Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Mio fratello Simple

By Marie-Aude Murail

(418)

| Mass Market Paperback | 9788809061972

Like Mio fratello Simple ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Prima di tutto viene la paura. Poi la pena. Poi lo sconcerto. Poi l'accettazione. E infine l'amore assoluto. Questo è quanto accade a chiunque incontri Simple, che ha 23 anni anagrafici e soltanto 3 cerebrali. Simple ha un fratello, Kléber, che vorre Continue

Prima di tutto viene la paura. Poi la pena. Poi lo sconcerto. Poi l'accettazione. E infine l'amore assoluto. Questo è quanto accade a chiunque incontri Simple, che ha 23 anni anagrafici e soltanto 3 cerebrali. Simple ha un fratello, Kléber, che vorrebbe difenderlo dal mondo, ma soprattutto dall'istituto a cui era stato destinato dal padre. Quando i due fratelli trovano una sistemazione in un appartamento di giovani universitari, Simple, sempre accompagnato dal suo coniglio di peluche, il Signor Migliotiglio, diventa il catalizzatore di tutti i sentimenti che muovono i suoi coinquilini.

85 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Una bella storia ben scritta che affronta con leggerezza un argomento pesantissimo: l'inserimento delle persone con ritardi mentali nella società. Marie Aude Murail sa sempre trovare il lato positivo!

    Is this helpful?

    Caterina G said on Jan 4, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il signor migliotiglio

    Una storia semplice,ma con molti significati,un ragazzo dolce come il miele e un fratello forte come una roccia.
    Un libro fantastico,che consiglierei a tutti

    Is this helpful?

    Cami Sara said on Jan 1, 2014 | Add your feedback

  • 4 people find this helpful

    Un libro per ragazzi, ma che fa bene anche a chi ragazzo non è più.
    Un modo delicato e forse scanzonato di parlare di disabilità, di diversità e di quell’esperienza straordinaria e singolare che è l’essere fratelli.

    Is this helpful?

    ☺ Ale ☺ said on Dec 15, 2013 | 5 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Emozioni e buon cuore

    La trama è tanto semplice, quanto densa di emozioni: due fratelli (Kléber e Simple), il primo appena diciassettenne e il secondo maggiorenne ma - come dice lui stesso - un i-d-i-o-t-a, soli non ostante la presenza (rectius, assenza) di un padre, deci ...(continue)

    La trama è tanto semplice, quanto densa di emozioni: due fratelli (Kléber e Simple), il primo appena diciassettenne e il secondo maggiorenne ma - come dice lui stesso - un i-d-i-o-t-a, soli non ostante la presenza (rectius, assenza) di un padre, decidono di lasciare l'abitazione della poco amata zia e trovano alloggio in un appartamento assieme ad altri quattro studenti universitari. L'amore del fratello minore verso il maggiore è il fil rouge dell'intera vicenda. E' un romanzo scritto con il cuore, toccante e ironico; commovente senza essere sdolcinato, pieno di buoni sentimenti senza essere melenso. E alla fine si vorrebbe continuare a emozionarsi, tramite la lettura, grazie all'incredibile legame tra i due protagonisti.

    Is this helpful?

    Riccardo said on Nov 23, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Pink rabbits

    Uno dei libri più dolci che io abbia mai letto, una storia morbida e profumata come zucchero filato, delicata e lieve. Simple entra nel cuore con la leggerezza dei suoi tre anni "mentali" e con l'immensità della sua condizione di "mai-adulto", troppo ...(continue)

    Uno dei libri più dolci che io abbia mai letto, una storia morbida e profumata come zucchero filato, delicata e lieve. Simple entra nel cuore con la leggerezza dei suoi tre anni "mentali" e con l'immensità della sua condizione di "mai-adulto", troppo piccolo per un mondo di "grandi".

    Simple senza il signor Migliotiglio, era come il signor Migliotiglio senza Simple: la fine di tutto.

    Is this helpful?

    Laura8009 said on Oct 7, 2013 | Add your feedback

  • 4 people find this helpful

    Tenera storia e lezione di vita

    Con Marie-Aide Murail si piange ridendo. La sua scrittura sa sempre trattare temi tosti con un tono lieve tale da ispirare un misto fra compassione e tenerezza. In "Oh boy!", il suo romanzo più noto, ci ha parlato di abbandono, adozione e tumore, in ...(continue)

    Con Marie-Aide Murail si piange ridendo. La sua scrittura sa sempre trattare temi tosti con un tono lieve tale da ispirare un misto fra compassione e tenerezza. In "Oh boy!", il suo romanzo più noto, ci ha parlato di abbandono, adozione e tumore, in "Cécile" di razzismo e multiculturalismo, e qui accoglie la sfida di un'altra onerosa tematica sociale, l'handicap. I protagonisti di questo romanzo, infatti, sono due fratelli: Kléber, il minore, e Barnabie detto Simple. Simple ha 23 anni e il cervello di un bambino di 3 che si relaziona al mondo con la stessa semplicità e ingenuità richiamate, appunto, dal soprannome. Per risparmiare a Simple l'istituto a cui il padre l'aveva destinato, Kéber decide di occuparsene personalmente e, quando i due trovano una stanza in affitto in una appartamento di giovani universitari, Simple diventa, suo malgrado, simpatico perno e testimone delle disavventure e dei sentimenti che smuovono tutti i personaggi. Finchè accadrà qualcosa che, forse, cambierà il corso degli eventi.
    Per Simple non si prova pena, ma solo una grande, immensa voglia di abbracciarlo, di raccontargli della vita, di ridere con lui, e con il coniglietto che si porta sempre appresso, il Signor Migliotiglio, che compare anche in copertina e in retrocopertina (trasmettendo un'immediata ondata di dolcezza) e che, in fondo, altro non è che il suo alterego, al quale egli si rivolge nei suoi momenti di apparente assenza dalla realtà. E viene voglia anche di ascoltarlo. Perchè Marie-Aide Murail dimostra questo: che da un ritardato mentale si impara molto sulla vita, su noi stessi, sugli altri, che grazie a un ritardato mentale si può migliorare, rendersi felici, consapevoli di fare del bene, nonostante tutte le difficoltà logistiche che la vita ci sbatte in faccia. E che l'amicizia e la solidarietà (perchè del resto è questa che dimostrano tutti i personaggi) sono fra i beni più preziosi che possiamo ricevere e dare.
    Insomma, un libro che è una tenera storia, e una bella lezione di vita.

    Is this helpful?

    Dolceluna said on Feb 17, 2013 | 4 feedbacks

Book Details

Improve_data of this book