Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Mia sorella Emanuela

Sequestro Orlandi: voglio tutta la verità

Di ,

Editore: Edizioni Anordest

3.9
(17)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 224 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8896742072 | Isbn-13: 9788896742075 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri

Genere: Biography , Crime , History

Ti piace Mia sorella Emanuela?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Emanuela Orlandi, cittadina vaticana di 15 anni, figlia di un commesso pontificio, sparì il 22 giugno 1983, nel centro di Roma, mentre tornava a casa dopo la lezione di musica. Inghiottita da un intrigo internazionale senza precedenti, che è diventato uno dei più torbidi gialli del secondo Novecento. Terrorismo turco, servizi segreti dell'Est, Cia, intelligence italiana, Vaticano, Ior, banda della Magliana... Per la prima volta Pietro Orlandi ripercorre tutti i misteri legati al sequestro di sua sorella, che considera un "proseguimento" dell'attentato a Giovanni Paolo II, avvenuto il 13 maggio 1981. Le sue rivelazioni sono clamorose. Pietro mette a disposizione la trascrizione integrale del suo faccia a faccia con il feritore del papa, Ali Agca, che ha incontrato in Turchia nel 2010. Fornisce una nuova prova sull'esistenza in vita di sua sorella due mesi dopo la scomparsa, quando fu vista in un paese vicino Bolzano. Svela che, dietro una delle sigle che per mesi tennero l'Italia con il fiato sospeso, c'erano gli 007 nostrani. Parla di un'ultima pista in Marocco. Incalza la magistratura italiana a proseguire nelle indagini. Chiede al Vaticano di abbandonare ogni reticenza "in nome della parola del Vangelo". E, in questa nuova edizione del libro, rivela il contenuto di una "nota riservata" sul caso Orlandi scritta nel gennaio 2012 e destinata a papa Ratzinger e di suoi colloqui con le alte gerarchie ecclesiastiche. Prefazione di don Luigi Ciotti. Commento di Walter Veltroni.
Ordina per
  • 5

    Mia sorella Emanuela

    Bellissimo...Interessante...una linea di tutti gli avvenimenti così come sono avvenuti,senza risparmiare nessun nome.Un fratello che fa da portavoce ad una famiglia che da quasi 30 anni attende la ...continua

    Bellissimo...Interessante...una linea di tutti gli avvenimenti così come sono avvenuti,senza risparmiare nessun nome.Un fratello che fa da portavoce ad una famiglia che da quasi 30 anni attende la sorella.....SISMI,SISDE,CIA,VATICANO......na basta hanno capito tutti come è andata la storia...adesso è ormai ora,caro Benedetto 16°,di sputare il rospo...tu che pali tanto di verità......Pietro,mamma Maria ,Natalina ,Cristina,Federica l'Italia tutta vuole questa verità.......

    ha scritto il 

  • 4

    Questi sono dei santi

    Mi fossero capitate metá delle cose inflitte a questi poveretti non avrei esitato ad avvelenare uno ad uno e senza fretta tutti i meschini profeti della Realpolitik che si sono trovati di ...continua

    Mi fossero capitate metá delle cose inflitte a questi poveretti non avrei esitato ad avvelenare uno ad uno e senza fretta tutti i meschini profeti della Realpolitik che si sono trovati di fronte. Perché non una vita è stata rovinata; bensì tutte quelle dei genitori, fratelli e nipoti che sono stati costretti e lo saranno ancora (temo per sempre) a vivere avvolti dal senso di colpa che li colpirá ogni qual volta dedicheranno un loro momento alle loro vite private cercando un po' di gioia invece che all'affannosa ricerca della veritá. E questa classe di parassiti porporati ancora si permette di dire ciò che è che è giusto e ciò che è sbagliato davanti ad un milione di persone. L'ignoranza è sempre la sola piaga. Quasi più della fame.

    ha scritto il 

  • 4

    Emanuela Orlandi al di là della foto. Chi era quella ragazza sorridente inghiottita nel nulla 29 anni fa. Tutte le piste, i depistaggi, le delusioni e le speranze su una triste vicenda di cronaca ...continua

    Emanuela Orlandi al di là della foto. Chi era quella ragazza sorridente inghiottita nel nulla 29 anni fa. Tutte le piste, i depistaggi, le delusioni e le speranze su una triste vicenda di cronaca nera. Pietro, il suo unico fratello ripercorre tutta la vicenda con Fabrizio Peronaci, giornalista del Corriere della Sera con un unico scopo: conoscere la verità e finalmente avere giustizia.

    ha scritto il 

  • 4

    3 stelle e 1/2

    Uno dei casi più complessi del nostro secolo, la sparizione di Emanuela dovrà arrivare prima o poi ad una soluzione, me lo auguro veramente per tutta la famiglia Orlandi.

    ha scritto il 

  • 3

    Il 22 giugno 1983, Emanuela Orlandi, 15 anni, cittadina vaticana, è stata rapita mentre tornava a casa da una lezione di musica. Da quel giorno di lei non se ne sa più niente. Il libro è il ...continua

    Il 22 giugno 1983, Emanuela Orlandi, 15 anni, cittadina vaticana, è stata rapita mentre tornava a casa da una lezione di musica. Da quel giorno di lei non se ne sa più niente. Il libro è il racconto fatto dal fratello maggiore, Pietro, della vicenda vissuta dalla famiglia, di tutta l'angoscia che è piovuta loro addosso, delle bugie e dei depistaggi da parte delle alte gerarchie del Vaticano, di tutte le volte che sono stati illusi e delusi. Una vicenda che non si è conclusa, che ancora oggi offre nuovi spunti di indagine; è la lotta di un fratello che ha preso in mano l'eredità di un padre morto senza poter riabbracciare la sua bambina. Il sequestro Orlandi è una delle pagine più nere della nostra storia. Mi ha sempre incuriosito ed angosciato come fatto, ma essendo io stessa una bambina all'epoca dei fatti, le informazioni che avevo erano frammentarie e confuse. Leggendo il libro si rimane storiditi; una famiglia normale, come potrebbe essere la mia, coinvolta in un fatto più grande di loro, fatto di spie, servizi segreti deviati, CIA, SISDE, STASI, KGB, alte gerarchie vaticane, criminalità organizzata, tutti che sanno un pezzetto di verità e tutti che per proteggere se stessi o i propri interessi, tengono all'oscuro la famiglia, mettono bastoni tra le ruote alla polizia, fanno di tutto per depistare le indagini. E' una lettura agghiacciante, andando avanti con il libro avrei tanto voluto che fosse solo un romanzo. La rabbia, l'impotenza, l'angoscia e l'amarezza che devono provare i familiari di Emanuela Orlandi è indicibile. Ho un'ammirazione infinita per tutti loro che dopo 28 continuano a lottare perchè Emanuela sia restituita alla sua famiglia, perchè sia finalmente libera. E allo stesso tempo non si può non farsi prendere dall'odio e dal disgusto verso chi sa e continua, dopo 28 anni, a tacere. Vergognatevi. Emanuela Orlandi è stata rapita a 15 anni, adesso ne ha 43 - è ancora prigioniera.

    http://readergonewild.blogspot.com/2012/02/mia-sorella-emanuela-pietro-orlandi.html

    ha scritto il