Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Like Millemondi Estate 2011: Vennero dal Futuro ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Per esplorare le ultime trasformazioni della realtà (indicizzate, sistemate e referenziate) non vi resta che leggere i ventitr racconti di questo volume e scoprire:
* come disarticolarsi nel tempo con Kage Baker;
* cosa si provi a vivere una serata d Continue

Per esplorare le ultime trasformazioni della realtà (indicizzate, sistemate e referenziate) non vi resta che leggere i ventitr racconti di questo volume e scoprire:
* come disarticolarsi nel tempo con Kage Baker;
* cosa si provi a vivere una serata di onesto pericolo insieme a Mark Laidlaw;
* perché sia così difficile raccontare come siano andate veramente le cose (Stephen Baxter);
* e se ci fossero ragioni per mantenere il segreto (Gregory Benford).
Ma per favore, per favore non raccontate a nessuno le sorprese e i colpi di scena di questi ventitré classici tradotti per voi direttamente dal futuro. 23 “casi” narrati da Kage Baker, Gregory Benford, Nancy Kress, Ian McDonald, Ken MacLeod, Bruce Sterling, Gene Wolfe e molti altri.

Elenco completo dei racconti:
* Sistema operativo Aristotele - Tony Ballantyne
* L'ultimo americano - John Kessel
* Memorare - Gene Wolfe
* Tracciatori e tiratori - Kage Baker
* Ripetere il passato - Peter Watts
* Niente più storie - Stephen Baxter
* Vennero dal Futuro - Robyn Hitchcock
* La moglie della tomba - Gwyneth Jones
* Una serata di onesto pericolo - Marc Laidlaw
* Partita Finale - Nancy Kress
* Reclutamento - Greg Egan
* Ragioni per non pubblicare - Gregory Benford
* Impermeabilità oggettiva in un sistema chiuso - William Shunn
* Sempre - Karen Joy Fowler
* Chi ha paura di Wolf 359? - Ken MacLeod
* Artificio e intelligenza - Tim Pratt
* Pirati della costa somala - Terry Bisson
* Sanjeev e il robotista - Ian McDonald
* Terza persona - Tony Ballantyne
* Il ponte - Kathleen Ann Goonan
* Come sai, Bob - John Hemry
* La lustrazione - Bruce Sterling
* Come inizia la musica - James Van Pelt

14 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    raccolta dei migliori racconti di sf pubblicati nel 2007. il livello è naturalmente buono ma non ci sono grandi capolavori. notevoli soprattutto Tony Ballntyne (entrambi i suoi racconti presenti), Nancy Kress, Bruce Sterling e James Van Pelt. un paio ...(continue)

    raccolta dei migliori racconti di sf pubblicati nel 2007. il livello è naturalmente buono ma non ci sono grandi capolavori. notevoli soprattutto Tony Ballntyne (entrambi i suoi racconti presenti), Nancy Kress, Bruce Sterling e James Van Pelt. un paio di racconti hanno molto poco di fantascientifico, come "una serata di onesto pericolo" e "pirati della costa somala".

    Is this helpful?

    Piscu said on Mar 30, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Tutto sommato, un'antologia mediocre.
    Si salvano : "La lustrazione" di Sterling, "Niente più storie" di Baxter e "Pirati della costa somala" di Bisson. Peccato per "Memorare" di Wolfe, che non è male, ma si perde nel finale.

    Is this helpful?

    Jacopo Dino said on Jan 28, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La traduzione italiana della raccolta annuale del meglio della produzione fantascientifica breve dell'anno è uno dei pochi motivi per cui essere grati a Urania. Pubblicato col titolo Vennero dal futuro nel Millemondi estivo dell'anno scorso, l ...(continue)

    La traduzione italiana della raccolta annuale del meglio della produzione fantascientifica breve dell'anno è uno dei pochi motivi per cui essere grati a Urania. Pubblicato col titolo Vennero dal futuro nel Millemondi estivo dell'anno scorso, l'antologia curata da Hartwell & Cramer è un ottimo compendio di ciò che di buono è stato pubblicato nel mondo anglosassone nel 2007. L'appuntamento annnuale con lo Year's Best è anche un ottimo punto d'osservazione sulle tendenze e le suggestioni che più hanno caratterizzato la produzione del periodo.
    Se c'è un tema che ritorna più volte nel corso del volume mi pare sia quello della vecchiaia, della memoria, del ricordo di sé (penso soprattutto ai racconti di Wolfe, Kessel, Egan, Watts, Jones). La fantascienza non è però così asfittica e terminale da doversi avvolgere su se stessa e declinare all'infinito uno o due argomenti e anche nel 2007 i racconti sorprendenti, originali e meravigliosi non mancano.
    Come sempre accade con queste antologie, ognuno ha i suoi racconti preferiti e quelli che invece bleah. Tra quelli da ricordare in Vennero dal futuro ci sono Terza persona di Tony Ballantyne, originale visione di guerra futura in una struttura narrativa piuttosto inquietante (e parecchio sorprendente!); Reclutamento di Greg Egan, una storia di speranza ed esplorazione che, come è tipico dell'autore australiano, è capace di infondere un ragionevole ottimismo anche in questi tempi cupi; il cattivissimo Pirati della costa somala di Terry Bisson, che mi ha sorpreso con una storia di turismo e violenza davvero perfida; infine Sanjeev e il robotista di Ian McDonald, rileggerlo in italiano (è il racconto che apre Cyberabad Days) non è la stessa cosa, ma rimane un ottimo racconto in cui si mescolano sogni adolescenziali, robot giganti e un'India in perenne trasformazione.


    http://iguanajo.blogspot.it/2012/10/letture-schmidt-yea…

    Is this helpful?

    Iguana Jo said on Oct 18, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Purtroppo qui siamo in presenza di quel tipo di fantascienza che non è il mio forte. I racconti sono mediamente non eccelsi. Un paio direi passabili, molti invece prendono la via della confusione e ci si capisce poco. Infine qualcuno abbozza una stor ...(continue)

    Purtroppo qui siamo in presenza di quel tipo di fantascienza che non è il mio forte. I racconti sono mediamente non eccelsi. Un paio direi passabili, molti invece prendono la via della confusione e ci si capisce poco. Infine qualcuno abbozza una storia anche interessante ma spesso vira su note stonate e noiose. E' chiaro che è a gusto molto personale, ma sembra quasi che questi racconti siano esercizi di scrittura, a volte intricati a volte apposta oscuri. Rimpiango gli Urania datati anni '70/'80, molto spesso racconti semplici, ma chiari e godibili.

    Is this helpful?

    Compulsing said on Jun 27, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful


    Sembra che ormai la fantascienza mi riservi delusioni più o meno forti. Sarà che ho alternato la lettura di questi racconti con quelli di un’antologia di Doris Lessing e di una di Wodehouse e il confronto è stato imbarazzante. Sono sembrati quasi tu ...(continue)


    Sembra che ormai la fantascienza mi riservi delusioni più o meno forti. Sarà che ho alternato la lettura di questi racconti con quelli di un’antologia di Doris Lessing e di una di Wodehouse e il confronto è stato imbarazzante. Sono sembrati quasi tutti partire da una buona idea ma sviluppati in maniera mediocre, con mediocre stile. Resta sempre il dubbio che sia stata la traduzione a dare il colpo di grazia, con costruzioni sintattiche agili come un elefante con l’artrite e termini che sembrano inventati lì per lì dal traduttore di Google.

    Is this helpful?

    Giorgio Nesossi said on Sep 28, 2011 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (86)
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Paperback 432 Pages
  • Publisher: A. Mondadori (Urania)
  • Publish date: 2011-08-01
  • In other languages: other languages English Books
Improve_data of this book