Millennio di fuoco

Seija

Di

Editore: Mondadori (Omnibus)

4.1
(191)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 384 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8804625015 | Isbn-13: 9788804625018 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Millennio di fuoco?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Baviera 1999 d.C. Mille anni sono trascorsi da quando il demoniaco popolo vaivar è apparso in Europa, muovendo dalle lande desolate oltre il Volga per reclamare il possesso delle terre abitate dagli umani e cambiare la Storia per sempre. Da allora una guerra infinita strazia il continente ormai condannato a un eterno medioevo, in cui i regni nati dalle ceneri dell'antico Sacro Impero sopravvivono a fatica tra alleanze precarie, rovesciamenti di fronte ed epidemie. I vaivar avanzano con armate di creature innaturali e spaventose, i manvar: la loro marcia procede inesorabile e sono giunti ormai nel cuore della Baviera. Ed è qui che troviamo Seija, giovane coraggiosa e tenace, l'erede di un'antica stirpe di guerrieri pagani, cacciati dalle terre di Kaleva proprio in seguito all'invasione dei vaivar. Adesso il suo popolo, decimato e nomade, sopravvive offrendo ai cristiani la propria abilità militare in cambio di cibo e di un luogo sicuro in cui piantare le tende. Seija è pronta alla lotta contro l'esercito vaivar comandato dal più grande nemico degli umani: Raivo, il Traditore dalla Mano Insanguinata, stratega temibile, condottiero spietato e unico uomo a essersi venduto anima e corpo ad Ananta, l'immortale regina dei vaivar, per farsi trasformare in un demone plurisecolare e sterminare quella che una volta era la sua specie. Ma quando Seija è costretta ad affrontare il Traditore nel pieno della battaglia, il fantasma di un antico segreto cambia per sempre il suo destino.
Ordina per
  • 3

    3.5 stelle
    "Era davvero quella, la verità? Il mostro non aveva commesso la strage, ma la strage aveva creato il mostro?"
    E' in una splendida ambientazione tra il fantasy e lo storico che si svolge la ...continua

    3.5 stelle
    "Era davvero quella, la verità? Il mostro non aveva commesso la strage, ma la strage aveva creato il mostro?"
    E' in una splendida ambientazione tra il fantasy e lo storico che si svolge la sanguinosa guerra tra gli uomini e gli spregevoli demoni, guidati dal Traditore che quasi trecento anni prima aveva voltato le spalle alla propria razza per diventare un'essere senz'anima. Ed è proprio in un campo di battaglia che il suo cammino si incrocia con quello della giovane guerriera saahavi, Seija, il cui unico desiderio è distruggere tutti quegli esseri abominevoli per trovare finalmente una terra in cui il suo popolo possa vivere in tranquillità.

    Il modo sublime con cui la Randall riesce sempre a descrivere i combattimenti in modo così vivido e reale che sembra quasi di trovarsi nel bel mezzo degli schieramenti con una spada in mano e il frastuono della battaglia nelle orecchie. Assedi, duelli, sfide, vere e proprie guerre... non importa che tipo di combattimento sia, perché tutti vengono dipinti alla perfezione proprio come le ambientazioni principali come i castelli o i villaggi. Ecco perché durante i primi capitoli, i quali sono ricchi d'azione, ero così entusiasta.

    Senza poi contare la descrizione dei due personaggi principali, una guerriera abile e coraggiosa e un nemico spietato, traditore e misterioso. Peccato che non avessi tenuto conto del peso che avrebbe avuto il fattore romance sull'intera storia. Non che in Hyperversum non fosse presente, tutt'altro, però essendo più "ridotto" rispetto alla componente azione/avventura aveva reso il tutto molto coinvolgente. Purtroppo in questo caso l'equilibro non si è mantenuto allo stesso modo, e mi è parso che l'intero libro trattasse di una partita di guardie e ladri tra Seija e il Traditore, con l'aggiunta di qualche "pausa" rappresentata da combattimenti vari. Un vero peccato considerando le capacità dell'autrice, che comunque è riuscita a creare delle nuove creature e inserirle quasi in un'ambientazione "storica".

    D'altro canto sono rimasta colpita positivamente dalla caratterizzazione del Traditore in particolare, ma anche della razza dei manvar più in generale, perché nonostante tutto anche i cosiddetti "cattivi" hanno una storia che li ha resi tali. Un'ingiustizia, un trauma subito in passato, un desiderio di vendetta. Ed è bene che non lo si dimentichi.
    Che brucino il suo onore, la sua umanità, la sua stessa vita. "Io voglio... vendetta" scandisce, e così decide il suo destino.

    ha scritto il 

  • 4

    4 stelle e mezzo. Bello! Appassionante dalla prima all'ultima pagina.

    A differenza degli altri epic fantasy la Randall non ci stordisce con mille informazioni che spesso confondono e appesantiscono, ma dosa bene ogni parola e ci fa immergere nella storia con eleganza e ...continua

    A differenza degli altri epic fantasy la Randall non ci stordisce con mille informazioni che spesso confondono e appesantiscono, ma dosa bene ogni parola e ci fa immergere nella storia con eleganza e stile. La lettura è quindi fluida e molto piacevole, la tensione narrativa è sempre molto alta, vuoi per le numerose battaglie vuoi per i due protagonisti così facili da adorare. Quanto mi sono piaciuti! Da una parte Seija così caparbia e forte in ogni circostanza, anche la più temibile, e dall'altra Raivo con la sua bestiale ferocia, scaltra intelligenza e il segreto sul suo passato che è stato così appagante da scoprire.
    L'ambientazione assai reale visto che siamo in Europa rende più facile capire gli spostamenti dei vari personaggi attraverso i numerosi luoghi citati, aspetto che ho sempre trovato parecchio ostico nei fantasy... Ogni due per tre dovevo controllare la mappa! Ma non questa volta, non per questo libro, del quale ne consiglio vivamente la lettura.

    ha scritto il 

  • 4

    Inizia come un normale fantasy ma poi, andando sempre più avanti, si capisce che c'é molto di più: un mistero inspiegabile che si perde nei secoli, una guerra infinita tra razze, insicurezze e messa i ...continua

    Inizia come un normale fantasy ma poi, andando sempre più avanti, si capisce che c'é molto di più: un mistero inspiegabile che si perde nei secoli, una guerra infinita tra razze, insicurezze e messa in discussione di idee e pensieri!!!! Un continuo groviglio che non lascia scampo perché, quando si trova la risposta ad una domanda, subito ne compaiono altre che sembrano ancora più inspiegabili!!!!
    Tutto questo é Millenio di Fuoco. Non pensavo fino a questo punto, ma questo libro mi ha appassionato, e non vedo l'ora di proseguire col prossimo!!!!!

    ha scritto il 

  • 2

    Peccato

    Storia che potrebbe essere molto bella ma molto noisa per come narratta.
    A differenza dei libri precedenti dove ero stata catturata immediatamente in questo ho fatto abbastanza fatica ad andare avanti ...continua

    Storia che potrebbe essere molto bella ma molto noisa per come narratta.
    A differenza dei libri precedenti dove ero stata catturata immediatamente in questo ho fatto abbastanza fatica ad andare avanti per una lettura non proprio scorrevole.
    Ho anche trovato la storia un po' "sempliciotta"
    Il finale poi mi ha deluso abbastanza perchè ... non c'è .... si rimanda tutto al prossimo libro :(

    ha scritto il 

  • 4

    Bello ed intrigante

    Ho acquistato questo libro su consiglio di Dean Lucas e devo dire che non ha deluso le mie attese, la trama è interessante ricca di dettagli ed i personaggi davvero affascinanti. Sejia da brava eroina ...continua

    Ho acquistato questo libro su consiglio di Dean Lucas e devo dire che non ha deluso le mie attese, la trama è interessante ricca di dettagli ed i personaggi davvero affascinanti. Sejia da brava eroina non vuole mollare mai anche se a volte traspare il desiderio di essere più donna che guerriera e Raivo terribile ed affascinante. Letto tutto di un fiato ti lascia, come è giusto che sia, il desiderio di leggere come proseguirà l'avventura, il giusto mix di guerra, sentimenti e fantasy.

    ha scritto il