Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Minùs

By Annie M. G. Schmidt,Anna Patrucco Becchi

(15)

| Paperback | 9788807921780

Like Minùs ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

"Tibbe si alzò e aprì la porta della cucina. Ebbe un soprassalto. Non era Fluff. Era una ragazza, la ragazza dell'albero, che ora stava rovistando nella sua spazzatura. Poteva essere entrata in un'unica maniera: attraverso la finestra dell'abbaino. A Continue

"Tibbe si alzò e aprì la porta della cucina. Ebbe un soprassalto. Non era Fluff. Era una ragazza, la ragazza dell'albero, che ora stava rovistando nella sua spazzatura. Poteva essere entrata in un'unica maniera: attraverso la finestra dell'abbaino. Appena lo sentì arrivare, si voltò. Una grande lisca di pesce le pendeva dal muso, anzi dalla bocca, si corresse Tibbe immediatamente." La misteriosa signorina Minùs fa le fusa, ama dormire in uno scatolone e adora le aringhe. Non c'è da stupirsi, poiché si tratta in realtà di una gatta che ha leccato una sostanza tossica e si è trasformata in ragazza. Per il timido giornalista Tibbe, sull'orlo del licenziamento, lei costituisce in ogni caso la salvezza. Infatti riesce a farlo diventare un reporter di grido rifornendolo quotidianamente di notizie fresche raccolte dai gatti sui tetti. Ma quando, sempre grazie a Minùs, Tibbe viene a sapere anche di loschi intrallazzi, si trova di fronte a un dilemma: potrà parlare di qualcosa di cui solo dei gatti sono stati testimoni? Età di lettura: da 8 anni.

2 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 2 people find this helpful

    Minùs ovvero deliziosa femminilità senza furbizia

    Certi libri hanno una loro candida bellezza che comincia dalla copertina e finisce, senza per questo esaurirsi, con l’ultima riga del libro. Non insegnano niente che non sappiamo già se non il piacere di scoprire dei personaggi con una grazia un po’ ...(continue)

    Certi libri hanno una loro candida bellezza che comincia dalla copertina e finisce, senza per questo esaurirsi, con l’ultima riga del libro. Non insegnano niente che non sappiamo già se non il piacere di scoprire dei personaggi con una grazia un po’ retro e un pudore unico.
    La figurina circondata dai gatti sulla copertina è, ovvio, Minùs, la gatta che, rovistando nel bidone di un istituto di ricerca, finisce per mangiare qualcosa che la trasforma in una ragazza. Già dal nome si intuisce che siamo lontani dalla catwoman dei fumetti e da qualsiasi altra ragazzaccia gattesca. Minùs mantiene tutte le caratteristiche dei felini – fa le fusa, si struscia quando è contenta, dorme in uno scatolone, ha una passione per storni e canarini, soffia e graffia – ed è proprio questa la magia della sua presenza nel libro, è cioè felinamente ragazza senza per questo essere aggressiva o maliziosa in modo caricaturale, la sua è una femminilità ingenua e naturale che ci conquista senza riserve.
    La trama è semplice: dopo la trasformazione e dopo dopo essere stata cacciata dalla sorella, Minùs si imbatte nel timido Tibbe, giornalista senza notizia. Il ragazzo, che sta per essere licenziato dal gornale in cui lavora, accoglie la strana Minùs e ne fa la sua segretaria e, grazie alle notizie che tramite lei gli fanno avere i gatti della città, riesce non solo a non perdere il lavoro, ma anche a smascherare il rispettabile padrone di una fabbrica, falso filantropo e ipocrita cittadino, che investe senza fermarsi il venditore di aringhe e tratta male gli animali, primi tra tutti i gatti.
    La prevedibilità della trama, ma non ce l’aspetteremmo diversa, e gli argomenti trattati non rivelano niente di nuovo, se non che, proprio questa assenza di sorprese ci permette di godere a pieno del candore dei personaggi, tutti un pò strampalati e trasognati, soprattutto quelli umani, mentre i gatti ci strappano qualche sorriso di più, si umanizzano per fare una battuta per poi tornare gatti l’attimo dopo, ed è proprio in questa strana mescolanza di tutti, uomini e felini, che si gioca l’intelligenza e la singolarità del libro. E’ impossibile infatti riuscire non solo a non sorridere dei modi ruvidi di Pussi la Pulciosa o di quelli da ficcanaso della signora Van Dam, la padrona di casa di Tibbe, ma soprattutto è impossibile non provare un’ammirazione autentica per tutta l’architettura di questa tenera storia.
    Tibbe alla fine perde la sua timidezza e Minùs, per essersi rifiutata di mangiare lo storno-antidoto, perde felicemente l’unica possibilità che ha di tornare gatta per sempre, e siamo contenti così, di vederla rientrare dall’abbaino e poi raggomitolata nel suo scatolone, la gatta-ragazza di Tibbe, la signorina Minùs.

    Is this helpful?

    Evangeline said on May 1, 2012 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Come al solito, trovo che certi libri per bambini siano molto dolci ma anche istruttivi.
    Una storia semplice, una gatta che mangia qualcosa di strano e diventa una ragazza.
    Incontra un ragazzo timido che scrive per un giornale, solo notizie su gatti, ...(continue)

    Come al solito, trovo che certi libri per bambini siano molto dolci ma anche istruttivi.
    Una storia semplice, una gatta che mangia qualcosa di strano e diventa una ragazza.
    Incontra un ragazzo timido che scrive per un giornale, solo notizie su gatti, ma nessuna notizia interessante. Lei ha mantenuto tratti felici come il fare le fusa e capire gli altri mici, così si incontrano per caso e lei racconta un sacco di storie apprese dagli altri gatti del paese. Inoltre ci sarà un mistero da svelare e con l'aiuto dei gatti riusciranno a scovare il colpevole. E soprattutto a far vincere la timidezza a Tibbe che riavrà il suo lavoro al giornale e diventerà un giornalista amato e apprezzato.
    Una storia veramente dolce, fatta anche di dubbi della povera Minus che ad un certo punto sarà in difficoltà se rimanere umana o tornare micia. Inoltre molto istruttiva se valutata dal punto di vista di chi invece sta attorno a Minus, che deve accettarla con i suoi tratti felici ma anche per le sue caratteristiche umane.
    Mai noioso, avvincente dolce e tollerante verso le diversità, vi invito a leggerlo per passare un paio d'ore in serenità.

    Is this helpful?

    † Morgana † [Se esiste un sostituto dell'amore è la memoria] said on Apr 6, 2012 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (15)
    • 5 stars
    • 4 stars
  • Paperback 174 Pages
  • ISBN-10: 8807921782
  • ISBN-13: 9788807921780
  • Publisher: Feltrinelli (Feltrinelli Kids Il gatto nero)
  • Publish date: 2012-02-01
Improve_data of this book