Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

MicroMega 4/2010

Con supplemento «L’inganno della sindone»

Di ,,,,,,,,,,

Editore: Gruppo Editoriale L'Espresso

4.1
(14)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 111 | Formato: Paperback

Isbn-10: 888371301X | Isbn-13: 9788883713019 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Political , Religion & Spirituality , Social Science

Ti piace MicroMega 4/2010?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
MicroMega 4/2010 - Il sommario

DIALOGO
Paolo Flores d’Arcais / Eugenio Scalfari: «Dialogo sul presidente»

ICEBERG 1 - «Il presidente»
Luca Telese: «La carriera politica di un comunista moderato»

Marco Travaglio: «Il presidente firma-tutto»

Lorenza Carlassare: «Il custode della Costituzione»

ICEBERG 2 - «Chiesa e pedofilia»
Vania Lucia Gaito: «Italia, cuccagna dei preti pedofili»

Valerio Gigante: «Carta canta: la pedofilia nei testi ufficiali del Vaticano»

LABIRINTO
Hans Küng in conversazione con Giorgia Castagnoli: «Un’altra Chiesa è possibile»

Roberto Petrini: «Un delitto all’ombra del Partenone»

Telmo Pievani: «L’uomo che nacque più volte»
Ordina per
  • 4

    panni sporchi

    In genere la Chiesa di Roma ha sempre preferito nascondere i propri panni sporchi.
    Ha fatto però un'eccezione per la Sindone, l'autentico falso medioevale esposto, senza badare a spese (comunque a carico delle finanze pubbliche italiane), per la curiosità di un pubblico insensibile al messa ...continua

    In genere la Chiesa di Roma ha sempre preferito nascondere i propri panni sporchi.
    Ha fatto però un'eccezione per la Sindone, l'autentico falso medioevale esposto, senza badare a spese (comunque a carico delle finanze pubbliche italiane), per la curiosità di un pubblico insensibile al messaggio originale dei Vangeli ("perché cercate tra i morti colui che è vivo?", Luca 24:5).

    Spendere tante parole per dimostrare l'origine medioevale di un lenzuolone di lino (e non di lana, come si usava ai tempi e nei luoghi di Gesù), di fattura europea medievale, comparso improvvisamente intorno al 1350, giudicato da subito una semplice rappresentazione artistica della passione di Cristo (peraltro morfologicamente errata ed incoerente), e datato al carbonio 14 da tre laboratori indipendenti proprio intorno al 1300; spenderci tante parole, dicevo, potrebbe sembrare un'inutile perdita di tempo ed energia. Tanto, dall'altra parte, ci sono sindonologi disposti a trascurare le evidenze, a concentrarsi su impercettibili dettagli pure inventati, financo a rivoluzionare fantasiosamente dei capisaldi scientifici, tutto nel totale disprezzo del ridicolo. Tanto, mal che vada, possono sempre invocare il miracolo! E Bruno Vespa.
    Però questa raccolta di brevi saggi (godibilissimi, ognuno dedicato a confutare con rigore e, a volte, un po' di cattiveria, un diverso aspetto della sindonologia) è una splendida occasione per scoprire quali fossero le reali tecniche funerarie nei tempi e nei luoghi di Gesù, leggere cosa c'è scritto sui vangeli di tale lenzuolo (nulla! anzi...), verificare quanto sia facile inventare la presenza di scritte e disegni su una fotografia del telo degli anni '70 (segni poi introvabili sulle foto più recenti), o quanto sia facile essere proclamati esperti in "pollinologia sindonica" senza merito alcuno...

    La storia della Sindone di Torino, la vera storia, è affascinante quanto e forse più della fiaba della sua autenticità. In particolare le vicissitudini di quest'ultimo secolo fanno riflettere sull'incredibile sforzo che tanti dedicano a cercare di convincersi dell'autenticità di un feticcio, quasi non fossimo mai usciti dai tempi delle simonie e delle collezioni di prepuzi divini.

    In sintesi, libricino molto istruttivo e sorprendentemente avvincente.

    ha scritto il 

  • 4

    Lino e lana

    "Un gran numero di rapporti su fenomeni non convenzionali, nella vita reale, sono il risultato di deviazioni dalla verità, sia volontarie che involontarie. E sono stanco fino alla nausea di misteri che portano alla vaga indicazione che, tutto sommato, sia veramente accaduto qualcosa di soprannatu ...continua

    "Un gran numero di rapporti su fenomeni non convenzionali, nella vita reale, sono il risultato di deviazioni dalla verità, sia volontarie che involontarie. E sono stanco fino alla nausea di misteri che portano alla vaga indicazione che, tutto sommato, sia veramente accaduto qualcosa di soprannaturale.
    A mio parere, quando abbiamo eliminato tutto l'impossibile e ciò che resta è soprannaturale, vuol dire che qualcuno sta mentendo". (Isaac Asimov)

    ha scritto il 

  • 4

    Ma non basterebbe guardare la foto?

    L'ho comprato per il supplemento sulla sindone. Penso che gli argomenti storici sulla sindone dicano più del laboratorio. Ma più ancora l'immagine che vi si scorge: ma come può essere autentica l'immagine di un Cristo che è la riproposizione dei modelli "nordici" in auge dal medioevo in poi? Alto ...continua

    L'ho comprato per il supplemento sulla sindone. Penso che gli argomenti storici sulla sindone dicano più del laboratorio. Ma più ancora l'immagine che vi si scorge: ma come può essere autentica l'immagine di un Cristo che è la riproposizione dei modelli "nordici" in auge dal medioevo in poi? Alto, bello, biondo, palestrato...ma poteva essere così un ebreo di duemila anni fa? Mah!

    ha scritto il