Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Michele Strogoff

Di

Editore: Editrice Lucchi

4.0
(814)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Spagnolo , Norvegese , Portoghese , Greco , Tedesco

Isbn-10: A000156793 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida , Tascabile economico , Copertina morbida e spillati

Genere: Fiction & Literature , History , Travel

Ti piace Michele Strogoff?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Soberbia novela de aventuras que me trae muy gratos y agradables recuerdos. Son muchas las generaciones que se han criado bajo el amparo y el calor de estas lecturas. Verne fue todo un genio en el ...continua

    Soberbia novela de aventuras que me trae muy gratos y agradables recuerdos. Son muchas las generaciones que se han criado bajo el amparo y el calor de estas lecturas. Verne fue todo un genio en el arte narrativo, y supo aunar el entretenimiento con el conocimiento más exhaustivo.

    ha scritto il 

  • 2

    Un libro davvero brutto, e probabilmente tradotto pure peggio. Ma che resterà di un'importanza capitale per me. Perché? Be', tanto per cominciare per averlo comprato a 1 euro, un ventoso giorno di ...continua

    Un libro davvero brutto, e probabilmente tradotto pure peggio. Ma che resterà di un'importanza capitale per me. Perché? Be', tanto per cominciare per averlo comprato a 1 euro, un ventoso giorno di settembre a una bancarella nei carugi di Rapallo, in escursione con tutta la famiglia. Poi perché penso a "Galaray Marco - II B" (scritto a penna in seconda romana), che ha posseduto e letto questo libro. E adesso avrà quasi 60 anni e sarà un dentista di Torino. E anche perché la mia edizione è pubblicata dalla Boschi, di viale Romagna qui a Milano - che stava proprio di fronte alla casa del mio più caro amico. Ma infine e soprattutto perché è il primo libro "vero" che ho letto a mio figlio Guglielmo. Che è la cosa più preziosa al mondo.

    ha scritto il 

  • 3

    Buon romanzo d'avventura che, a volte, si dilunga troppo in prosaiche descrizioni noiose. A volte avanza rapidamente, altre volte è sensibilmente più lento. In ogni caso Verne si fa leggere, anche se ...continua

    Buon romanzo d'avventura che, a volte, si dilunga troppo in prosaiche descrizioni noiose. A volte avanza rapidamente, altre volte è sensibilmente più lento. In ogni caso Verne si fa leggere, anche se altri romanzi sono sensibilmente migliori.

    ha scritto il 

  • 4

    Molto bello. L'inizio è un po' lento, e parti sfiduciato pensando che le storie russe di russi in Russia sono noiose e monotone, e che non ne varrà la pena. Invece poi ti ricredi, i personaggi ti ...continua

    Molto bello. L'inizio è un po' lento, e parti sfiduciato pensando che le storie russe di russi in Russia sono noiose e monotone, e che non ne varrà la pena. Invece poi ti ricredi, i personaggi ti appassionano, la storia ti coinvolge e ti emoziona, e inizi a macinare pagine su pagine dalla curiosità. Michele Strogoff è un grande personaggio. Tragico e appassionato, ma tutto d'un pezzo, quasi più devoto al dovere che alla madre, sicuramente più che al proprio onore. Pronto a tutto pur di svolgere il compito assegnatogli, e in quanto a coraggio e determinazione anche Nadia non è da meno, una vera donna russa. Mi sono piaciuti molto anche i due corrisponenti, Harry Blount e Alcide Jolivet, anche se piuttosto che un inglese diffidente e un francese simpatico avrei detto di più il contrario. Una grandiosa e faticosa avventura con un finale oltre che lieto anche romantico.

    ha scritto il 

  • 4

    Solo un corriere poteva sostituirsi alla corrente interrotta. Molto tempo gli sarebbe occorso a percorrere le cinquemiladuecento verste che separano Mosca da Irkutsk. Per attraversare le schiere dei ...continua

    Solo un corriere poteva sostituirsi alla corrente interrotta. Molto tempo gli sarebbe occorso a percorrere le cinquemiladuecento verste che separano Mosca da Irkutsk. Per attraversare le schiere dei ribelli e degli invasori, avrebbe dovuto valersi nello stesso tempo di un coraggio e di un'intelligenza "sovrumani". Ma avendo realmente cervello e cuore, si va lontano! "Troverò questo cervello e questo cuore?" si domandava lo zar.

    ha scritto il 

Ordina per