Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Mille splendidi soli

Di

Editore: Piemme (Piemme pocket Serie oro)

4.4
(17322)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 430 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Chi semplificata , Norvegese , Olandese , Svedese , Spagnolo , Francese , Chi tradizionale , Catalano , Portoghese , Giapponese , Sloveno , Finlandese , Danese , Coreano , Russo

Isbn-10: 8856612798 | Isbn-13: 9788856612790 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Isabella Vaj

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Copertina rinforzata scuole e biblioteche , eBook

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , History

Ti piace Mille splendidi soli?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Si dice che il tempo guarisca ogni ferita. Ma, per Amir, il passato è una bestia dai lunghi artigli, pronta a inseguirlo e a riacciuffarlo quando meno se lo aspetta. Sono trascorsi molti anni dal giorno in cui la vita del suo amico Hassan - il ragazzo dal viso di bambola, il cacciatore di aquiloni - è cambiata per sempre in un vicolo di Kabul. Quel giorno, Amir ha commesso una colpa terribile… (Il cacciatore di aquiloni). A quindici anni, Mariam non è mai stata a Herat. Dalla sua kolba di legno in cima alla collina, osserva i minareti in lontananza e attende con ansia l’arrivo del giovedì, il giorno in cui il padre le fa visita e le parla di poeti e giardini meravigliosi, di razzi che atterrano sulla luna e dei film che proietta nel suo cinema. Mariam vorrebbe avere le ali per raggiungere la casa di Herat, dove il padre non la porterà mai perché lei è una harami, una bastarda, e sarebbe un’umiliazione per le sue tre mogli e i dieci figli legittimi ospitarla sotto lo stesso tetto. Vorrebbe anche andare a scuola, ma sarebbe inutile, le dice sua madre, come lucidare una sputacchiera. L’unica cosa che deve imparare è la sopportazione. Laila è nata a Kabul la notte della rivoluzione, nell’aprile del 1978. Aveva solo due anni quando i suoi fratelli si sono arruolati nella jihad. Per questo, il giorno del funerale, le è difficile piangere. Per Laila, il vero fratello è Tariq, il bambino dei vicini, che ha perso una gamba su una mina antiuomo ma sa difenderla dai dispetti dei coetanei; il compagno di giochi che le insegna le parolacce in pashto e ogni sera le dà la buonanotte con segnali luminosi dalla finestra. Mariam e Laila non potrebbero essere più diverse, ma la guerra le farà incontrare in modo imprevedibile... (Mille splendidi soli).
Ordina per
  • 5

    Bellissimo e commovente

    Quando un libro scritto in modo impeccabile, commovente, coinvolgente, racconta anche la storia di un paese, l'Afghanistan, e il vero dramma sociale che lì si soffre, allora capisci che ti trovi ...continua

    Quando un libro scritto in modo impeccabile, commovente, coinvolgente, racconta anche la storia di un paese, l'Afghanistan, e il vero dramma sociale che lì si soffre, allora capisci che ti trovi avanti a un' opera completa e eccezionale. Ed è quello che ho capito io, perché Mille splendidi soli è imperdibile.. Grande Hosseini!

    ha scritto il 

  • 5

    Vite di donne

    Distesa sul divano, con le mani tra le ginocchia, Mariam fissava i mulinelli di neve che turbinavano fuori dalla finestra. Una volta Nana le aveva detto che ogni fiocco di neve era il sospiro di una ...continua

    Distesa sul divano, con le mani tra le ginocchia, Mariam fissava i mulinelli di neve che turbinavano fuori dalla finestra. Una volta Nana le aveva detto che ogni fiocco di neve era il sospiro di una donna infelice da qualche parte del mondo. Che tutti i sospiri che si elevavano al cielo si raccoglievano a formare le nubi, e poi si spezzavano in minuti frantumi, cadendo silenziosamente sulla gente."A ricordo di come soffrono le donne come noi" aveva detto. "Di come sopportiamo in silenzio tutto ciò che ci cade addosso.

    ha scritto il 

  • 5

    El libro combina el drama de una historia cotidiana, unos personajes con los que es fácil identificarse, un ritmo vivo e interesante y una encendida denuncia sobre los problemas de un mundo no tan ...continua

    El libro combina el drama de una historia cotidiana, unos personajes con los que es fácil identificarse, un ritmo vivo e interesante y una encendida denuncia sobre los problemas de un mundo no tan lejano. Una vez lo empiezas, es fácil lanzarse en sus páginas, compartir las desventuras de (ya) nuestras esforzadas heroínas y comprender cómo se ha convertido en el best-seller que es. Bonito con ganas.

    http://meitnerio.blogspot.fr/2014/07/mil-soles-esplendidos-khaled-hosseini.html

    ha scritto il 

  • 4

    La dura realtà

    Onestamente il cacciatore di aquiloni l'ho trovato migliore... Ma anche questo romanzo non tradisce le aspettative .
    Lo stile forte e dominante si amalgama perfetta e con la storia ... Un paese ...continua

    Onestamente il cacciatore di aquiloni l'ho trovato migliore... Ma anche questo romanzo non tradisce le aspettative .
    Lo stile forte e dominante si amalgama perfetta e con la storia ... Un paese affascinante e curioso.. Ridotto a schiavitù per colpa di un' ignoranza così diffusa da risultare imbarazzante .
    Libro fluido e scorrevole... Che mi ha commosso ....

    ha scritto il 

  • 4

    Ciò che viene raccontato da Hosseini, con mia grande amarezza, risulta molto più vicino alla realtà che non alla finzione, e la costante paura di perdere i propri cari in un esplosione, di ...continua

    Ciò che viene raccontato da Hosseini, con mia grande amarezza, risulta molto più vicino alla realtà che non alla finzione, e la costante paura di perdere i propri cari in un esplosione, di rimanere mutilati, di addormentarsi e non risvegliarsi perché un bombardamento ha raso al suolo case, vie, interi quartieri, in non pochi paesi è una attuale terribile realtà. Un libro vero senza censure, da leggere assolutamente.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Non si può non leggere un libro del genere!

    E' un libro intenso,molto particolare,carico di emozioni e di sentimenti contrastanti. Queste due donne che vivono in una realtà assurda,messe da parte da tutti,dalla famiglia (chi per un motivo,chi ...continua

    E' un libro intenso,molto particolare,carico di emozioni e di sentimenti contrastanti. Queste due donne che vivono in una realtà assurda,messe da parte da tutti,dalla famiglia (chi per un motivo,chi per un altro), dal proprio marito e dalla stessa città che non le protegge. E' triste leggere le leggi istituite,dove la donna non può fare nulla senza l'autorità del marito,posto ad un livello nettamente superiore e come la violenza sia consentita in qualsiasi caso e in qualsiasi modo,come unica soluzione. Tante volte è stata dura continuare a leggere,rimanevi con il fiato sospeso fino alla fine,volendo sapere cosa succedeva. Non poche le scene strazianti di percosse e di violenza che ti facevano accapponare la pelle. Storia dura quella di Mariam e Laila,stupenda la parte in cui la loro amicizia prende il sopravvento su tutto e su tutti e rimane,anche quando Mariam viene giustiziata e commovente la parte finale,quando Laila,incinta,ci fa capire che qualora sua figlia fosse femmina,le darà proprio il nome della sua amica. E' un romanzo abbastanza scorrevole direi,ti coinvolge emotivamente,non puoi rimanere distante da una storia del genere,soprattutto quando sai che alcune cose sono veramente accadute in questi paesi e purtroppo,accadono ancora.

    ha scritto il 

Ordina per