Mira dritto al cuore

Di

Editore: Runa Editrice

4.1
(17)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 350 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8897674364 | Isbn-13: 9788897674368 | Data di pubblicazione: 

Prefazione: Laura Costantini , Loredana Falcone

Disponibile anche come: eBook

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace Mira dritto al cuore?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Una vacanza studio in America svanita sul più bello, un soggiorno di ripiego in un villaggio vacanze. Inizia così l’estate di Sarah, adolescente insoddisfatta e perennemente imbronciata. “Gli amori estivi non durano” dice sempre sua madre, ma la profezia si incrina dopo l’incontro con due animatori, Thomas burbero aspirante archeologo di origini britanniche e Rudy seduttore dalla simpatia irresistibile.

Sotto l’ombra di un pino marittimo, su uno spicchio di spiaggia candida, davanti al mare di Sicilia, Sarah vivrà i palpiti di una passione che non vorrà saperne di passare per semplice amicizia. Il desiderio sopito cavalcherà gli anni e condizionerà le sue scelte di donna nel bene e nel male.

Perché l’amore, in fondo, non è altro che un revolver che spara pallottole di pura emozione, un’arma che mira dritto al cuore.

Un romanzo d’amore e d’amicizia, un percorso che punta alla soluzione di una delle questioni più sfuggenti di sempre: quando un uomo e una donna possono davvero dirsi “soltanto buoni amici”

Ordina per
  • 4

    Andando oltre la sequenza di vicissitudini che compongono questo romanzo, la prima caratteristica che salta agli occhi è proprio l’ambientazione strettamente italiana che in qualche modo fa emergere ...continua

    Andando oltre la sequenza di vicissitudini che compongono questo romanzo, la prima caratteristica che salta agli occhi è proprio l’ambientazione strettamente italiana che in qualche modo fa emergere il testo tra le letture di genere che attualmente invadono le librerie. Il nostro Bel Paese è teatro delle tragedie emotive e dei sensi di rivalsa della protagonista, invadendo il campo in lungo e largo, con Roma, Bologna e la Sicilia, restituendo comunque dignità al tessuto spaziale senza trascurare le peculiari caratteristiche oggettive dei territori in cui la scena si svolge. L’autrice ci racconta un’Italia composta dai locali, dal mare e di senso della misura cittadina dove tutto è riconoscibile e nel contempo assume anche dei connotati intimi, che incentivano la scena, la accompagnano.

    Il romanzo comunque, per quanto possa sembrare che racconti il classico triangolo amoroso con tutti gli elementi compatibili, dai tremori ai litigi sino alle dichiarazioni emotive esplicite, proietta comunque il lettore nella nostra società culturale, in continua crescita, partendo da una figura femminile che non solo si limita a sognare, come le eroine di un tempo, ma dei desideri ne fa la sua emancipazione prima e la sua condanna poi, varcando i limiti dei canoni rosa per descriverci in modo puntuale e inappellabile la dimensione di genere femminile, con la lotta all’affermazione personale nel quotidiano, così come nell’impatto culturale.
    Sarah ci conduce attraverso la sua storia all’indipendenza e le scelte di vita, alla maternità e alla violenza domestica consentendoci di fermarci a pensare, anche solo un attimo, sullo stato attuale delle carenze del nostro essere cittadini e uomini in un mondo dove ancora ci sono realtà in cui la prevaricazione delle donne è fortemente radicata. In questa ottica si percepisce una dimensione realistica di un’esperienza di vita. Sarah e gli altri protagonisti calpestano le scene di un epoca in movimento, tra gli anni novanta e il duemila, dove molto è stato portato alla ribalta dei riflettori sulle violenze di genere e sulla necessità di pari opportunità che non parifichino e basta, ma mantengano in conto le differenze oggettive per poter ragionare in termini di equità, idea sulla quale la protagonista potrebbe benissimo ergersi a eroina dei tempi moderni.
    Durante la lettura comunque emergono con decisione la psiche dei vari attori, gli amori di Sarah in prima linea, da Thomas a Rudy, passando anche per Andrea, consentendoci di restare dentro la storia e di capirne l’indole.

    Continua su:
    http://www.lastambergadeilettori.com/2016/01/mira-dritto-al-cuore-amneris-di-cesare.html

    ha scritto il 

  • 4

    “Mira dritto al cuore” è un romanzo che piacerà a chi ama le storie d’amore, ma quelle “vere”, non edulcorate, non tutte “cuore, amore e lustrini”. C’è l’amore, certo, un amore che dura una vita, ma c ...continua

    “Mira dritto al cuore” è un romanzo che piacerà a chi ama le storie d’amore, ma quelle “vere”, non edulcorate, non tutte “cuore, amore e lustrini”. C’è l’amore, certo, un amore che dura una vita, ma ci sono anche l’amarezza, il dolore, la violenza, e poi la dolcezza dell’amicizia, il sereno dopo la bufera, la gioia duramente riconquistata.
    Una storia realistica dove non tutto è rosa: un “rosa” atipico potremmo dire, sicuramente un “rosa” intelligente nei cui personaggi molti/molte potranno immedesimarsi. Ma anche chi ha avuto esperienze diverse da quelle dei protagonisti, chi si sente diverso da loro per idee o temperamento, potrà ugualmente partecipare alle vicende riflettendo, confrontandosi con le scelte di Sarah, di Thomas e degli altri, a volte approvando tali scelte, a volte disprezzandole, a volte arrabbiandosi coi protagonisti. Perché è questa la vera magia di questo libro: Amneris ti fa “vedere” i personaggi, te li fa sentire mentre parlano, mentre mentono, mentre gridano e il tutto è reso più credibile dalla scelta di raccontare la vicenda in prima persona, attraverso gli occhi e il cuore di Sarah dalla sua adolescenza all’età adulta, da ragazzina viziata e sognatrice alla sua pienezza di donna e di madre.
    Per quanto riguarda la scrittura, lo stile è fluido, estremamente scorrevole: trecento pagine che scorrono via veloci come i fotogrammi di un film (fra parentesi, sarebbe un ottimo soggetto per un film di successo). Amneris mostra un vero talento nel costruire storie introducendo personaggi, abbandonandoli, facendoli ritrovare in maniera naturale e sorprendente al tempo stesso, così come accade a volte nella vita reale.
    Un romanzo che piacerà alle donne ma anche agli uomini curiosi di indagare sulla complessità (e le complicazioni…) dell’animo femminile.

    ha scritto il 

  • 4

    Dimenticatevi gli Harmony e quelle baggianate lì. Questa è una storia con tipologie di personaggi che escono dalla stretta bidimensionalità della pagina, perché ricalcano tipologie di gente che esiste ...continua

    Dimenticatevi gli Harmony e quelle baggianate lì. Questa è una storia con tipologie di personaggi che escono dalla stretta bidimensionalità della pagina, perché ricalcano tipologie di gente che esiste realmente. Di conseguenza, l'autrice crea una storia non solo credibile, ma estremamente godibile, sia perché la fluidità della scrittura conduce a leggerla tutta d'un fiato, sia perché c'è il giusto equilibrio fra levità e introspezione su quel labirinto incasinatissimo che sono le relazioni amorose.
    E siamo alle solite: se questo libro l'avesse scritto la solita Caia Sempronia che impazza su tutti i quotidani (magari per ragioni che esulano totalmnete dalla scrittura), sarebbe già un bestseller. Purtroppo arriva da un'autrice e da un editore che non hanno modo di eguagliare la visibilità, il più delle volte totalmente immeritata, delle major nostrane e dei loro lustrini paccottigliosi. Un peccato davvero mortale.

    ha scritto il 

  • 0

    Mira dritto al cuore

    http://www.meloleggo.it/mira-dritto-al-cuore_827/

    “Mira dritto al cuore”, il nuovo romanzo di Amneris Di Cesare, ho iniziato a leggerlo con entusiasmo, attirata forse dalla copertina e da questo tito ...continua

    http://www.meloleggo.it/mira-dritto-al-cuore_827/

    “Mira dritto al cuore”, il nuovo romanzo di Amneris Di Cesare, ho iniziato a leggerlo con entusiasmo, attirata forse dalla copertina e da questo titolo così d’effetto. Non sono rimasta delusa.

    Questa è una storia che vi prenderà sin dal principio, coinvolgendovi nella complicata vita di Sarah che, nelle più di 300 pagine, imparerete a conoscere ed ad amare non solo per i suoi sentimenti ma anche per la forza e il coraggio che nasconde nella rassegnazione nei confronti della realtà. Sarah è solo una ragazzina, ma capirà ben presto che l’amicizia e l’amore sono legati da un invisibile filo sottile, imparando a sue spese che i sentimenti che proviamo possono cambiarci nello spirito e nel corpo. È così che diventa piano piano una donna, un passo alla volta. Thomas e Rudy, i due ragazzi che incontra sul suo cammino, le cambieranno la vita ognuno a suo modo, saranno i tasselli che il destino le presenterà per costruire il proprio futuro, per capire quanto è difficile dar retta al cuore e sa...[continua a leggere su www.MeLoLeggo.it]

    ha scritto il 

  • 4

    Ci vuole talento

    A me che son cresciuto con Un capitano di quindici anni e L'isola del tesoro. Che ho divorato I ragazzi della via Pal. Che ho amato i Tre investigatori e gli Hardy boys del Giallo dei ragazzi. E da lì ...continua

    A me che son cresciuto con Un capitano di quindici anni e L'isola del tesoro. Che ho divorato I ragazzi della via Pal. Che ho amato i Tre investigatori e gli Hardy boys del Giallo dei ragazzi. E da lì in poi Sherlock Holmes, Dupin, Pepe Carvalho. Libri ed eroi maschi di scrittori maschi. E, devo ammetterlo anche se non ne sono orgoglioso, continuo a leggere più scrittura al maschile. Che poi chissà se esiste, questa scrittura al maschile. Ma non voglio impicciarmi in un vicolo cieco. Voglio solo dire che farmi leggere la storia di un amore adolescenziale che cresce, e si nasconde, e scava, e riaffiora, e soffre e geme, beh! signori, ci vuole un gran talento. Ma grande.

    ha scritto il 

  • 5

    Coinvolgente

    Sono rimasta piacevolmente sorpresa dalla lettura di questo libro, che, secondo me erroneamente, viene presentato come un libro stile harmony, ma che invece affronta tematiche più complesse, non solo ...continua

    Sono rimasta piacevolmente sorpresa dalla lettura di questo libro, che, secondo me erroneamente, viene presentato come un libro stile harmony, ma che invece affronta tematiche più complesse, non solo l'amore tra adolescenti, o l'amicizia tra uomo e donna, ma anche il pericolo di rapporti sbagliati, il senso del possesso e del controllo dell'altro, la falsa convinzione che per amore di un figlio si può, si deve, accettare tutto, anche la violenza fisica e psicologica, anche l'annullamento del proprio modo di essere o delle proprie esigenze. Sicuramente le mie esperienze passate si sono sovrapposte alla narrazione, creando un forte senso di immedesimazione e di apprensione, e un bisogno di continuare a leggere fino alla fine. Mi è piaciuto.

    ha scritto il 

  • 5

    Mira dritto al cuore consente al lettore che ama il sentimento di poter entrare in dinamiche che vanno al di là del romance per entrare nelle tematiche sociali. È di certo un romanzo ricco, di narrati ...continua

    Mira dritto al cuore consente al lettore che ama il sentimento di poter entrare in dinamiche che vanno al di là del romance per entrare nelle tematiche sociali. È di certo un romanzo ricco, di narrativa e di contenuti, che affronta tanti dilemmi della società moderna. Il libro pertanto è una lettura estiva sì, ma molto impegnata, dedicata a tutte le persone che almeno una volta hanno amato e che hanno il coraggio di voltarsi indietro e affrontarsi… proprio come ha fatto Sarah. Mira dritto al cuore può sparare e colpire l’animo del lettore, per trascinarlo dentro il tifone delle emozioni umane restituendo dignità alla persona, alle donne, ma soprattutto alle emozioni umane.

    Recensito su: http://jfmastinu.wordpress.com/2014/08/01/amneris-di-cesare-mira-dritto-al-cuorerecensione/

    ha scritto il