film. Proprio non mi veniva. Ero solo me stesso e non era poi così bello.
Pag. 170

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi