Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Mil cretins

Per

Editor: Quaderns Crema

3.7
(146)

Language:Català | Number of Pàgines: 174 | Format: Hardcover | En altres llengües: (altres llengües) Spanish , Galego , Italian

Isbn-10: 8477271763 | Isbn-13: 9788477271765 | Data publicació: 

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Humor

Do you like Mil cretins ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Registra't gratis
Descripció del llibre
Sorting by
  • 4

    Mille cretini

    Racconti brevi, a volte surreali altre volte sarcastici, ma sempre divertenti! Il racconto più intrigante è quello dell'uomo che si decide a sposarsi perchè lei ha una malattia incurabile e non vivrà a lungo.
    Peccato che poi le donne si divertano sempre a cambiare i tuoi piani...

    dit a 

  • 2

    Lettura molto strana.
    Un racconto, Sabato è molto valido. Bello. Ma tanto.
    Qui altri racconti però sono una noia mortale.
    Altri passano più tranquillamente, ma niente rimane.
    Sono rimasta molto delusa da questo libro. Vero è che nelle raccolte c'è sempre quella part ...continua

    Lettura molto strana.
    Un racconto, Sabato è molto valido. Bello. Ma tanto.
    Qui altri racconti però sono una noia mortale.
    Altri passano più tranquillamente, ma niente rimane.
    Sono rimasta molto delusa da questo libro. Vero è che nelle raccolte c'è sempre quella parte che piace di più e quella che colpisce meno. Ma un solo racconto non può reggere il valore di un intero libro. Almeno per me.

    dit a 

  • 5

    Racconti particolari, a volte rasentano l'assurdo ma eleganti al tempo stesso. Sono accomunati da descrizioni di abitudini quasi ossessivo compulsive e da momenti, nei rapporti di vita familiare, che fanno riflettere con ironia

    dit a 

  • 3

    Ad accomunare i racconti di "Mille cretini", oltre alle tare che contraddistinguono un po’ tutti i personaggi, è lo stile caustico e scanzonato di Monzó che, senza essere frivolo, riesce a far sorridere anche delineando situazioni angoscianti.
    Qui recensione completa: http://giovannituri.wo ...continua

    Ad accomunare i racconti di "Mille cretini", oltre alle tare che contraddistinguono un po’ tutti i personaggi, è lo stile caustico e scanzonato di Monzó che, senza essere frivolo, riesce a far sorridere anche delineando situazioni angoscianti.
    Qui recensione completa: http://giovannituri.wordpress.com/2013/09/13/mille-cretini-di-quim-monzo-recensione/

    dit a 

  • 0

    Mille cretini, di Quim Monzò, è un libro che si può scegliere per diversi motivi. Per il fascino irresistibile del titolo, certo; per i colori della copertina e per la bella edizione Marcos y Marcos, anche; o magari perché, come nel mio caso, si ha un debole per gli imbecilli...
    http://www. ...continua

    Mille cretini, di Quim Monzò, è un libro che si può scegliere per diversi motivi. Per il fascino irresistibile del titolo, certo; per i colori della copertina e per la bella edizione Marcos y Marcos, anche; o magari perché, come nel mio caso, si ha un debole per gli imbecilli...
    http://www.inattuale.paolocalabro.info/2013/04/mille-cretini.html

    dit a 

  • 3

    Letto mesi fa, ora non mi ricordo più molto bene tutti i racconti, ma alcuni...che belli! Tra la realtà e il surreale, con personaggi contemporaneamente strambi e verosimili. Mi sembrava di vedere un film di Almodovar.

    dit a 

  • 0

    MILLE CRETINI (di Michele Bertinotti)

    Il più grande fascino del romanzo è la sua libertà, e in ultima istanza il lusso di potersi permettere la lentezza. Il narratore può portarsi a spasso un personaggio per venti pagine o soffermarsi per trenta o quaranta righe sulla descrizione di un dettaglio.


    [Continua su http://elaleph.it ...continua

    Il più grande fascino del romanzo è la sua libertà, e in ultima istanza il lusso di potersi permettere la lentezza. Il narratore può portarsi a spasso un personaggio per venti pagine o soffermarsi per trenta o quaranta righe sulla descrizione di un dettaglio.

    [Continua su http://elaleph.it/?p=3732 ]

    dit a