Mia suocera beve

Voto medio di 2202
| 589 contributi totali di cui 505 recensioni , 83 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Vincenzo Malinconico è un avvocato semi disoccupato, semi divorziato, semi felice. Ma soprattutto è un grandioso filosofo autodidatta, uno che mentre vive pensa, si distrae, insegue un'idea da niente facendola lievitare. Al centro del romanzo questa ...Continua
itaca
Ha scritto il 06/08/18
livello inferiore rispetto al primo romanzo con l'avvocato Malinconico come protagonista. Lui è sempre simpatico con i suoi consigli e le sue riflessioni non richieste, il suo modo di fare apparentemente da perdentema incredibilmente e inaspettatam...Continua
supernonno
Ha scritto il 18/07/18
Una sequenza di monologhi da cabaret.
Una sequenza di monologhi da cabaret. Ottimista come Leopardi, sottile e molesto dissezionatore di ogni luogo comune peggio di Socrate ed umorista familiare alla Brignano. Giudizio sul libro: discreto Mia opinione: noioso Tipo di trama: quale trama? ...Continua
Mirkok87
Ha scritto il 11/06/18
La tragicità e la comicità al tempo stesso con cui vengono descritte le faccende dell'Avv. Malinconico rapiscono il lettore in un totale coinvolgimento e immedesimazione nel personaggio. Lo stile dello scrittore è magistrale, ricco ed esteticamente f...Continua
Eleo
Ha scritto il 12/11/17

Dell'abuso di parentesi tonde...

Viandante Jan
Ha scritto il 18/06/17

Libro comico, ma non tanto, giallo, ma non tanto, d'impegno politico, ma non tanto. Insomma un libro gradevole, ma non tanto...


Mirkok87
Ha scritto il Jun 11, 2018, 18:55
Io, se volete che vi dica come la penso al riguardo, fondamentalmente invidio le persone come mia suocera. Quelle che vanno per evidenza e priorità. Che sbrigano faccende. Che risolvono la molestia delle giornate tristi con un'alzata di spalle. Che c...Continua
Momix75
Ha scritto il Sep 23, 2015, 07:16
Non si può. Non vale più. Nella vita vera non posso cancellare, tornare indietro, ripensare a quello che ho detto, correggerlo. Allora scrivo. Per prendermi la rivincita sulle parole.
Letizia Ludmilla...
Ha scritto il Aug 20, 2013, 20:27
All'amore, io, non ho mai chiesto di salvarmi la vita. Mi è bastato che ci fosse quando ne sentivo la mancanza, che non mi abbandonasse. Anche quand'era sgangherato e ridicolo, non l'ho mai lasciato andare.
Pag. 333
Letizia Ludmilla...
Ha scritto il Aug 20, 2013, 20:26
Sapete che vi dico? Voglio restare quello che sono. Con i miei guasti. Sono stanco del senso di colpa in sottofondo, di pensare che c'è sempre qualcosa di sbagliato in me, qualcosa che dovrei fare e non faccio, qualche treno che ho perso, qualcosa d'...Continua
Pag. 239
Letizia Ludmilla...
Ha scritto il Aug 20, 2013, 20:24
Conosco fin troppo bene quel disagio, quel domandarsi: "Ma io che ci faccio qui?", e restare pur desiderando di andar via o, meglio ancora, di non esserci mai stati. Se ho un rimpianto, è quello di aver preso invece di lasciare, di aver detto si per...Continua
Pag. 175

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Marilù
Ha scritto il Jun 17, 2015, 12:54
Rimurginare è un'attività da psicopatici. Perchè si rimugina sull'accaduto, e l'accaduto - come dice la parola stessa - è già accaduto. Per cui è chiaro che affligersi su faccende insuscettibili di modifica è un piacere morboso, una necrofilia intel...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi