Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Miseria dello storicismo

Di

Editore: Feltrinelli

3.8
(59)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 162 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 880781692X | Isbn-13: 9788807816925 | Data di pubblicazione:  | Edizione 2

Traduttore: Carlo Montaleone

Disponibile anche come: Altri

Genere: Philosophy

Ti piace Miseria dello storicismo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La storia non ha un senso di marcia e non è possibile stabilire la direzione del suo corso, né prevedere le sue finalità. Qualsiasi credenza deterministica è errata, perché non disponiamo di strumenti che ci permettano una previsione scientifica degli eventi. Questa tesi, coltivata da Popper all'indomani del primo conflitto mondiale, è emersa al dibattito solo nel secondo dopoguerra provocando diversi imbarazzi. L'attacco allo storicismo e alle filosofie profetiche della storia rappresenta, inoltre, un invito a combattere l'ingiustizia e l'oppressione con la consapevolezza che non esiste un dio nascosto nella storia né una legge dialettica che possa garantire l'esito delle nostre azioni.
Ordina per
  • 3

    Mah! Pensavo chi sa che, ma per carità, è abbastanza interessante. E' un po' vecchiotto, ma, in fondo, se le scienze socieli si sono evolute nel dopoguerra è stato proprio grazie all'utilizzo dei metodi di ricerca quantitativi. Lo storicismo esiste più? forse no, ma esiste ancora, e forse esiste ...continua

    Mah! Pensavo chi sa che, ma per carità, è abbastanza interessante. E' un po' vecchiotto, ma, in fondo, se le scienze socieli si sono evolute nel dopoguerra è stato proprio grazie all'utilizzo dei metodi di ricerca quantitativi. Lo storicismo esiste più? forse no, ma esiste ancora, e forse esisterà sempre (come è sempre esistita)la pretesa (illusoria) di vedere nella storia delle leggi di sviluppo. Non c'è alcun senso nella storia intellegibile all'uomo, a meno che non si sia credenti. Ma questa è un'altra storia (della Salvezza).

    ha scritto il