Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 239 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8883881583 | Isbn-13: 9788883713422 | Data di pubblicazione: 

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Micromega 3/2011?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    FLORILEGIO DELIZIOSO! 4 STELLE E 1/2

    Spero davvero che questa eccellente raccolta di racconti sui "crimini d'establishment" non venga penalizzata dalla relativa diffusione di MICROMEGA.
    Questa recensione intende quindi anche rappresentare un veicolo di sensibilizzazione e passaparola!!!!!
    E' davvero molto raro trovare un ...continua

    Spero davvero che questa eccellente raccolta di racconti sui "crimini d'establishment" non venga penalizzata dalla relativa diffusione di MICROMEGA.
    Questa recensione intende quindi anche rappresentare un veicolo di sensibilizzazione e passaparola!!!!!
    E' davvero molto raro trovare una selezione così accurata di brani eccellenti scritti (molto bene) da autori straordinari. Potrebbe essere considerata una antologia del disagio di fronte ai crimini del potere di oggi, di ieri, di sempre.
    Dalla prefazione (molto accorata che intende celebrare i 25 anni della rivista) si passa ad un saggio dotto e approfondito di Guido Caldiron sul ruolo del genere giallo (da Dashiell Hammett a Stieg Larsson) e la raccolta si conclude con un interessante riflessione di Giovanni Perazzoli realtiva al "mistero" relativo ai romanzi di Monaldi & Sorti (nuova forma di censura all'ombra del Vaticano, con l'immancabile complicità di Mondadori!!!).
    Il corpo della raccolta è costituito da 11 racconti, tutti ad alto tasso di coinvolgimento.
    Si passa da un Camilleri - Montalbano DOCG (La rottamamzione delle prostitute dell'Est) ad un lucido e disincantato Lucarelli; ad un superbo Marco Vichi alle prese con un padre killer politico che non se la sente di continuare e scrive una bellissima lettera alla filgia, in attesa della sua stessa esecuzione.
    Molto toccante la "povera Rosa" di Margherita Oggero.
    Da sottolineare poi due pezzi di narrazione - giornalismo - ricerca storica documentata di rara efficiacia e di elevato coninvolgimento: "Morirai guardata" di Giusppe Cenna relativo alla morte di Ldy Diana e "Non feci parola ad alcuno" di Loriano Macchiavelli che ricostruisce il sacrificio di un giovane, ignaro, sognatore balilla a Bologna (31/10/1926) in occasione della visita del Duce.
    C'è spazio anche per un divertissment molto godibile: "Graisset, Montalbano e il caso Nanetti" dove si gioca sulla manipolazione dei nomi dei personaggi (Graisset = Maigret; Nanetti = Minetti e lascio gli altri al piacere della scoperta) per uno sberleffo al potere berlusconiano, ai nani - ballerini - lenoni - asserviti, più o meno "responsabili", quanto mai pertinente ed attuale.
    Una perla rara quindi questa raccolta di grande livello stilistico e narrativo, da non perdere!!!

    Blue Tango

    ha scritto il