Mientras Inglaterra duerme

By

Publisher: Editorial Anagrama

3.9
(327)

Language: Español | Number of Pages: 271 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Italian , Dutch

Isbn-10: 843390647X | Isbn-13: 9788433906472 | Publish date:  | Edition 3

Translator: Juan Gabriel López Guix

Category: Biography , Fiction & Literature , Gay & Lesbian

Do you like Mientras Inglaterra duerme ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 3

    Il romanzo racconta la storia d'amore di una coppia omosessuale negli anni '30,sullo sfondo della guerra in Spagna. È ben scritto, si fa leggere con facilità, ma non mi ha convinta pienamente anche se ...continue

    Il romanzo racconta la storia d'amore di una coppia omosessuale negli anni '30,sullo sfondo della guerra in Spagna. È ben scritto, si fa leggere con facilità, ma non mi ha convinta pienamente anche se non saprei definire con certezza cosa non va. Per me è un romanzo discreto, ma non di più.

    said on 

  • 5

    Il libro proietta il lettore nella toccante storia d’amore tra Brian ed Edward: due caste sociali a confronto che si ritrovano, si scontrano e si cercano nelle pieghe di un’epoca storica incoerente e ...continue

    Il libro proietta il lettore nella toccante storia d’amore tra Brian ed Edward: due caste sociali a confronto che si ritrovano, si scontrano e si cercano nelle pieghe di un’epoca storica incoerente e malefica, ma comunque ricca di fascino.
    I due giovani si amano tra contrasti e incoerenze, in un valzer emotivo che li slancia, li allontana e poi li pone uno alla ricerca dell’altro: per quanto Brian creda che la loro storia non possa funzionare, arrivando anche a tradire il giovane e ad abbandonarlo, in realtà non riesce a separarsi da lui, perlomeno non fino in fondo, e solo l’assenza definitiva del ragazzo, che decide di arruolarsi per rincorrere gli ideali di una guerra nella sua mente idealizzata, riuscirà a persuadere Brian a cercarlo, seguendone le tracce.

    Un altro punto di forza è proprio la cornice storica, con un’accurata ricostruzione della Guerra Civile spagnola e di tutti i suoi drammi, nonché le sue eterne e toccanti solitudini di bombe, sangue e incontri inaspettati.

    Continua su:
    http://www.lastambergadeilettori.com/2016/01/mentre-linghilterra-dorme-david-leavitt.html

    said on 

  • 5

    Da leggere dopo "Non all'amore nè alla notte" di Boyne e prima di "Omaggio alla Catalogna" di Orwell. Praticamente è un trittico. Sono libri intensi, che smuovono l'anima, credo infatti che per qualch ...continue

    Da leggere dopo "Non all'amore nè alla notte" di Boyne e prima di "Omaggio alla Catalogna" di Orwell. Praticamente è un trittico. Sono libri intensi, che smuovono l'anima, credo infatti che per qualche giorno cercherò di riprendermi da questo tsunami che mi ha colpito e lasciato a terra, naufraga. Non immaginavo che si potesse avvertire così in fondo l'idea della guerra, dell'amore e dei devastanti sensi di colpa.
    Consigliato, certo, a chi in un libro cerca qualcosa che non sia svago.

    said on 

  • 3

    Boh? Il protagonista è un narcisista piuttosto irritante, alla ricerca di un perdono che non merita più di tanto; la storia è particolare, ma non sono riuscito ad apprezzarla in toto.

    said on 

  • 3

    Ho detestato, dalla prima fino all'ultima pagina, il protagonista, Brian.
    E' una continua fuga dall'amore per paura di accettare in maniera permanente un'identità. Non è l'amore a redimere i veri "pec ...continue

    Ho detestato, dalla prima fino all'ultima pagina, il protagonista, Brian.
    E' una continua fuga dall'amore per paura di accettare in maniera permanente un'identità. Non è l'amore a redimere i veri "peccati" ma l'inevitabile solitudine di un pentimento. Ma arriva ad una conclusione troppo tardi. Cinicamente non posso dirmi dispiaciuto. Per Edward sì, credo di averlo addirittura idealizzato!

    In conclusione non è il migliore romanzo di Leavitt che abbia mai letto, però ne è valsa la spesa.

    said on 

  • 4

    Uno dei migliori Leavitt. C'è anche "tanta trama" e non è un male, una narrazione di stampo classico con un'ambientazione -la guerra civile spagnola- che già di per sé introduce temi impegnativi. In p ...continue

    Uno dei migliori Leavitt. C'è anche "tanta trama" e non è un male, una narrazione di stampo classico con un'ambientazione -la guerra civile spagnola- che già di per sé introduce temi impegnativi. In più il filo rosso e continuo di una (non) crescita sentimentale. Evidentemente uscire dalle ambientazioni negli interni della middle class aiuta a dare respiro alla narrazione anche trattando il tema dell'identità, sessuale e non solo.
    Forse è un'associazione troppo ovvia ma mi ha ricordato Land and Freedom di Ken Loach.

    said on 

  • 3

    Un libro sopravvalutato da molti o dogmaticamente criticato da altri. Sicuramente non è il miglior Leavitt, troppo pensato e poco spontaneo (per usare un'eufemismo visto le correzioni apportate per ev ...continue

    Un libro sopravvalutato da molti o dogmaticamente criticato da altri. Sicuramente non è il miglior Leavitt, troppo pensato e poco spontaneo (per usare un'eufemismo visto le correzioni apportate per evitare la denuncia per plagio), anche se la parte centrale del romanzo quella che descrive la confusione mentale e l'incapacità di scegliere del protagonista, è scritta molto bene.

    said on 

Sorting by
Sorting by