Minaccia dal profondo

Di

Editore: Delos Books

4.2
(95)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 312 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8865303220 | Isbn-13: 9788865303221 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Fantascienza & Fantasy

Ti piace Minaccia dal profondo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Le nubi si vanno addensando sul Casato Cadogan, e la vampira Merit non riesce a determinare se si tratti dell'oscurità che annuncia l'alba o se sia invece la calma che precede la tempesta. Con la città in subbuglio per la presenza degli esseri soprannaturali e lo Stato che minaccia di varare una legge per la loro registrazione, la situazione non è mai stata tanto precaria per i vampiri.Se solo potessero passare inosservati per un po'...Poi la magia solleva minacciosa la testa quando il Lago Michigan si tinge di nero. Il sindaco assicura che non è nulla di cui preoccuparsi, ma Merit sa che il panico sta per diffondersi. Dovrà rivolgersi a vecchi e nuovi amici per scoprire chi si cela dietro a tutto questo e fermarlo, prima che sia troppo tardi sia per i vampiri, sia per gli umani.
Ordina per
  • 3

    5° serie The Chicagoland Vampires

    Poteri soprannaturali agiscono su Chicago e il problema è che neanche gli essere soprannaturali capiscono da dove arrivi questa magia.
    Tradimenti e ritorni inaspettati...alcune cose un pochino inveros ...continua

    Poteri soprannaturali agiscono su Chicago e il problema è che neanche gli essere soprannaturali capiscono da dove arrivi questa magia.
    Tradimenti e ritorni inaspettati...alcune cose un pochino inverosimili (anche se in effetti visto che si parla di vampiri, mutaforma, maghi...cosa è verosimile :D )

    Carino, nella sua leggerezza, come i precedenti.

    ha scritto il 

  • 5

    Magia

    Questo libro è come tutta la serie splendido e scorrevole e un pò più introspettivo in quanto Merit affronta la solitudine e deve prendere decisioni da sola. Ho apprezzato il fatto che non c'è stato i ...continua

    Questo libro è come tutta la serie splendido e scorrevole e un pò più introspettivo in quanto Merit affronta la solitudine e deve prendere decisioni da sola. Ho apprezzato il fatto che non c'è stato il classico triangolo e ovviamente ho apprezzato il finale

    ha scritto il 

  • 4

    Questa saga mi piace un sacco! Anche questo ennesimo capitolo si legge che e' un piacere,non vedo l'ora che mi arrivi il sesto libro a giorni sara' tra le mie mani! Dimenticavo Seth Tate tu mi intrigh ...continua

    Questa saga mi piace un sacco! Anche questo ennesimo capitolo si legge che e' un piacere,non vedo l'ora che mi arrivi il sesto libro a giorni sara' tra le mie mani! Dimenticavo Seth Tate tu mi intrighi un casino!Ma io tifo anche x Johan il suo personaggio mi ha conquistato!^____^

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    A Chicago fiumi e cielo impazziscono, il nuovo sindaco incolpa i vampiri e il casato Cadogan è controllato dai PG. Sono passati solo due mesi dalla morte di Ethan e Merit soffre ancora molto, Mal sta ...continua

    A Chicago fiumi e cielo impazziscono, il nuovo sindaco incolpa i vampiri e il casato Cadogan è controllato dai PG. Sono passati solo due mesi dalla morte di Ethan e Merit soffre ancora molto, Mal sta preparando l'esame da strega e non la considera...

    Oh, cielo! La fine mi ha fatto venire gli occhi a cuoricino, non vedo l'ora che traducano il prossimo!

    * La biblioteca era al secondo piano della Casa, non lontana dalla mia stanza. Essa era alta due piani, il primo dei quali conteneva la maggior parte dei libri, mentre una balconata dalla ringhiera di ferro battuto che correva lungo tutto il perimetro ospitava il resto. Era una cavalcata di tomi, tutti in file immacolate, con carrelli per il trasporto e tavoli da lettura disseminati qua e là e quella era la mia casa lontano da casa. Una volta entrata, mi soffermai per un momento a inspirare l’aroma della carta e della polvere… i profumi del sapere.
    * Non so bene perché, ma amavo carta e penne, pennarelli e timbri e ogni sorta di oggetti effimeri, una cosa che da adulta si era tradotta in una passione per penne strane e blocchi per appunti particolari.
    * La cosa strana dell’ira è che ti può aiutare o danneggiare. Può rovinare il tuo autocontrollo e farti battere le palpebre.
    * «La magia non è nata subito prima della creazione dei vampiri – cominciò. – Essa è esistita per millenni, su questo e su altri piani. Bene e male hanno convissuto in una relazione più… diciamo così, più simbiotica di quella attuale. Erano partner, ciascuno né migliore né peggiore dell’altro, e coesistevano in pace. C’era una certa giustizia nel mondo e la magia era unificata. Magia bianca e nera, buona e malvagia… queste distinzioni non sussistevano. – La magia esisteva. Non era né morale né immorale, bensì amorale, com’era destinata a essere. Poi in un giorno scritto a lettere rosse, gli umani hanno deciso che il male non era soltanto l’altro lato della moneta, ma che era sbagliato. Cattivo. Non era l’altra metà del bene, ma il suo opposto. La sua apoteosi.- Tate disegnò con un dito un quadrato sulla superficie del tavolo. – Il male è stato considerato una contaminazione, è stato rimosso dal bene, separato.
    * Io rifiuto di credere che i ponti siano bruciati. Ogni momento è una nuova opportunità.
    * Noi non sopravviviamo sulla speranza, sopravviviamo affrontando direttamente i problemi.

    ha scritto il 

  • 4

    Credo di aver elogiato in tutti i modi possibili questa serie e credo di avervi ormai fatto una testa così con i miei imperativi per quanto riguarda la lettura di questi romanzi e oggi non mi voglio r ...continua

    Credo di aver elogiato in tutti i modi possibili questa serie e credo di avervi ormai fatto una testa così con i miei imperativi per quanto riguarda la lettura di questi romanzi e oggi non mi voglio ripetere.
    Non mi dilungherò più di tanto perchè non voglio anticipare nulla sulla trama o sui colpi di scena inaspettati e improvvisi da far mancare un battito al mio cuoricino.
    Vi posso semplicemente ribadire la piacevolezza con cui questa serie si legge: coinvolgente, mai ripetitiva o scontata merita davvero un posto rilevante nel panorama urban-fantasy internazionale.

    In questo quinto (e ultimo capitolo pubblicato in Italia) Merit, la sentinella del Casato di Chicago, Cadogan si trova a dover fronteggiare l'apocalisse da sola, senza il suo compagno Ethan.
    Le acque del lago di Chicago sono diventate nere e risucchiano la magia, il cielo diventa rosso sangue e la terra trema creando piccole montagnette nella città: gli elementi sembrano impazziti sotto il controllo di un'antica magia di cui Merit e gli altri vampiri, così come i maghi, i mutaforma e le altre creature magiche non conoscono l'origine.
    Per salvare la sua amata città Merit dovrà lottare contro il tempo per trovare un colpevole e farlo smettere, prima che la città vada distrutta.

    Nuove situazioni metteranno la nostra amata protagonista in situazioni difficili e pericolose sia dal punto di vista fisico che in quello emozionale. Oltre ad amare e apprezzare sempre di più Merit anche gli altri personaggi poco a poco vengono sempre di più approfonditi, esplorati al meglio e rivelati per ciò che sono diventati: un'aspetto che apprezzo molto di questa saga è la dinamicità della storia. Nessun personaggio è uguale al primo romanzo e molti ci sorprenderanno (non sempre in modo positivo).

    Questo quinto capitolo è caratterizzato e reso molto emozionante soprattutto negli ultimi 2\3 capitoli (per me conclusi in modo un po' frettoloso) densi di colpi di scena e scoperte inaspettate.

    Attendo con molta impazienza il prossimo romanzo della saga, che ancora non so quando verrà pubblicato in Italia (provvederò a mandare una mail alla casa editrice per avere notizie).

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    a volte ritornano...

    Come al solito la mia voce resta fuori dal coro. La mia iniziale passione per Darth Sullivan è andata scemando libro dopo libro. La sua dipartita non mi aveva turbata, anche perchè era perfettamente e ...continua

    Come al solito la mia voce resta fuori dal coro. La mia iniziale passione per Darth Sullivan è andata scemando libro dopo libro. La sua dipartita non mi aveva turbata, anche perchè era perfettamente evidente che l'autrice l'avrebbe resuscitatao in qualche modo. Modo che ho trovato per altro debolino...mi aspettavo qualcosa di più in effetti. in ogni caso non sentivo la mancanza di Ethan, Merit tiene perfettamente la scena e ho trovato Jhona un compagno decisamente migliore. Leale, scaltro, affascinante, onesto nel suo affetto ma soprattutto deciso. Non riesco a perdonare a Ethan quel suo tirarsi indietro...Non mi fido di lui, troppo scostante. La cosa peggiore è che neppure il suo gesto estremo è riuscito ad ammorbidirmi...bah!
    Trovo invece decisamente sexy il buon ex sindaco...mi aspetto grandi cose da lui e spero di non restare delusa.

    ha scritto il 

  • 4

    La parte migliore del risveglio è...una tazza di Gruppo A

    Quinto volume della serie urban fantasy per adulti "I Vampiri di Chicago" che vede protagonista Merit, una ragazza che senza volerlo si ritrova vampiro. All'inizio fatica ad accettare la sua nuova con ...continua

    Quinto volume della serie urban fantasy per adulti "I Vampiri di Chicago" che vede protagonista Merit, una ragazza che senza volerlo si ritrova vampiro. All'inizio fatica ad accettare la sua nuova condizione perché non è facile la vita di un vampiro a Chicago. I Vampiri sono organizzati in "Case" basate su un sistema che ricorda molto quello feudale, sono sempre stati considerati come pura fantasia ma un bel giorno qualcuno decide che è arrivato il momento di rendere pubblica la loro presenza ed è così che cominciano i guai.
    Il volume precedente si era concluso con un colpo di scena che aveva dell'incredibile (i volumi sono strettamente collegati) e anche questo non fa eccezione.
    E' una serie urban fantasy che racchiude tutti gli elementi che preferisco: vampiri, mistero, umorismo (stavolta è una componente meno presente a causa di alcuni eventi) e un tocco di romance che non guasta mai.
    Il libro si legge tutto d'un fiato proprio grazie ad uno stile scorrevole, una trama coinvolgente, personaggi ben caratterizzati e giusta dose d'azione.
    La storia è raccontata in prima persona da Merit (il suo è l'unico punto di vista), una vampira indipendente, intelligente, forte, testarda e ribelle. Proprio per queste sue caratteristiche non avrà vita facile.
    Il tema vampiresco non si discosta molto dalla visione classica ma ha le sue peculiarità come del resto anche l'ambientazione (non ci sono solo vampiri anche se sono i protagonisti). La città scelta per l'ambientazione è Chicago ma rimane molto sullo sfondo.
    Una lettura fresca e leggera che vale la pena leggere.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    questa saga mi piace anche perché ogni libro non è una storia a se stante ma un tassello di una vita, la vita di Merit. tutti i volumi si concludono con le basi e le anticipazioni per il prossimo. que ...continua

    questa saga mi piace anche perché ogni libro non è una storia a se stante ma un tassello di una vita, la vita di Merit. tutti i volumi si concludono con le basi e le anticipazioni per il prossimo. questo è un modo di fare che mi alletta molto.
    questo quinto volume è caratterizzato più che altro alla risoluzione di un mistero.
    SPOILER
    morto Ethan, Merit giustamente si dedica corpo e anima al lavoro non senza però qualche leggero intermezzo platonico con il bellissimo capo delle guardie del casato grey,
    ma questa è solo una leggerissima parentesi, la scrittrice si dedica completamente ad altro in questo volume: misteri, intrighi, intrecci politici e tradimenti.... anzi, tradimento, perche il tradimento è uno ma è uno dei peggiori che porta ad un inaspettato e un po sospetto ritorno (l'ho vista un po forzata la cosa ma è anche giusto così).
    non è uno dei miei volumi preferiti, il lutto di Merit le ha portato molta sofferenza e molta malinconia a discapito di un freschezza e di una simpatia che mi piacevano molto, ma è un buon libro, scritto bene con una trama avvincente e mai banale e fondamentale per la prosecuzione della storia.

    ha scritto il