Michele Strogoff

Di

Editore: Editrice Lucchi

4.0
(852)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Spagnolo , Norvegese , Portoghese , Greco , Tedesco

Isbn-10: A000156793 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida , Tascabile economico , Copertina morbida e spillati

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Viaggi

Ti piace Michele Strogoff?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Uno dei libri di avventure più belli mai scritti secondo me.Fascino,mistero,seduzione,storia,paesaggi memorabili,fanno di questo libro una cavalcata unica nella fantasia del lettore.Verne ci trasporta ...continua

    Uno dei libri di avventure più belli mai scritti secondo me.Fascino,mistero,seduzione,storia,paesaggi memorabili,fanno di questo libro una cavalcata unica nella fantasia del lettore.Verne ci trasporta nella corte zarista tra complotti ed intrighi,tra nemici in agguato nella steppa e zingare incantatrici,il personaggio di Strogoff poi si staglia chiaro e limpido in mezzo a figure discutibili e furfantesche.

    ha scritto il 

  • 5

    Niente fantascienza, ma un fantastico viaggio!

    Bellissimo, finito in pochi giorni, un ritmo incalzante come pochi.

    Avevo visto lo sceneggiato da bambina e il personaggio di Michele Strogoff è più che mai affascinante! Ci vedrei bene un bel remake, ...continua

    Bellissimo, finito in pochi giorni, un ritmo incalzante come pochi.

    Avevo visto lo sceneggiato da bambina e il personaggio di Michele Strogoff è più che mai affascinante! Ci vedrei bene un bel remake, con un tipo mooooolto aitante...

    Avventura, lacrime, colpi di scena. Entusiasmante!

    ha scritto il 

  • 5

    Soberbia novela de aventuras que me trae muy gratos y agradables recuerdos.
    Son muchas las generaciones que se han criado bajo el amparo y el calor de estas lecturas.
    Verne fue todo un genio en el art ...continua

    Soberbia novela de aventuras que me trae muy gratos y agradables recuerdos.
    Son muchas las generaciones que se han criado bajo el amparo y el calor de estas lecturas.
    Verne fue todo un genio en el arte narrativo, y supo aunar el entretenimiento con el conocimiento más exhaustivo.

    ha scritto il 

  • 2

    Un libro davvero brutto, e probabilmente tradotto pure peggio.
    Ma che resterà di un'importanza capitale per me.
    Perché?
    Be', tanto per cominciare per averlo comprato a 1 euro, un ventoso giorno di set ...continua

    Un libro davvero brutto, e probabilmente tradotto pure peggio.
    Ma che resterà di un'importanza capitale per me.
    Perché?
    Be', tanto per cominciare per averlo comprato a 1 euro, un ventoso giorno di settembre a una bancarella nei carugi di Rapallo, in escursione con tutta la famiglia.
    Poi perché penso a "Galaray Marco - II B" (scritto a penna in seconda romana), che ha posseduto e letto questo libro. E adesso avrà quasi 60 anni e sarà un dentista di Torino.
    E anche perché la mia edizione è pubblicata dalla Boschi, di viale Romagna qui a Milano - che stava proprio di fronte alla casa del mio più caro amico.
    Ma infine e soprattutto perché è il primo libro "vero" che ho letto a mio figlio Guglielmo.
    Che è la cosa più preziosa al mondo.

    ha scritto il 

  • 3

    Buon romanzo d'avventura che, a volte, si dilunga troppo in prosaiche descrizioni noiose. A volte avanza rapidamente, altre volte è sensibilmente più lento. In ogni caso Verne si fa leggere, anche se ...continua

    Buon romanzo d'avventura che, a volte, si dilunga troppo in prosaiche descrizioni noiose. A volte avanza rapidamente, altre volte è sensibilmente più lento. In ogni caso Verne si fa leggere, anche se altri romanzi sono sensibilmente migliori.

    ha scritto il 

  • 4

    Molto bello. L'inizio è un po' lento, e parti sfiduciato pensando che le storie russe di russi in Russia sono noiose e monotone, e che non ne varrà la pena. Invece poi ti ricredi, i personaggi ti appa ...continua

    Molto bello. L'inizio è un po' lento, e parti sfiduciato pensando che le storie russe di russi in Russia sono noiose e monotone, e che non ne varrà la pena. Invece poi ti ricredi, i personaggi ti appassionano, la storia ti coinvolge e ti emoziona, e inizi a macinare pagine su pagine dalla curiosità. Michele Strogoff è un grande personaggio. Tragico e appassionato, ma tutto d'un pezzo, quasi più devoto al dovere che alla madre, sicuramente più che al proprio onore. Pronto a tutto pur di svolgere il compito assegnatogli, e in quanto a coraggio e determinazione anche Nadia non è da meno, una vera donna russa. Mi sono piaciuti molto anche i due corrisponenti, Harry Blount e Alcide Jolivet, anche se piuttosto che un inglese diffidente e un francese simpatico avrei detto di più il contrario. Una grandiosa e faticosa avventura con un finale oltre che lieto anche romantico.

    ha scritto il 

  • 4

    Solo un corriere poteva sostituirsi alla corrente interrotta. Molto tempo gli sarebbe occorso a percorrere le cinquemiladuecento verste che separano Mosca da Irkutsk. Per attraversare le schiere dei r ...continua

    Solo un corriere poteva sostituirsi alla corrente interrotta. Molto tempo gli sarebbe occorso a percorrere le cinquemiladuecento verste che separano Mosca da Irkutsk. Per attraversare le schiere dei ribelli e degli invasori, avrebbe dovuto valersi nello stesso tempo di un coraggio e di un'intelligenza "sovrumani". Ma avendo realmente cervello e cuore, si va lontano!
    "Troverò questo cervello e questo cuore?" si domandava lo zar.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per